Cerca nel blog

giovedì 29 ottobre 2015

Al via il "Premio Oscar" della fotografia naturalistica. Cecchi Paone presenta la nuova edizione dell'OPC

"Cerchiamo i migliori fotografi naturalistici della Regione"

30.000 euro in palio per le più belle foto di natura del mondo



Alba, (Cuneo) questa mattina 29 ottobre, nel corso di una conferenza stampa, Alessandro Cecchi Paone ha presentato ufficialmente tutte le novità della nuova edizione del Premio Internazionale di Fotografia Naturalistica Oasis PhotoContest. 


Tra le tante eccellenze italiane - ha detto Cecchi Paone - sta emergendo fortemente la fotografia naturalistica. I nostri fotografi primeggiano nei concorsi internazionali e l’Oasis PhotoContest rappresenta nel mondo il meglio della fotografia naturalistica italiana”.
Si tratta Infatti di uno dei più importanti eventi internazionali del settore, considerato il “Premio Oscar della fotografia naturalistica”

Ad assegnare gli ambiti titoli di “Oasis World Best Photographer” e “Oasis Italian Best Photographer” sarà una giuria intercontinentale d’eccezione. Ne fanno parte i fotografi Paul Souders (Stati Uniti), Luis Sandoval (Messico), Guo Jing (Cina), Norbert Rosing (Germania), Joe Petersburger (Ungheria), Sergio Pitamitz (Francia) e Mosè Franchi (Italia).
La giuria determinerà altresì il podio delle nove sezioni in cui è diviso il concorso (Paesaggio, Mammiferi, Uccelli, Altri animali, Storyboard, Gente e popoli, Mondo vegetale, Subacquea, Amici di casa).

Le immagini che raggiungeranno la fase finale saranno pubblicate sul web per consentire a tutti di esprimere il proprio voto per l’assegnazione del premio Oasis Web. La grande novità di questa edizione riguarda le classifiche Regionali. I fotografi partecipanti, oltre a confrontarsi a livello internazionale con appassionati di tutto il mondo, potranno ambire a salire sul podio della propria Regione e ottenere il titolo di Campione Regionale di fotografia naturalistica

Fotografia & Architettura. EXPOdopoEXPO - Milano, dal 5/11 mostra fotografica d'autore

MOSTRA
EXPOdopoEXPO
Lo sguardo di otto fotografi sulle eredità urbane e ambientali di sette Expo.

Inaugura il 5 novembre all'Ordine degli Architetti di Milano una rassegna di scatti d'autore.
8 fotografi in 89 scatti indagano sulle eredità di 7 Expo recenti.

Gettando lo sguardo a Milano 2016.

Claudio Sabatino (Siviglia 1992), Marco Introini (Lisbona 1998), Claudio Gobbi (Hannover 2000), Maurizio Montagna (Svizzera 2002) e Gabriele Basilico (Saragozza 2008), Pierfrancesco Celada (Shanghai 2010), Matteo Cirenei e Marco Menghi (Milano 2015).



Siviglia 1992. Claudio Sabatino

Lisbona 1998. Marco Introini

Hannover 2000. Claudio Gobbi

Svizzera 2002. Maurizio Montagna

Saragozza 2008. Gabriele Basilico

Shanghai 2010. Pierfrancesco Celada
Milano 2015. Marco Menghi




Milano 2015. Matteo Cirenei


Che cosa lascerà a Milano l'Expo nel 2016?
Nel 2009 - all'indomani dell'assegnazione dell'EXPO 2015 a Milano - l'Ordine degli Architetti di Milano realizzò in Triennale una rassegna fotografica d'autore e un catalogo per documentare lo stato dei luoghi di 5 EXPO europee dopo la fine della esposizione.

L'iniziativa ebbe allora un grande successo, e partiva da una considerazione ovvia: imparare dalle esperienze altrui attraverso le immagini e un ciclo di incontri pubblici che raccontavano le 5 expo trascorse nella testimonianza di chi le aveva organizzate. Un utile anticipo della vera questione di fondo: la necessità fin dall'inizio di un progetto metropolitano che permettesse un transito governato dalla festosa congestione della fiera planetaria a un'utile infrastruttura per l'intera comunità locale quando non nazionale.

Oggi, 6 anni dopo, mostra e catalogo vengono riproposti, attualizzati e arricchiti da nuove testimonianze e valutazioni: agli scatti di Claudio Sabatino (Siviglia), Marco Introini (Lisbona), Claudio Gobbi (Hannover), Maurizio Montagna (Svizzera) e Gabriele Basilico (Saragozza), si aggiungono infatti i reportage di Pierfrancesco Celada (Shanghai), Matteo Cirenei e Marco Menghi (Milano).

Domande: quale sarà la realtà nelle aree espositive al termine dello smontaggio dei padiglioni stranieri? Quale il livello di integrazione urbana? Quale l'impatto visivo e i problemi relativi al riuso delle strutture? Quale l'eredità fisica sul territorio?

Il tema del 'dopo Expo' assume quindi un peso e un significato ancor più profondi e stringenti. Oggi, a pochi giorni dalla chiusura dell'Esposizione 2015, l'Ordine degli Architetti vuole sollecitare il dibattito pubblico sui alcuni temi quali la destinazione funzionale dell'area, il rapporto con la città metropolitana, il governo delle decisioni, la trasparenza delle procedure di incarico, il rapporto tra interesse pubblico e imprenditorialità privata, solo per citare le più importanti.

Da 6 anni sosteniamo che in un Paese normale il destino di un'area gigantesca e di rilevanza pubblica sarebbe dovuto essere incardinato immediatamente su binari certi.
Abbiamo segnalato in più occasioni – è nelle cronache – l'irrespirabilità di un 'pre-Expo' in regime di costosissima e non giustificata emergenza e vorremmo vederne un 'post' trasparente, condiviso, partecipato, attento alle regole.
Partendo da procedure concorsuali aperte, inclusive e trasparenti, che individuino le soluzioni progettuali migliori: abbiamo gli strumenti per far sì che ciò accada. Facciamo sì che accada, allora. Partendo, ancora, da una considerazione ovvia: imparare dall'esperienza pregressa del 'pre' perché il 'post' diventi motivo di orgoglio. Per tutti.

EXPO DOPO EXPO
Lo sguardo di 8 fotografi sulle eredità urbane e ambientali di 7 Expo.

Mostra fotografica
5 novembre-20 novembre
Ingresso libero, lun.-ven. h. 9.00-13.00/14.30-17.00
Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Milano
Via Solferino 17-19 - Milano
Tel. 02.625341



--
www.CorrieredelWeb.it

mercoledì 28 ottobre 2015

Dopo la pausa estiva, ripartono gli Open Day fotografici di Sony


Guest star del tour, le nuove nate della Serie α7 e le compatte premium della Serie RX
Partirà il 30 ottobre il secondo round di Open Day presso i Photo Specialist di tutta Italia, così da permettere ad appassionati e professionisti di conoscere da vicino l'offerta di Sony in ambito digital imaging. Guest star di questa edizione saranno le ultime arrivate della famiglia mirrorless Full Frame α7, le α7RII e α7SII. Stabilizzazione di immagine a 5 assi, registrazione video interna in 4K, sensore CMOS Exmor R full frame retroilluminato (α7RII) e sensibilità fino a 409600 (α7SII) sono solo alcune delle caratteristiche distintive di queste straordinarie fotocamere che potranno essere messe alla prova durante gli Open Day. E per chi volesse orientarsi su macchine premium compatte, le nuove RX100IV e RX10II sapranno mostrare tutta la qualità d'immagine del nuovo sensore CMOS di tipo "stacked" da 1" con un chip di memoria DRAM.
Il calendario con le tappe degli Open Day è visionabile al link www.sony.it/eventi. Le porte saranno aperte a tutti, senza necessità di iscrizione preliminare.
Un esperto di Sony sarà sempre a disposizione per illustrare nel dettaglio i prodotti.
Il giorno dell'evento e presso il rivenditore che ospiterà l'Open Day, sarà possibile acquistare una fotocamera della Serie RX (RX100, RX100II, RX100III, RX10) con uno sconto del 15%, oppure una fotocamera della sere α7 (α7, α7II, α7R, α7S) con uno sconto del 10%.
Inoltre, per chi acquisterà una delle ottiche ad attacco E in promozione dal 1° novembre al 31 dicembre 2015, sarà attivato uno sconto fino a 75€. Le informazioni e i dettagli delle ottiche in promozione sono riportati sui leaflet in distribuzione presso i Photo Specialist.

www.CorrieredelWeb.it

lunedì 26 ottobre 2015

Modica, Scicli (RG) - Med Photo Fest 2015, entra nel vivo la kermesse dedicata alla fotografia d'autore

Z. Ben Romdhane, Biri Workers
Il Med Photo Fest 2015, la kermesse internazionale dedicata alla fotografia d'arte in programma a dall'Etna al Val di Noto fino al 29 novembre, entra nel vivo con una serie di importanti appuntamenti a Scicli e a Modica. 

Dopo l'intensa settimana inaugurale nella città della Contea con la presenza  del maestro Mario Cresci, il premio FujiFilm di lettura portfolio, la presentazione di mostre e libri fotografici, il Med Photo Fest 2015 farà tappa anche a Scicli. Venerdì 30 ottobre alle ore 18.00 nella raffinata cornice di Palazzo Busacca in Via Nazionale si inaugureranno le mostre fotografiche "Biri Workers" del tunisino Zied Ben Romdhane e "Mnemosyne" di Aurora Rosselli, allestite con il contributo di Skené management.

"Biri Workers" racconta i volti e gli sguardi di uomini e donne che lavorano nella manifattura del tabacco in India: la mostra è una splendida galleria di ritratti di grande efficacia compositiva e spessore sociale. 

Un'atmosfera intimista domina, invece, gli scatti della Rosselli, fotografa di origine siciliana ma statunitense d'adozione, che nella personale "Mnemosyne" gioca con la fragilità di emozioni e ricordi, per rammentarci la difformità che intercorre tra gli eventi passati e la memoria che ci resta di essi. 

Le mostre, aperte fino al 15 novembre, potranno essere visitate tutti i giorni dalle ore 10.30 alle 12.30 e dalle ore 15.00 alle 20.00.


A. Rosselli, The rosary
Da venerdì 30 ottobre a domenica 1° novembre Pino Ninfa e Renato Iurato terranno un workshop dal titolo "Il palcoscenico della vita, nel quotidiano e nel sociale". 

Il workshop, che si snoderà per le vie dei centri storici di Scicli e Modica, affronta il tema del reportage sociale nell'ambito del quotidiano, proponendo un percorso all'interno di contesti urbani (venerdì ore 15.00-18.00 e 20.00-23.00; sabato ore 10.00-13.00, 14.00-18.00 e 21.00-23.00; domenica ore 10.00-13.00). 

Ninfa è noto nell'ambiente fotografico per i suoi reportage internazionali, le campagne pubblicitarie e di solidarietà e i suoi progetti su musica e fotografia. Iurato è delegato provinciale della Federazione italiana associazioni fotografiche (Fiaf) e presidente del Gruppo fotografico "Luce Iblea" di Scicli. 

Maggiori dettagli sul sito web di "Luce Iblea":
www.luceiblea.com/2015/10/05/il-palcoscenico-della-vita-nel-quotidiano-e-nel-sociale-pino-ninfa

Infine, sabato 31 ottobre alle ore 18.00 nella Sala convegni della Fondazione Grimaldi si presenterà il libro fotografico "Storia di un'amicizia" di Peppino Leone (Postcart edizioni) a cura di Giuseppe Prode e Claudio Corrivetti. Il libro racconta l'amicizia con Gesualdo Bufalino, Vincenzo Consolo e Leonardo Sciascia, attraverso i ricordi e gli scatti del celebre fotografo ragusano. Una narrazione di vite diverse, unite dall'arte, dalla letteratura e da un forte legame personale, illustrata e narrata con episodi, aneddoti e fotografie che hanno segnato una grande stagione della cultura in Sicilia.

Il Med Photo Fest 2015, giunto alla sua settima edizione, è organizzato dall'Associazione culturale Mediterraneum di Catania con il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, dell'Assessorato del Turismo Sport e Spettacolo della Regione Siciliana e di numerose istituzioni pubbliche e private, tra cui il Comune di Modica, il gruppo fotografico Luce Iblea di Scicli, la Fondazione Giovan Pietro Grimaldi di Modica.

Mediterraneum Associazione Culturale
Via San Vito, 13 - Catania
Cell.: 335 8411319 / 392 9426033
mail: info@mediterraneum4.it
sito web: http://www.mediterraneum4.it/

* * * 

Gruppo Luce Iblea
C/o Circolo Fenalc, Piazza Italia 
sito web: http://www.luceiblea.com/

domenica 25 ottobre 2015

Fotografia in bianco e nero e makeup: tutto quello che c’è da sapere.

Se c’è un tipo di fotografia capace sempre di ammaliare e rendere i ritratti di persone estremamente affascinanti questa è sicuramente la fotografia in bianco e nero. In questo articolo vedremo quali sono i segreti per realizzare un makeup perfetto destinato ad un set fotografico in bianco e nero.

Cominciamo con qualche regola generale relativa al make up destinato ad un servizio fotografico. Per limitare al massimo il lavoro di postproduzione del fotografo relativo alla fase di miglioramento delle grana della pelle è sempre buona regola applicare un buonprimer viso. In commercio se ne trovano di svariati, nel caso specifico della realizzazione di foto, il nostro consiglio è di scegliere un prodotto capace allo stesso tempo di ridurre visibilmente la dimensione dei pori e la profondità di piccole rughe e segni di espressione. 

Secondariamente se durante il set si utilizzeranno proiettori e lampade dalla grande intensità, capaci di surriscaldare potrebbe essere necessario utilizzare anche un eyeprimer per far si che il trucco occhi non si sciolga ed un fissatore spray per migliorare a livello generale la tenuta del make up.

Per quanto riguarda il trucco specifico per un set fotografico in bianco e nero ricordate che, essendo privo di colore il trucco in questo caso dovrà badare bene all’intensità ed al quantitativo di prodotto utilizzato. Se durante il test per esempio se verranno utilizzate luci molto forti, intensificate il trucco in particolare in corrispondenza di counturing e labbra. Infine un consiglio specifico per quanto riguarda il trucco occhi. Ricordatevi di non caricare molto il trucco della rima inferiore dell’occhio, lasciatelo il più essenziale possibile, questo per non dare al tutto un aspetto troppo drammatico.


Potete raccogliere esempio di look da utilizzare per le vostre foto in bianco e nero su qualcheblog di makeup ma anche su Pinterest e su Google Images.  

sabato 24 ottobre 2015

Prime Foto, l’archivio fotografico illimitato e gratuito per gli iscritti ad Amazon Prime


 

Gli iscritti a Prime possono caricare un numero illimitato di foto su Amazon Cloud Drive ed essere certi che siano al sicuro e a portata di mano
LUSSEMBURGO — 21 Ottobre 2015 — Amazon ha lanciato oggi Prime Foto, un nuovo ulteriore servizio dedicato agli iscritti a Prime, che offre spazio illimitato di archiviazione per fotografie su Amazon Cloud Drive. La maggior parte delle persone ha i ricordi di una vita, le immagini delle vacanze, le feste e numerosi attimi di vita quotidiana memorizzati su diversi dispositivi, e continuano a creare migliaia di foto ogni anno. Ora gli iscritti a Prime hanno un posto sicuro e di facile accesso per archiviare gratuitamente tutte le proprie immagini. A partire da oggi, gli iscritti a Prime possono archiviare le raccolte di foto che hanno già realizzato, caricare automaticamente foto nuove e accedervi in ​​qualsiasi momento e ovunque, senza costi aggiuntivi. Gli iscritti a Prime possono cominciare oggi a utilizzare il servizio Prime Foto visitando il sito 
www.amazon.it/clouddrive/primefoto.
Il servizio Amazon Prime conta milioni di iscritti sparsi nel mondo (www.amazon.it/prime). Agli iscritti, offre consegne gratuite illimitate in un giorno su oltre un milione di prodotti, e in alternativa consegna in due tre giorni, e l’accesso anticipato in esclusiva alle Offerte Lampo Amazon e agli eventi su Amazon BuyVIP. Gli iscritti a Prime possono anche usufruire di consegne in giornata nell’area milanese, con uno sconto del 50%.
Tutti noi abbiamo scattato nel tempo migliaia di foto dei nostri viaggi, della nostra famiglia e dei nostri amici. Prime Foto darà agli iscritti ad Amazon Prime l’opportunità di salvare tutti quei ricordi speciali, gratuitamente", ha commentato Michael Pasch, Direttore di Amazon Prime UE. “Con l’archiviazione illimitata delle foto stiamo fornendo agli iscritti a Prime in Italia un altro ottimo servizio per render loro la vita ancora più facile.”
Con Prime Foto gli iscritti a Prime di Amazon.it possono:
• caricare foto dai loro dispositivi iOS e Android, tablet Fire e computer Mac e Windows – e archiviarle gratuitamente nel cloud di Amazon;

• aggiungere foto a Cloud Drive nella loro versione originale in massima risoluzione, senza preoccuparsi dello spazio;
• essere sicuri che le proprie foto sono protette all’interno del cloud di Amazon. 
Prime Foto è disponibile per tutti gli iscritti ad Amazon Prime di Amazon.it.
Per ulteriori informazioni sul programma Amazon Prime: 
www.amazon.it/prime
Per ulteriori informazioni sul servizio Prime Foto: 
 www.amazon.it/clouddrive/primefoto

Amazon.comAmazon ha aperto nel luglio 1995 nel World Wide Web. L’azienda è guidata da quattro principi: ossessione per il cliente piuttosto che attenzione verso la concorrenza, passione per l’innovazione, impegno per un’eccellenza operativa e visione a lungo termine. Le recensioni dei clienti, lo shopping 1-Click, le raccomandazioni personalizzate, Prime, Logistica di Amazon, AWS, Kindle Direct Publishing, Kindle, i tablet Fire, Fire TV, Amazon Echo e Alexa sono alcuni dei prodotti e dei servizi introdotti da Amazon.

Nikon: il Natale di chi ama la vita all'aria aperta

Per chi non si lascia scoraggiare dall'inverno e ama la vita all'aria aperta, Nikon ha in serbo 4 macchine fotografiche dalle elevate prestazioni:
  • la Nikon Coolpix AW130 è compatta e indistruttibile, perfetta per uno stile di vita attivo. Può essere portata sott'acqua e sulla neve, è antipolvere e resistente agli urti ed è adatta ai social network users grazie al Wi-Fi integrato. Prezzo suggerito al pubblico: 330,00 Euro
  • la superzoom Nikon Coolpix P610 apre nuovi orizzonti nella fotografia di paesaggi notturni o in quella naturalistica, grazie allo zoom ottico 60x, estendibile fino a Dynamic Fine Zoom 120x. Prezzo suggerito al pubblico: 420,00 Euro
  • la Nikon 1 AW1 è la compatta ad ottiche intercambiabili elegante e, allo stesso tempo, impermeabile, resistente agli urti, al gelo fino a -10°C e alla polvere. Prezzo suggerito al pubblico della Nikon 1 AW1 in kit con 11-27,5 mm + SD 8GB Lexar 400x: 750,00 Euro
  • la D610, reflex FX da 24,3 MP, rappresenta una scelta interessante sia per i fotografi appassionati che per i professionisti che desiderano catturare ogni dettaglio con nitidezza. Prezzo suggerito al pubblico: a partire da 1.700,00 Euro

Riprese video a mano libera con risultati professionali: arrivano i nuovi stabilizzatori motorizzati eGimbal di Rollei.


Milano, 24 ottobre 2015 - Con la nuova serie eGimbal Rollei offre tre stabilizzatori motorizzati che permettono di effettuare perfette riprese video a mano libera.

I tre modelli sono stati progettati specificamente per l'utilizzo con le Actioncam, e sono dotati di silenziosi motori senza spazzole (brushless) che non disturbano le riprese e garantiscono un movimento fluido e senza scosse.

Rollei eGimbal G4 e Rollei eGimbal G4 Plus sono costruiti in robusto alluminio aeronautico e assicurano sempre un perfetto e comodo controllo delle riprese.

La Actioncam è libera di muoversi liberamente sui tre assi in modo fluido: l'ampiezza di inclinazione verticale in particolare raggiunge i 320°. Con Rollei eGimbals si possono perciò eseguire riprese in movimento da qualsiasi posizione, al suolo, sopra la testa o anche selfie.

Grazie al peso di soli 265 grammi Rollei eGimbal G4 e G4 Plus possono essere tenuti in mano comodamente per lungo tempo, anche grazie alla lunghezza dell'impugnatura di 118 mm e al design elegante ed ergonomico.

Regolari aggiornamenti del firmware garantiscono inoltre un costante sviluppo delle prestazioni e delle funzionalità. Il Rollei eGimbal G4 è progettato specificamente per GoPro® Hero[3, 3+ o 4] (senza custodia subacquea) ed è disponibile a 399.99 euro (prezzo al pubblico raccomandato).

Rollei eGimbal G4 Plus è adatto a tutti i tipi di Actioncams con altezza da 33 a 51 mm e il display LCD BacPac (senza custodia subacquea) ed è anch'esso disponibile a 399.99 euro (prezzo al pubblico raccomandato).Rollei eGimbal G5 è stato progettato appositamente per le GoPro® Hero [3, 3+ o 4] (senza custodia subacquea).

Tramite la connessione USB alla videocamera fornisce l'immagine delle riprese dal vivo su un monitor LCD da 3,5 pollici. Dal design leggero e compatto Rollei eGimbal G5 consente il movimento su due assi con un silenzioso motore brushless e utilizza un sofisticato giroscopio.

E' dotato di una potente batteria a polimeri di litio, che si ricarica in soli 30 minuti, attraverso l'impugnatura e ha una durata fino a due ore. Inoltre è installato un chip MCU 32 bit ad alte prestazioni con uno specifico algoritmo di stabilizzazione che controlla il movimento sino a 20.000 volte al secondo.

Lo stabilizzatore eGimbal G5 ha un'inclinazione verticale di 180° che si regola in modo continuo e dispone di un'impugnatura ruotabile di 360°. Rollei eGimbal G5 è disponibile a 399.99 euro (prezzo al pubblico raccomandato).


About Rollei
Fondato nel 1920 in Germania, il produttore di macchine fotografiche Rollei divenne famoso negli anni trenta grazie alla fotocamera reflex biottica Rolleiflex. La popolare, e largamente imitata, fotocamera era nota per l'eccezionale qualità costruttiva ed ebbe un grande impatto sulla fotografia. Per oltre 90 anni Rollei ha reso il mondo della fotografia accessibile a chiunque, aiutando milioni di persone a registrare i propri ricordi. Dal 2009 Rollei vende tecnologie consumer in oltre 20 paesi Europei. Il portafoglio prodotti attuale include tripodi professionali, fotocamere digitali, videocamere, accessori per smartphone e altri prodotti legati a foto e video. I prodotti Rollei sono disponbibili sul sito www.rollei.com e su Amazon.com. Il partner per il canale in Italia è il distributore Mafer (http://www.maferfoto.it/  ) Per ulteriori informazioni visitare www.rollei.com  .

venerdì 23 ottobre 2015

Tante novità per Epson a Photoshow 2015


A Photoshow 2015
Con Epson la fotografia come non l'avete mai vista

Epson è presente all'edizione 2015 di PhotoShow con un'innovativa proposta in linea con il nuovo mood della manifestazione. Dalla galleria Digigraphie, la collezione d'autore con la certificazione Epson, alle preziose tele di Caravaggio in Cucina di Renato Marcialis, sino ai collage fotografici creati in esclusiva dal giovane illustratore Gio Pastori.

Milano, 23 ottobre 2015 - Epson partecipa a Photoshow Milano 2015 (23-25 ottobre 2015, Superstudio Più, via Tortona 27, Milano - stand E28-D27) con un'esposizione dedicata alla fotografia in tutte le sue forme: dalla fotografia d'arte con la collezione Digigraphie by Epson ai collage fotografici creati dal giovane illustratore Gio Pastori per le originali magliette d'autore, sino alle preziose tele di Caravaggio in Cucina di Renato Marcialis autore del Calendario Epson 2015.
Photoshow, la più importante rassegna in Italia dedicata al mondo del Foto & Digital Imaging, è da anni il punto di riferimento di appassionati e professionisti della fotografia e quest'anno presenta una nuova formula ricca di mostre, eventi e workshop in una location moderna come SuperStudio Più, da sempre sinonimo di design e creatività.

La fotografia secondo Epson: quando l'immagine diventa stampa.
Epson è da sempre sinonimo di stampa fotografica di alta qualità, per questo viene scelta dai più grandi fotografi internazionali. La sfida raccolta quest'anno dall'azienda a Photoshow però va oltre questa che è ormai una realtà consolidata: ogni area tematica, infatti, racconta un modo diverso di rappresentare la fotografia, utilizzando vari tipi di supporto, nuove applicazioni, inusuali idee creative.

Epson Digigraphie: la galleria Epson nello stand e il workshop con Edo Bertona e le stampe su carta di gelso Epson Japanese Kozo Paper.
Digigraphie è il marchio creato da Epson per la validazione delle stampe digitali artistiche realizzate con tecnologia e stampanti Epson, che offre gli standard più elevati nella produzione digitale di stampe fine art certificate garantendo qualità e durata eccezionali. Sono molti i fotografi certificati Digigraphie e fra essi alcuni dei nomi più noti a livello internazionale: da Franco Fontana a Stefano Unterthiner, da Maurizio Galimberti a Guido Harari e ognuno di essi ha fatto omaggio di una sua opera a Epson che ha creato così una collezione Digigraphie. Alcune di queste opere possono essere ammirate presso lo stand Epson di PhotoShow.
Sabato 24 e domenica 25 ottobre
Edo Bertona, fotografo Digigraphie che ha sviluppato un'originale tecnica utilizzando la carta di gelso per ink jet Epson Japanese Kozo Paper, terrà un workshop presso lo spazio NHOW, dal titolo: Epson Japanese Kozo Experience: una nuova interpretazione nella stampa fine art. Durante gli incontri, Bertona illustrerà ai partecipanti la sua particolare tecnica che permette di ottenere risultati di straordinario effetto.

Con il progetto "Design for Living", le magliette d'autore.
Epson dà spazio anche a giovani artisti e a tecniche che in prima battuta sembrano avere poco a che fare con la stampa. E' il caso del progetto Design for Living che vede protagoniste le opere di Gio Pastori: il giovane illustratore ha creato per l'occasione quattro collage fotografici che interpretano in maniera originale i quattro temi di PhotoShow, per personalizzare altrettante magliette. I collage, infatti, sono stati acquisiti e stampati su altrettante t-shirt con Epson SureColor SC-F2000, la stampante nata per produrre immagini a colori direttamente sulle magliette.

Calendario Epson 2015 "Luci e Ombre" di Renato Marcialis.
Dal Calendario Epson 2015 "Luci e Ombre" realizzato con le foto del progetto "Caravaggio in Cucina" di Renato Marcialis sono state scelte e stampate su canvas alcune delle immagini più suggestive. "Caravaggio in cucina" è un progetto estremamente evocativo in cui l'autore, tramite una particolare tecnica, illumina con luce a LED i soggetti in fase di scatto sino a farli diventare, nella fase finale, immagini del tutto simili ai quadri del famoso pittore lombardo.

Oltre la fotografia.
Nello stand Epson è possibile ammirare anche oggetti e arredi stampati su supporti speciali o con tecniche particolari, che dimostrano le molteplici possibilità di applicazione della stampa fotografica digitale: dal Cromaluxe - supporto metallico che "regala" inusuali riflessi alle immagini - alla sublimazione, sino alle pareti protagoniste delI'Interior Decoration.


Gruppo Epson
Epson è leader mondiale nell'innovazione con soluzioni che superano le aspettative dei clienti in mercati diversi quali ufficio, casa, retail e industria. La gamma dei prodotti Epson comprende stampanti inkjet, meccanismi di stampa, videoproiettori 3LCD così come robot industriali, visori e sensori, e si basa su tecnologie proprietarie che garantiscono compattezza, riduzione dei consumi energetici e affidabilità elevata.

Con capogruppo Seiko Epson Corporation che ha sede in Giappone, il Gruppo Epson conta oltre 72.000 dipendenti in 94 società nel mondo ed è orgoglioso di contribuire alla salvaguardia dell'ambiente naturale globale e di sostenere le comunità locali nelle quali opera.

--
www.CorrieredelWeb.it

martedì 20 ottobre 2015

Le magliette d'autore di Epson a Photoshow 2015


Con il progetto "Design for Living",
Epson porta le magliette d'autore a Photoshow 2015

 

I quattro temi della manifestazione interpretati da Gio Pastori, giovane illustratore milanese, e stampati su t-shirt grazie alla tecnologia Epson, nell'ambito di un progetto europeo che mostra le potenzialità delle soluzioni di stampa Epson.

 

Milano, 20 ottobre 2015 - Quattro collage fotografici diventano, per Photoshow 2015, altrettante magliette d'autore. Protagonista il giovane illustratore milanese Gio Pastori che per l'Italia interpreta il progetto europeo "Design for Living" in modo originale e alternativo. "Design for living" è un progetto con il quale Epson vuole mostrare come con la propria tecnologia sia possibile creare complementi di arredo, capi di abbigliamento e oggetti caratterizzati da immagini e disegni di alta qualità in modo sempre più personalizzato: dalle t-shirt ai cuscini, dalle cover per smartphone e tablet alla wallpaper.


Gio Pastori, già noto per i suoi coloratissimi collage, si è cimentato per la prima volta in collage fotografici, creando per Epson, in occasione di PhotoShow 2015, immagini ispirate ai quattro temi della manifestazione: Fashion, Food, Design, Art & Landscape. Le immagini, una volta acquisite, sono state stampate su T-shirt con Epson SureColor SC-F2000, la inkjet nata per produrre immagini a colori direttamente su capi di cotone. Questa prima fase del progetto proseguirà con la personalizzazione di altri che andranno a costituire una collezione di pezzi unici d'autore con i disegni del giovane illustratore milanese.

 

Gio Pastori: il collage come stile e forma di espressione.

Milanese, classe 1989, vive e lavora nella sua città natale, dove collabora con la micro editoria e disegna  per testate nazionali e internazionali, per internet e per la moda.

Padre attore e mamma maestra, secondo di quattro fratelli maschi, il disegno è da sempre la sua forma di espressione preferita. Dopo il liceo artistico, studia Design al Politecnico di Milano per poi specializzarsi nel 2012 in Illustrazione Editoriale all'Istituto Bauer.

Sperimenta le illustrazioni vettoriali iniziando a pubblicare i suoi primi lavori sul mensile Vita, ma presto passa alla matericità del collage, tecnica che gli permette di lavorare trasversalmente in ambiti differenti, trovando così il suo stile personale. Colleziona da anni pezzi di carta che pensa gli saranno utili prima o poi per qualche lavoro.

Tra i suoi clienti Vita, Amica, Men's Health USA e Germania, Architectural Digest India.

 

Gio Pastori per Design For Living in PhotoShow 2015

In occasione del progetto "Design for Living" Giò Pastori ha sperimentato per la prima volta il collage di fotografie. Partendo da immagini che per esperienza personale, capacità evocativa e qualità cromatica gli offrissero il migliore spunto creativo, l'illustratore ha creato una immagine per ognuno dei temi guida di PhotoShow 2015. Dal Fashion che ha come protagonista il volto magnetico di una ragazza - musa ispiratrice, al Food visto attraverso le scintillanti serate dei giovani, per arrivare al Design e all'Art & Landscape dove nel primo prevale la visione dell'illustratore nella serialità tipica del design industriale, e nel secondo la prospettiva tutta personale dello "sguardo" d'artista.

I collage e le t-shirt d'autore saranno esposti presso lo stand Epson dove Gio Pastori sarà presente il 23 ottobre dalle 10.00 alle 14.00.

 

 

Gruppo Epson

Epson è leader mondiale nell'innovazione con soluzioni che superano le aspettative dei clienti in mercati diversi quali ufficio, casa, retail e industria. La gamma dei prodotti Epson comprende stampanti inkjet, meccanismi di stampa, videoproiettori 3LCD così come robot industriali, visori e sensori, e si basa su tecnologie proprietarie che garantiscono compattezza, riduzione dei consumi energetici e affidabilità elevata.

 

Con capogruppo Seiko Epson Corporation che ha sede in Giappone, il Gruppo Epson conta oltre 72.000 dipendenti in 94 società nel mondo ed è orgoglioso di contribuire alla salvaguardia dell'ambiente naturale globale e di sostenere le comunità locali nelle quali opera.

 

 

Epson Europe

Epson Europe B.V., con sede ad Amsterdam, è il quartier generale regionale del Gruppo per Europa, Medio Oriente, Russia e Africa. Con una forza lavoro di 1.700 dipendenti, le vendite di Epson Europa, per l'anno fiscale 2013, hanno raggiunto i 1.517 milioni di euro.

Epson Italia
Epson Italia, sales company nazionale, per l'anno fiscale 2013 ha registrato un fatturato di oltre 200 milioni di Euro e impiega circa 150 persone.

Photolux Festival. Torna la Biennale internazionale di fotografia con grandi nomi del fotogiornalismo mondiale | Lucca, 21 novembre - 13 dicembre 2015



SACRO E PROFANO, ECCO IL TEMA DI PHOTOLUX FESTIVAL 2015
26 mostre, incontri, workshop, contest e grandi nomi del fotogiornalismo mondiale
Lucca, 21 novembre – 13 dicembre 2015

IL TEMA: SACRO E PROFANO
"Sacro e Profano" sarà il tema che segnerà l'edizione 2015 di Photolux Festival, la Biennale internazionale di fotografia, che si terrà a Lucca dal 21 novembre al 13 dicembre, sotto la supervisione, anche per questa edizione, di Enrico Stefanelli.

Declinare il tema "Sacro e Profano" attraverso la fotografia permette, da un lato, di compiere un viaggio intorno al mondo, che è anche un viaggio interiore, alla scoperta dei luoghi dello spirito e degli uomini che li animano sperimentando una tensione verso il divino di volta in volta diversa e sempre affascinante.

Dall'altro, di rileggere l'iconografia sacra in chiave dissacrante o provocatoria, di avventurarsi in territori ritenuti generalmente non rappresentabili, confrontandosi con le pulsioni e i sentimenti più terreni dell'animo umano e le sue aberrazioni. Il mezzo fotografico, dunque, come linguaggio privilegiato per svelare questa dualità e indagarne le diverse declinazioni e interpretazioni possibili.

LE MOSTRE
Ventisei mostre in tutto, tra quelle dedicate al tema di quest'anno di Photolux Festival, "Sacro e Profano", con ben 18 esposizioni, il consueto appuntamento con il World Press Photo, ospitato a Lucca per l'undicesimo anno consecutivo, i tre contest, Roberto Del Carlo Photolux Award, Young Curators, Fuoco Sacro, e le mostre dei vincitori del Leica Oskar Barnack Award 2015, del vincitore del 2015 Documentary Photography Grant della Manuel Rivera-Ortiz Foundation e la mostra "Burma" di Carolina Sandretto.

Il tema Sacro e Profano è sviluppato attraverso il lavoro di importanti autori della fotografia contemporanea e del fotogiornalismo internazionali. Uno su tutti, Joel-Peter Witkin: il grande maestro americano (Brooklyn, USA, 1939) sarà l'ospite d'onore di Photolux 2015, con una retrospettiva che approfondisce il rapporto tra sacro e profano, visti attraverso il suo sguardo unico e provocatorio. "La Creazione", invece, è il titolo della mostra di Ernst Haas (Vienna, 1921), uno dei pionIeri della fotografia a colori. Bettina Rheims (Neuilly-sur-Seine, 1952), invece, con il suo "INRI" proporrà le storie sacre del nostro tempo, combinando la storia e la leggenda. Tornerà a Lucca, dopo la grande retrospettiva del 2011, Kenro Izu, con "Sacredness".

I rituali voodoo ad Haiti sono il campo di ricerca e di espressione artistica di Cristina Garcia Rodero (Puertollano, Spagna, 1949), membro dell'agenzia Magnum dal 2005, che con "Rituales en Haiti" è stata invitata anche alla Biennale di Venezia. Il fotografo toscano Aurelio Amendola (Pistoia, 1938) sarà presente con la sua mostra dedicata alla basilica di San Pietro, mentre il fotogiornalista Ivo Saglietti proporrà "Sotto la tenda di Abramo", raccontando di un possibile e necessario dialogo tra le religioni e gli uomini. Il Congo è il campo di azione di Patrick Willocq (Strasburgo, 1969): "I am a Walé Respect me" è il titolo della mostra che indaga un rito d'iniziazione diffuso tra i pigmei Ekonda del Congo. Charles Fréger  (Bourge, 1975), con "Wilder Mann", esplora riti e tradizioni europee in cui l'abito diventa maschera, travestimento e incarnazione del mito, mentre il giovane fotografo Jordi Pizarro (Barcellona, 1985) ha attraversato le comunità religiose di dieci differenti paesi, in quattro continenti, focalizzando l'attenzione anche sui gruppi di fede minoritaria. Ne è uscita la mostra: "The Believers". Il fiorentino trentaseienne Michele Borzoni ha indirizzato l'obiettivo della sua macchina fotografica sulle comunità cristiane del Medio Oriente, cogliendo le differenze e le profondità di ognuno. Tornano i rituali, invece, grazie al viaggio intorno al mondo intrapreso da James Estrin, senior photographer del New York Times, con il suo "Rituals".

L'islam quotidiano è quello che emerge dagli scatti di France Keyser (Francia, 1970), che nel 2008 ha realizzato un reportage per raccontare la vita di tutti i giorni dei musulmani di Francia, e di Nicolò Degiorgis (Bolzano, 1985) che, con "Hidden Islam", documenta i luoghi di preghiera della popolazione musulmana del Nord Est d'Italia. Dai garage ai negozi, passando per magazzini e vecchie fabbriche. "Resilients" è la mostra di Joana Choumali (Costa d'Avorio, 1974), tutta incentrata sugli abiti tradizionali della donna africana. Mentre con Anna Maria Germontani il pubblico verrà introdotto nella comunità ebraica di Milano, attraverso il racconto fotografico di alcuni momenti significativi.

L'estremo oriente, infine, viene messo in mostra grazie alla sensibilità di due fotografi italiani. Enrico Rondoni, giornalista e vide direttore del Tg5, con il suo "Nel regno della luce" racconterà la rappresentazione della lotta tra il bene e il male, con simbologie sacre e profane, che si svolge ogni plenilunio d'agosto nel Monastero buddista di Phy-Yang in Tibet; Toni Meneguzzo, con "Divine Bovine", fotografa la tradizione Hindu di vestire e adornare le vacche sacre.

EVENTI COLLATERALI
Insieme al ricco programma di mostre, fitto sarà anche il calendario degli eventi collaterali. I Leica Talk vedranno importanti relatori internazionali: tra gli altri, Karin Kaufmann (Art Director Leica Galleries International), Inas Fayed (Direttrice Leica Fotografie International) e Andrea Pacella (Marketing Manager, Leica Camera Italia) discuteranno del ruolo che Leica svolge nel mondo della fotografia anche grazie alle sue attività espositive, editoriali e didattiche; Lars Boering (direttore World Press Photo) con Alessia Glaviano (senior photo editor di Vogue Italia) e David Campbel (Inghilterra) discuteranno delle problematiche legate alla manipolazione dell'immagine e all'etica e al futuro del fotogiornalismo; i vincitori italiani del World Press Photo 2015 che presenteranno i propri lavori e discuteranno del ruolo del fotogiornalismo oggi; Lorella Zanardo che con Paolo Iabichino e Isabella de Maddalena parlerà dell'immagine e della rappresentazione della donna nei media; Oliviero Toscani che presenterà il suo ultimo libro Più di cinquant'anni di magnifici insuccessi.

Il calendario dei workshop e il programma delle letture portfolio vedono la partecipazione di esperti internazionali, photo editor, fotografi, curatori, docenti di altissimo livello. Si rinnova anche quest'anno l'esperienza di Expolux, lo spazio espositivo dedicato agli editori, gli stampatori, i professionisti del settore e le scuole di fotografia, che animerà la sede del Real Collegio nel fine settimana del 28 e 29 novembre. La Photolux Night, il 28 novembre, vedrà la premiazione di tutti i vincitori dei contest e la consegna del premio alla carriera all'ospite d'onore di questa edizione, il grande fotografo americano Joel-Peter Witkin.

Sabato 28 novembre, inoltre, si riunirà a Lucca la giuria (aperta al pubblico) del contest Sunday Photographers, organizzato in collaborazione con La Stampa: Mario Calabresi (direttore de La Stampa), Paolo Pellegrin (fotografo membro dell'agenzia Magnum), Lorenza Bravetta (direttore di Camera, Torino), Irene Opezzo e Giulia Ticozzi. (photo editor de La Stampa) prenderanno visione dei portfolio pervenuti e sceglieranno il vincitore.
Infine, spazio alla musica: la sera del 7 dicembre, una serata di fotografia e musica con il fotografo Pino Ninfa e il trombettista Paolo Fresu, organizzata in collaborazione con il Teatro del Giglio di Lucca.

Ulteriori informazioni e programma completo su  www.photoluxfestival.it
Aggiornamenti e notizie anche sulla pagina Facebook "Photolux Festival".


--
www.CorrieredelWeb.it

lunedì 19 ottobre 2015

Med Photo Fest 2015, Mario Cresci “padrino” d'eccezione della manifestazione

Sarà Mario Cresci, uno dei grandi maestri della fotografia italiana, a inaugurare venerdì 23 ottobre la settima edizione del Med Photo Fest, la kermesse internazionale sulla fotografia d'arte, in programma fino al 29 novembre a Catania, Siracusa, Noto, Modica e Scicli.

La manifestazione, organizzata con il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo e dell'Assessorato del Turismo Sport e Spettacolo della Regione Siciliana, si aprirà con una serata in onore dell'illustre fotografo ligure e proseguirà con alcuni suoi importanti contributi. Venerdì 23 ottobre alle ore 18.00 la raffinata cornice di Palazzo Grimaldi, nella barocca Modica, accoglierà il maestro Cresci per l'atteso incontro con il pubblico e per la consegna del premio Mediterraneum 2015 per la Fotografia. Nato a Chiavari (Genova) settantatré anni fa, Cresci ha portato avanti un'originale ricerca fotografica basata su approcci multidisciplinare e sull'interazione di diversi linguaggi espressivi, rinnovando la teoria e la pratica dell'immagine.

Con questo importante riconoscimento, Cresci aggiungerà il proprio nome nell'albo d'oro della manifestazione insieme ai premiati delle precedenti edizioni: Ferdinando Scianna (2009), Gianni Berengo Gardin (2010), Franco Fontana (2011), Giuseppe Leone (2012), Nino Migliori (2013) e Piergiorgio Branzi (2014). Alla cerimonia di consegna seguirà il taglio del nastro della personale di Cresci, intitolata "Quel paesaggio d'antico sconquasso". La mostra sarà ospitata fino all'8 novembre nella sede della Fondazione Grimaldi; dal 17 al 29 novembre nelle Cucine del Monastero dei Benedettini a Catania.

Mario Cresci continuerà a dare lustro al festival incontrando gli studenti del liceo artistico "Galilei-Campailla" di Modica (24 ottobre, ore 10.30, Auditorium Pietro Floridia) e dell'università di Catania (17 novembre, ore 16.30, Coro di Notte del Monastero dei Benedettini), ma anche con la presentazione del suo libro "Future Image"(24 ottobre, ore 18.00, Fondazione Grimaldi, Modica).

Il Med Photo Fest 2015 offrirà un ricco cartellone di eventi: mostre personali e collettive di fotografi italiani e stranieri, da Pino Ninfa a Ulderico Tramacere, da Lillo Rizzo (Francia) a Ramon Giner (Spagna), da Zied Ben Romdhane (Tunisia) a Yasmine Laraqui (Marocco), da Aurora Rosselli (Stati Uniti) a Volker Figueredo Véliz (Cuba) e Satoki Nagata (Giappone); ma anche incontri, dibattiti e seminari con maestri della comunicazione visiva e fotografica, presentazioni di libri fotografici e riviste del settore; letture dei portfolio di autori emergenti, che avranno come scenario palazzi, centri storici, gallerie e luoghi d'arte delle città barocche del Val di Noto Patrimonio dell'UNESCO e della splendida Ortigia a Siracusa.

venerdì 16 ottobre 2015

Sony rilascia un aggiornamento del firmware per α7R II: dal 19 ottobre sarà disponibile anche il formato RAW non compresso a 14 bit


Il 19 ottobre 2015, Sony rilascerà un aggiornamento del firmware per la fotocamera full-frame con obiettivo intercambiabile α7R II, offrendo la possibilità di acquisire immagini anche in formato RAW non compresso a 14 bit.

Il nuovo firmware (versione 2.0) sarà scaricabile dalla sezione del sito di Sony dedicata all'assistenza, cliccando su http://www.esupport.sony.com, e visitando la pagina dedicata al modello "ILCE-7RM2".
Oltre all'acquisizione di immagini in formato RAW non compresso – che nelle fotocamere aggiornate diventerà un'opzione disponibile all'interno del menu (RAW compresso/non compresso) – il firmware consentirà di trasferire video tramite HDMI utilizzando il software Remote Camera Control, che permette di operare a distanza da un computer collegato.
α7R II è compatibile con tutte le ottiche Sony ad attacco α, una gamma sempre più ricca composta da ben 64 modelli diversi, di cui 13 obiettivi FE full-frame nativi. Per il 2016, Sony è pronta ad ampliare ulteriormente la gamma di obiettivi FE nativi, puntando a raggiungere oltre 20 referenze diverse.

Sony presenta la nuova fotocamera compatta RX1R II con sensore di immagine full-frame retroilluminato da 42,4 MP







L'ultimo modello compatto premium di Sony vanta sensore full-frame retroilluminato, obiettivo ZEISS® Sonnar T* F2 da 35 mm, AF ad alta velocità, mirino XGA OLED a scomparsa e il primo filtro passa-basso ottico variabile al mondo[i] con bracketing
Sony presenta oggi l'ultima arrivata della gamma di fotocamere compatte Cyber-shot RX: la full frame RX1R II (modello DSC-RX1RM2).
La nuova RX1R II, che va ad aggiungersi alle RX1 e RX1R nella famiglia dei modelli full-frame più piccoli al mondo, offre la massima qualità d'immagine mai raggiunta da una fotocamera compatta di Sony.
Questo soprattutto grazie al connubio tra il nuovo sensore ad alta risoluzione da 42,4 MP e l'obiettivo ad ampia apertura F2 da 35 mm ZEISS Sonnar T* a lunghezza focale fissa, perfezionati per lavorare insieme con prestazioni eccezionali.
Inoltre, il nuovo modello può contare su AF con risposta del 30% più rapida rispetto ai primi modelli RX1 ed è dotato del primo filtro passa-basso ottico variabile al mondo, con impostazioni "off", "standard" o "high" in base alle preferenze dell'utente con bracketing del filtro passa-basso disponibile. Completa il modello il comodo mirino XGA OLED a scomparsa per scatti ad altezza occhi, implementato modificando in misura minima le dimensioni complessive del corpo macchina rispetto ai prodotti precedenti.
Qualità d'immagine senza pari nel palmo di una mano
La nuova fotocamera RX1R II utilizza un sensore CMOS Exmor R® full-frame retroilluminato da 35 mm con circa 42,4 megapixel effettivi, abbinato a un potente processore BIONZ X per raggiungere livelli di risoluzione e sensibilità superiori (ISO 100-25600, espandibili a 50–102400[ii]) con un'ampia gamma dinamica. La struttura del sensore retroilluminato, con circuiti estesi e cablaggi in rame, consente una maggiore velocità di trasmissione, con elaborazione dei dati 3,5 volte più veloce rispetto al modello RX1R, per il massimo della reattività.
Ottimizzato in modo specifico per il sensore d'immagine, l'obiettivo F2 da 35 mm ZEISS Sonnar T* ad ampia apertura assicura che le immagini recepite dalla fotocamera siano straordinariamente nitide, dal centro fino agli angoli. L'obiettivo inoltre è dotato di un anello adattatore macro per la messa a fuoco di soggetti vicini, anche a 14 cm dall'ottica, oltre a nove lamelle di apertura, per ottenere effetti di sfocatura dello sfondo morbidi e regolari con la maggior parte delle impostazioni di apertura.
Un altro vantaggio unico della nuova fotocamera è il design con obiettivo fisso, che consente un posizionamento impeccabile del sensore e dell'ottica per sfruttare appieno l'elevatissima risoluzione. Più i due componenti sono vicini, infatti, maggiore è l'angolo attraverso cui può passare la luce che attraversa l'obiettivo e raggiunge direttamente il sensore, dando vita a immagini ricche di dettagli ultra-definiti. Inoltre, a differenza delle comuni fotocamere con obiettivo intercambiabile e otturatore sul piano focale, la RX1R II utilizza un otturatore a diaframma, che permette una rapidità di sincronizzazione straordinaria di 1/2000 sec e una riduzione significativa delle dimensioni complessive del corpo macchina.
La nuova RX1R II è in grado di acquisire immagini anche in formato RAW non compresso a 14 bit, per massimizzare i vantaggi dell'ampia gamma dinamica del sensore d'immagine, ma supporta al contempo i formati compressi esistenti.
AF ad alta velocità per non perdere l'attimo decisivo
Il modello RX1R II è il primo nell'apprezzata linea di fotocamere compatte RX di Sony a impiegare il sistema Fast Hybrid AF. Il nuovo sensore d'immagine può contare su 399 punti di messa a fuoco automatica a rilevamento di fase sul piano focale, pari a circa il 45% dell'area dell'immagine – la più ampia copertura AF al mondo su un sensore full-framei – che funzionano di concerto con i 25 punti di messa a fuoco automatica a rilevamento di contrasto, per ottenere una risposta il 30% circa più veloce del modello originale. Inoltre, la fotocamera ha un avanzato algoritmo di rilevazione dei movimenti, che consente un tracking più accurato dei soggetti in azione e permette l'aggiunta della modalità AF-C, per seguire con precisione il soggetto dopo la messa a fuoco. La macchina arriva a raggiungere fino a 5 fps per gli scatti continui con tracking AF.
Tra le altre migliorie di messa a fuoco del modello figurano l'impostazione di aree di AF multiple, con modalità Ampia/Centrale/Spot flessibile, oltre a Eye AF e Lock-on AF.
Il primo filtro passa-basso ottico variabile al mondo
RX1R II è dotata di un filtro passa-basso ottico variabile, novità assoluta su una fotocamera digitale, che permette al fotografo di regolare manualmente l'equilibrio tra risoluzione dell'immagine, effetti moiré o distorsioni cromatiche, in base al soggetto.
Le tre possibili impostazioni per il filtro passa-basso[iii] includono "off", per effetti simili a quelli ottenibili senza filtro passa-basso e adatti quando si preferisce dare priorità alla risoluzione, "standard", che bilancia risoluzione e rimozione di moiré e distorsioni cromatiche, e "high", per dare priorità alla riduzione di effetti moiré e distorsioni. Queste caratteristiche uniche consentono ai fotografi di ottenere la qualità di immagine e la risoluzione che desiderano, in presenza di oggetti con frequenza spaziale elevata che inducono effetti moiré, agendo in modo paragonabile alla combinazione di due fotocamere in un solo dispositivo, una con filtro passa-basso e l'altra senza. È inoltre disponibile il bracketing del filtro passa-basso, utilizzabile per mettere a confronto gli effetti di impostazioni diverse.
Nuovo mirino XGA OLED a scomparsa, schermo orientabile, video HD e molto altro
Il modello RX1R II è il primo della serie RX1 dotato di mirino XGA OLED a scomparsa[iv], che si attiva e si nasconde con una semplice pressione. Il mirino è caratterizzato da rivestimento ZEISS T* e quattro elementi in vetro, tra cui due lenti asferiche, che lavorano insieme per garantire un ingrandimento fino a 0,74x[v] e una visibilità ottimale da un angolo all'altro, con distorsione minima. La nuova fotocamera, inoltre, ha un display WhiteMagic™ LCD da 3" con 1,2 milioni di punti, inclinabile verso l'alto di 109 gradi e verso il basso di 41 gradi, per ampliare le possibilità in termini di angolazioni e posizioni di scatto.
Per quanto riguarda la registrazione di filmati, il sensore e il processore avanzati della fotocamera consentono di realizzare video straordinariamente dettagliati con rumore ridotto. La RX1 II supporta la registrazione di video full HD 1920x1080 con frame rate di 60p, 30p o 24p, usando il versatile formato video XAVC S.[vi]
La nuova fotocamera è compatibile con le tecnologie Wi-Fi® e NFC e con l'applicazione PlayMemories Mobile™ di Sony, disponibile per le piattaforme Android™ e iOS, oltre che con la gamma sempre più ricca PlayMemories Camera Apps™ di Sony.
A breve, tra le PlayMemories Camera Apps sarà disponibile una nuova versione di "Smart Remote Control"[vii], un'app di successo che consente di scattare da remoto dal proprio smartphone, ora dotata delle nuove funzionalità di posa prolungata e scatto continuo per sfruttare al meglio le potenzialità del modello. Per ulteriori informazioni, consultare il sito www.sony.net/pmca.
Prezzi e disponibilità
La nuova fotocamera compatta full-frame RX1R II di Sony sarà disponibile da dicembre 2015 a un prezzo di circa € 3.500.
                                                                                  ***
Ulteriori video e contenuti sulla nuova RX1R II saranno postati direttamente sui siti globali di Sony accessibili qui e qui.
Specifiche tecniche
RX1R II
Sensore d'immagine Tipo di sensore Sensore CMOS Exmor R full-frame da 35 mm (35,9×24,0 mm)
Numero di pixel effettivi 42,4 megapixel ca.
Obiettivo Tipo di obiettivo ZEISS Sonnar T*, 8 elementi in 7 gruppi (3 elementi asferici incluso elemento AA)
Lunghezza focale (equivalente a 35 mm) 35 mm
Numero F (apertura massima) F2.0
Diaframma a iride 9 lamelle
Formato di registrazione Immagini fisse JPEG (compatibile con DCF Ver. 2.0, Exif Ver. 2.3, MPF Baseline), RAW (formato Sony ARW 2.3)
Filmati XAVC S, compatibilità con formato AVCHD Ver. 2.0, MP4
Modalità registrazione filmati XAVC S HD 1920×1080 (60p (50p)/50 Mbps, 30p (25p)/50 Mbps, 24p/50 Mbps), 1280×720 (120p (100p)/50 Mbps)
AVCHD 1920×1080 (60p (50p)/28 Mbps/PS, 60i (50i)/24 Mbps/FX, 60i (50i)/17 Mbps/FH, 24p/24Mbps/FX, 24p/17 Mbps/FH)
MP4 1920×1080 (60p (50p)/28 Mbps, 30p (25p)/16 Mbps), 1280×720 (30p (25p)/6 Mbps)
Supporti di registrazione compatibili Memory Stick Duo, Memory Stick PRO Duo, Memory Stick PRO Duo (High Speed), Memory Stick PROHG Duo, Memory Stick Micro, Memory Stick Micro (Mark2), scheda di memoria SD, scheda di memoria SDHC, scheda di memoria SDXC, scheda di memoria microSD, scheda di memoria microSDHC, scheda di memoria microSDXC
Focus Messa a fuoco Fast Hybrid AF (AF a rilevamento di fase / AF a rilevamento di contrasto)
Punti messa a fuoco automatica 399 punti (AF a rilevamento di fase), 25 punti (AF a rilevamento di contrasto)
Modalità di messa a fuoco AF scatto singolo (AF-S), AF continuo (AF-C), DMF (messa a fuoco manuale diretta), messa a fuoco manuale
Area di messa a fuoco Ampia, Centrale, Spot flessibile (S/M/L), Spot flessibile ottimizzato, Lock-on AF (Ampia/Centrale/Spot flessibile (S/M/L)/Spot flessibile ottimizzato)
Controllo esposizione Tipo misurazione Misurazione valutativa a 1200 zone
Sensibilità ISO Fotografie: ISO 100-25600 (a incrementi di 1/3 EV)(espandibile a ISO 50/64/80/32000/40000/51200/64000/80000/102400), AUTO (ISO 100-102400, limite min./max. selezionabile), Multi Frame NR: ISO 100-102400 (a incrementi di 1 EV), AUTO (ISO 100-102400, limite min./max. selezionabile), Filmati: ISO 100-ISO 25600 equivalente (a incrementi di 1/3EV step), AUTO (ISO 100-25600 equivalente, limite min./max. selezionabile)
Velocità otturatore Automatica programma (30"-1/4000* sec.) / Priorità di apertura (30"-1/4000* sec.) / Priorità otturatore (30"-1/4000* sec.) / Esposizione manuale (Posa prolungata, 30"-1/4000* sec.) / iAuto (4"-1/4000* sec.) *Per apertura F5.6 o maggiore. La velocità massima a F2.0 è 1/2000 sec.
Steady Shot Elettronico (filmati)
Scatto continuo Velocità di scatto continuo (massima) (numero massimo di pixel registrati)*
* Potrebbe non essere possibile scattare immagini in modalità scatto continuo a seconda della modalità di scatto.
Modalità scatto continuo priorità velocità di otturazione: ca. 5 fps, modalità scatto continuo: ca. 2,5 fps (AF-S)* * La velocità si riduce dopo alcuni scatti.
Numero di scatti in modalità scatto continuo (numero massimo di scatti continui) JPEG L Extra Fine: 26, JPEG L Fine: 35, JPEG L Standard: 48, RAW: 23, RAW+JPEG: 22, RAW (non compresso): 9, RAW+JPEG (non compresso): 9
Mirino Tipo Mirino elettronico (Tru-Finder XGA OLED)
Numero punti totale 2.359.296 punti
Copertura inquadratura 100%
Ingrandimento Circa 0,74× (con obiettivo da 50 mm all'infinito, -1m'-1)
Schermo Tipo di schermo 7,5 cm (3,0") (4:3) / Xtra Fine / TFT LCD
Numero punti totale 1.228.800 punti
Angolo di inclinazione Circa 109° verso l'alto e circa 41° verso il basso
Audio Microfono integrato Stereo
Altoparlante Mono
Interfaccia Terminale Multi/Micro USB*, Micro HDMI, microfono (mini jack stereo da 3,5 mm), slitta multi-interfaccia *Supporta dispositivi compatibili con Micro USB.
Wi-Fi Sì (IEEE802.11b/g/n (banda da 2,4 GHz))
NFC Compatibilità tag NFC Forum tipo 3, controllo remoto e condivisione One-touch
Play Memories Camera Apps
Batteria Batteria ricaricabile NP-BX1
Peso 507 g ca. (Batteria e Memory Stick Duo incluse) / 480 g ca. (solo corpo macchina)
Dimensioni (L×A×P) (standard CIPA) 113,3×65,4×72,0 mm
Temperatura di esercizio 0-40℃



[i] Tra le fotocamere digitali. All'ottobre 2015, in base alla ricerche Sony.
[ii]Range ISO 50-102400 esteso disponibile solo in modalità foto.
[iii] Disponibile solo in modalità foto.
[iv] Il mirino XGA OLED ha 2.359.296 punti.
[v] Circa 0,74× con obiettivo da 50 mm all'infinito, -1m-1.
[vi] La registrazione di video in formato XAVC S richiede una scheda di memoria SDXC di classe 10 o superiore.
[vii] Versione 4.0



--
www.CorrieredelWeb.it
www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana. Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001. L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume. Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto. Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common. Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista indirizzo skype: apietrarota

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI