CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Ultime news sul mondo della Fotografia

Cerca nel blog

domenica 17 febbraio 2019

Birra Peroni e IED: inaugurata la mostra fotografica Obiettivo Impresa




OBIETTIVO IMPRESA:
 

BIRRA PERONI, UNA GRANDE STORIA ITALIANA RACCONTATA ATTRAVERSO GLI SCATTI DEI 
GIOVANI FOTOGRAFI DELL'ISTITUTO EUROPEO DI DESIGN

Presso IED Roma, dal 15 febbraio al 16 marzo,

in esposizione la mostra fotografica dedicata a Birra Peroni

 

Roma, 15 febbraio 2019. Birra Peroni, in collaborazione con l'Istituto Europeo di Design, ha inaugurato la mostra fotografica "Obiettivo Impresa". Fino al 16 marzo sarà possibile visitare gratuitamente l'esposizione, un vero e proprio racconto per immagini di luoghi, persone, oggetti e momenti di lavoro quotidiano, sviluppato da cinque talenti emergenti della fotografia nazionale e internazionale.

 

Gli stabilimenti produttivi di Birra Peroni a Roma, Bari e Padova hanno aperto le loro porte agli studenti del corso Triennale in Fotografia IED Roma. Guidati dal fotografo Massimo Siragusa, con il contributo della photo editor Daria Scolamacchia, i ragazzi hanno sviluppato le loro idee creative, cogliendo nel lavoro quotidiano gli aspetti permanenti del "saper fare" impresa. Materie prime, macchinari, oggetti storici, tappi, bottiglie e persone diventano, così, elementi di una narrazione, espressione di qualità e cultura, che si snoda tra passato e presente. Le opere in mostra sono quelle realizzate da Andrea Santamaria, Ivan Cerasia, Thiago Andres Gnessi, Elena Durante e Ivana Bianco, studenti del corso che hanno dedicato le loro tesi finali a Birra Peroni.

 

"Talento, italianità e proiezione internazionale sono gli aspetti che legano Birra Peroni e IED. L'Istituto Europeo di Design è il partner naturale di un'azienda che, come Birra Peroni, fa del talento delle sue persone la base del proprio successo, non solo nel mercato italiano ma anche a livello internazionale. Da oltre 170 anni Birra Peroni è simbolo della qualità del made in Italy nel mondo, con radici che affondano nella storia e una costante capacità di innovare, interpretando il presente e immaginando il futuro. Proprio come i giovani talenti IED dimostrano di saper fare", afferma Cristina Hanabergh, Sustainable Development Manager Birra Peroni.

 

"La storia di un brand può ispirare in modi diversi lo sguardo di un fotografo, e Obiettivo Impresa riassume tutti quelli peculiari della fotografia corporate. I giovani professionisti che espongono hanno inquadrato le strutture, le persone e gli strumenti che incarnano il prodotto Birra Peroni usando ciascuno una prospettiva diversa. Con scatti realizzati in altissima definizione o su Polaroid, con mini reportage o ritratti. Questo rende il lavoro ancor più interessante ed eclettico, una piccola summa del rapporto tra impresa e fotografo", commenta Max Giovagnoli, Coordinatore Scuola Arti Visive IED Roma.

 

L'esposizione, ad ingresso libero, è visitabile presso IED Roma in Via Alcamo 11, dalle ore 10:00 alle 18:00. 



--
www.CorrieredelWeb.it

venerdì 11 gennaio 2019

Fotografia. NUOVO TELEMETRO LASER MONARCH 2000 DI NIKON!

Nital S.p.A. è lieta di presentare il nuovo telemetro laser portatile Nikon MONARCH 2000.

Il MONARCH 2000 è caratterizzato da un robusto corpo rivestito in elastomero, impreziosito da un elegante design lineare; il telemetro assicura un'elevata capacità di misurazione che può raggiungere i 1.820m di distanza.* Inoltre sono stati aggiunti un display interno OLED con indicatore di colore rosso che migliora la visione e una funzione di regolazione automatica della luminosità del display che si tara in base alla quantità di luce presente nell'ambiente circostante.

Il nuovo telemetro laser è stato pensato per eseguire misurazioni rapide e precise, in qualsiasi situazione. Grazie alla tecnologia HYPER READ, la risposta di misurazione del MONARCH 2000 è rapida e stabile a prescindere dalla distanza dal soggetto inquadrato. I risultati della misurazione vengono mostrati dopo circa 0,3 secondi. Per ottenere una misurazione singola è sufficiente premere un pulsante e, nel caso in cui la distanza non venga rilevata, il telemetro continua automaticamente a rilevarla per circa 4 secondi. Questa semplice operazione aumenta notevolmente la probabilità di ottenere la misurazione della distanza da soggetti piccoli o molto lontani. Infine, l'impiego della tecnologia ID(misurazione inclinazione) consente di misurare sia la distanza effettiva che la distanza orizzontale. 

Il corpo è dotato di una struttura impermeabile eanti-appannamento che fornisce la protezione da schizzi d'acqua imprevisti, immersione accidentale in acqua o variazioni meteo improvvise.
 

Riepilogo delle funzioni principali

• Campo di misurazione: 7,3-1.820m.
• Il display interno OLED con indicatore di colore rosso agevola la visione in qualsiasi situazione. La funzione di regolazione automatica della luminosità regola perfettamente la luminosità del display in base alla quantità di luce nell'ambiente circostante.
• Risposta rapida e precisa della misurazione a prescindere dalla distanza: HYPER READmostra ora il risultato della misurazione in circa 0,3 secondi.
• Misurazione singola o continua (fino a 8 secondi). Se la misurazione singola non riesce, il telemetro automaticamente effettua la misurazione per 4 secondi. Se si tiene il pulsante premuto, viene eseguita una misurazione continua per circa 8 secondi.
• Il modo di visualizzazione della distanza orizzontale e il modo di visualizzazione della distanza effettiva possono essere facilmente alternati grazie alla tecnologia ID (misurazione inclinazione).
• Sistema di scelta di priorità del bersaglio per la misurazione di soggetti sovrapposti:
• il modo Priorità al primo bersaglio mostra la distanza dal soggetto più vicino; è particolarmente utile quando si misura la distanza da un soggetto davanti a uno sfondo sovrapposto;
• il modo Priorità al bersaglio lontano mostra la distanza dal soggetto più lontano; è particolarmente utile nelle zone con fitta vegetazione.
• Incremento di visualizzazione della misurazione della distanza: 0,1 m.
• Monoculare 6x di alta qualità con rivestimento multistrato per immagini chiare e luminose.
• Oculare grande per garantire facilità di visione (18 mm).
• Campo visivo ampio (7,5 gradi).
• Il design con distanza di accomodamento dell'occhio più ampia offre un campo visivo agevole anche a chi porta gli occhiali.
• Funzione di regolazione diottrica.
• Design compatto del corpo per una comoda impugnatura.
• Impermeabile (fino a 1 metro per 10 minuti) e anti-appannamento, ma non progettato per uso subacqueo; vano batteria resistente all'acqua.
• Ampio campo di temperature di utilizzo: da -10 °C a +50 °C.

* In condizioni di misurazione fatta da Nikon e con valori di riferimento di Nikon



--
www.CorrieredelWeb.it

mercoledì 14 novembre 2018

Nuova NIKON D3500, la reflex da mettere sotto l'Albero di Natale!

Nital S.p.A. è lieta di presentare la nuova Nikon D3500, la reflex digitale da 24,2 Megapixel "entry level" ma di livello "premium", in grado di unire dimensioni contenute, comoda impugnatura e prestazioni eccellenti. Dai momenti speciali a quelli di ogni giorno, con la nuova Nikon D3500 sarà possibile scattare foto e registrare filmati di qualità altissima. In tutta semplicità. 

La stupefacente D3500 cattura immagini ricche dei più fini particolari in qualsiasi condizione di luminosità, grazie al suo ampio sensore ed all'estesa gamma di valori di sensibilità alla luce ISO che consentono di ottenere fotografie e filmati Full HD dai dettagli incredibili, certamente impossibili da registrare con uno smartphone. Il tutto viene amplificato dall'elevato potere risolvente degli obiettivi NIKKOR che garantisce risultati veramente nitidi. Il robusto innesto dell'obiettivo della fotocamera rende semplice e divertente scoprire le prestazioni delle diverse ottiche compatibili ed anche i teleobiettivi più pesanti possono essere utilizzati senza alcun problema. 

  

Ideale per chi si avvicina per la prima volta alla fotografia con Reflex digitale, questa fotocamera semplifica la ripresa di ogni momento della propria vita e di qualsiasi avventura. Il raffinato design si caratterizza per una rinnovata e profonda impugnatura, per una presa più stabile e confortevole, ed una disposizione dei pulsanti ancor meglio organizzata. La fotocamera si adatta subito alla mano e il pollice dell'utente ha molto spazio per appoggiarsi sul retro. Il famoso modo guida di Nikon, inoltre, mostrando all'utente come regolare le impostazioni della fotocamera per ottenere le foto e i video desiderati, porta la fotografia a un nuovo livello. Infine, la lunga durata della batteria consente di scattare dal tramonto all'alba e anche oltre.

Riepilogo delle principali caratteristiche

Qualità dell'immagine di livello SLR digitale. L'ampio sensore da 24,2 MP in formato DX e l'ampia gamma ISO 100–25.600 consentono di ottenere foto e filmati Full HD dettagliatissimi anche in condizioni di scarsa illuminazione.

Per il tuo scatto migliore, sempre. Sistema autofocus di eccezionale precisione che mantiene i soggetti estremamente nitidi. La velocità di scatto continuo permette agli utenti di catturare cinque meravigliose immagini ogni secondo.

Creata per divertire. Dai teleobiettivi zoom agli obiettivi grandangolari, la solidità dell'innesto a baionetta dell'obiettivo in metallo consente di cambiare ottica quando lo si desidera. 

Pensata e costruita per durare nel tempo. La profonda impugnatura rende questa fotocamera molto maneggevole e comoda da usare. L'ampia disposizione dei pulsanti semplifica le operazioni di ripresa e la lunga durata della batteria invita a continuare a scattare. 

Perfezione impossibile da non condividere.L'app SnapBridge per iOS e Android consente una connessione sempre attiva tra questa fotocamera e uno smartphone/tablet. Rendendo più semplice condividere foto di qualità SLR digitale all'istante.

L'avventura inizia qui. Questa Reflex digitale di Nikon è solo l'inizio del cammino, essendo possibile potenziare il corpo camera con i rinomati obiettivi NIKKOR, i lampeggiatori e gli accessori del Nikon Total Imaging System. In questo modo, le più disparate esigenze fotografiche – sempre in evoluzione – di ogni singolo utente, potranno essere soddisfatte.

 

PREZZO SUGGERITO AL PUBBLICO: 559,00 Euro



--
www.CorrieredelWeb.it

venerdì 9 novembre 2018

STARS. Ritratti fotografici di Terry O’Neill | 15/12/18 - 17/02/19 | Trieste, Magazzino delle Idee | Preview stampa: 14 dicembre


Image
 
Image

STARS
Ritratti fotografici
di Terry O'Neill

a cura di Cristina Carrillo de Albornoz

15 dicembre 2018 – 17 febbraio 2019
Magazzino delle Idee, Trieste

Preview stampa: venerdì 14 dicembre ore 11.30
Inaugurazione: venerdì 14 dicembre ore 18.00

 


Dal 15 dicembre 2018 al 17 febbraio 2019 il Magazzino delle Idee a Trieste presenta la mostra STARS. Ritratti fotografici di Terry O'Neill, a cura di Cristina Carrillo de Albornoz, una retrospettiva dedicata al grande fotografo britannico delle leggende del cinema e della musica dagli anni Sessanta agli anni Novanta del secolo scorso, conosciuto soprattutto per il suo rivoluzionario approccio all'arte del ritratto, dovuto a uno stile capace di mostrare il soggetto in maniera intima e naturale in perfetta sintonia con lo spirito dei giovani.

La mostra è realizzata dall' Ente regionale per il patrimonio culturale del Friuli Venezia Giulia, ERPaC in collaborazione con Iconic Images. Interessato soprattutto all'arte del ritratto, Terry O'Neill ha immortalato i grandi miti del cinema degli ultimi sessant'anni, i più noti gruppi pop e rock che hanno dominato la scena musicale degli anni '60 e '70, le grandi star come David Bowie ed Elton John, fino ai volti più famosi del cinema della politica e dello sport del XX secolo e a tante figure di primo piano del mondo della moda.

Image

 

Il percorso espositivo è suddiviso in sei sezioni tematiche: "Top model", "Politici, sovrani e sportivi", "Gli anni Sessanta", "Gli anni Settanta", "Hollywood e gli anni Ottanta", "Star del pop e del rock". Attraverso 65 immagini a colori e in bianco e nero, la mostra ripercorre oltre 50 anni di carriera del fotografo, presentando alcuni dei suoi scatti più celebri, che svelano gli esordi di gruppi musicali del calibro dei Rolling Stones e dei Beatles, così come i retroscena delle riprese di film mitici, quali la saga di James Bond, fino ad arrivare ad alcuni dei suoi ultimi scatti, tra cui la foto di Pelé, immagine ufficiale dei Mondiali di calcio 2014, e il ritratto di Mandela in occasione del suo 90° compleanno.

 

O'Neill è stato pioniere anche nella fotografia a gruppi pop e rock, proprio quando nella Londra degli anni Sessanta la musica pop si stava affermando come autentica forma d'arte. Era un'epoca di grande cambiamento, in cui i giovani diventavano per la prima volta protagonisti e quelli della "East London" della città invadevano la zona ovest, più conservatrice. In breve tempo, O'Neill si trasformò in una figura di culto: "il ragazzo con la Leica 35 mm".

Image

David Bowie. Londra, 1974

Nato a Londra nel luglio del 1938, la carriera di O'Neill ebbe inizio nel pieno dell'effervescenza culturale e sociale della "Swinging London" degli anni Sessanta. O'Neill, tuttavia, non fu soltanto testimone di quest'epoca, ma ebbe la fortuna di viverla a stretto contatto con i suoi protagonisti. Nel 1963, per il giornale Daily Sketch, realizzò nel cortile posteriore degli studi di Abbey Road la prima fotografia dei Beatles: il primo ritratto del gruppo mai pubblicato su un organo di stampa e, allo stesso tempo, la prima volta in cui una band appariva sulla prima pagina di un giornale britannico. L'edizione di quel giorno andò velocemente esaurita. A questo scatto fecero poi seguito molte altre fotografie di artisti che iniziavano a imporsi nel panorama musicale dell'epoca, come i Rolling Stones, David Bowie ed Elton John, tutte figure che le foto di O'Neill contribuirono a lanciare come "stars" della musica. «Ho avuto molta fortuna. Mi sono trovato nel posto giusto al momento giusto, cioè la Londra degli anni Sessanta, che ho potuto vivere e documentare in presa diretta», ricorda lo stesso O'Neill.

Image

Faye Dunaway il giorno dopo aver ricevuto l'Oscar. Beverly Hills, 1977

 

--
www.CorrieredelWeb.it

mercoledì 31 ottobre 2018

Il miglior videomaker italiano è Riccardo Petrillo: vince il contest Nikon Master Director Italia

Si è conclusa ieri - martedì 30 ottobre - la prima edizione del contest "Nikon Master Director Italia", il primo social talent show dedicato al mondo della fotografia e del filmmaking, nato dalla collaborazione tra Nikon e Traipler.com e finalizzato all'identificazione del miglior talento italiano in ambito videomaking.

La giuria – composta dal Top Influencer Aldo Ricci e dagli esperti Gilles De Paoli e Davide De Conti – ha proclamato il vincitore: il più talentuoso videomaker italiano è Riccardo Petrillo, che ha vinto il contest con il video "Life is light" dedicato alla nuova mirrorless Nikon Z7.

Petrillo ha 30 anni, è originario di Ivrea (TO), ma vive a Milano, dove fa il regista: oltre al prestigioso titolo, si è aggiudicato una fiammante Nikon Z6.

lunedì 29 ottobre 2018

FOTOGRAFICA. Festival di Fotografia fino all'11 novembre 2018 racconta l'«Equilibrio Sottile» del rapporto UOMO-AMBIENTE

II EDIZIONE «FOTOGRAFICA. FESTIVAL DI FOTOGAFIA BERGAMO»


«EQUILIBRIO SOTTILE»
LA TERRA OGGI, PER UN FUTURO DOMANI

Fino all'11 novembre a Bergamole mostre, gli incontri, le riflessioni dei maestri di fotografia di prestigio internazionale sul cambiamento climatico e sulle devastanti conseguenze di uno sviluppo in-sostenibile.

 

Bergamo, ottobre 2018 – È l'«Equilibrio Sottile» di un ambienteincontaminato ed affascinante ma sempre più degradato e molestato dall'azione incurante dell'uomo il tema scelto per la seconda edizione di «Fotografica. Festival di Fotografia Bergamo», la rassegna biennale promossa a Bergamo dall' Associazione FOTOGRAFICA e con la consulenza artistica di Denis Curti, in programma fino all'11 novembre 2018.

 

Otto mostre fotografiche, incontri e dibattiti nella splendida cornice di Città Alta, presso il Monastero del Carmine, con la partecipazione di maestri entrati nel gotha internazionale della fotografia e di giovani emergenti dalle straordinarie capacità. Vissuti e sguardi diversi accomunati da un unico filone narrativo: la denuncia dei danni irreparabili provocati dal cambiamento climatico, testimoniati da scatti rigorosi, sinceri, a volte persino brutali nella loro efficacia comunicativa. Immagini che, riprendendo gli avvenimenti drammatici dei giorni nostri, dimostrano al tempo stesso la bellezza del pianeta Terra, stimolando una nuova e più risoluta presa di coscienza rispetto al futuro sviluppo

 

A essere esposti saranno i lavori diGianni Berengo Gardin, fotografo di fama internazionale, con scatti in bianco e nero che ritraggono il quotidiano passaggio delle navi da crociera nella laguna di Venezia, mostra curata da Alessandra MauroAlessandro Grassani, autore di documentari su temi sociali in oltre 30 Paesi e per l'Organizzazione Internazionale per la migrazione, le cui fotoaccenderanno i riflettori sulle migrazioni climatiche.

 

Ancora: Andrea Frazzetta, reporter con incarichi in oltre 50 Paesi al mondo, esporrà scatti dedicati a laghi dai colori psichedelici, vulcani attivi, distese di sale, ritraendo la terra in continua evoluzione come fosse Paradiso e Inferno al tempo stesso, un luogo ancestrale dov'è ancora possibile osservare fenomeni che hanno dato origine al mondoFabio Cutticafotografo dell'Agenzia Contrasto che, in collaborazione con CESVI, si soffermerà sull'Amazzonia con il reportage realizzato tra miniere d'oro illegali, distruzione ambientale e lavoro appassionato di chi cerca di difendere il territorio; Luca Locatelli, multimedia visual story-teller, vincitore del prestigioso premio World Press Photo 2018 per la categoria Environment, affronterà invece il volto oscuro del progresso tecnologico che tuttavia appare inevitabile; per questa ragione diventano fondamentali pianificazione ed impegno nel suo utilizzoFausto Podavini, fotografo di reportage per varie Onlus, presenterà fotografie che ritraggono i devastanti sconvolgimenti causati dalla costruzione di una diga in Etiopia, un'indagine iniziata nel 2011 per raccontare gli effetti di come investimenti imponenti mettano a rischio un equilibrio tra uomo e Natura consolidato in centinaia di anni, modificando irreparabilmente aspetti socio-antropologici e socio economici; e poiJessica Bizzonidesigner, ricercatrice e fotografa che indaga su problemi ambientali causati dal comportamento contemporaneo analizzando la connessione con l'arte e il design come mezzo di espressione e critica.

 

Infine, l'overview fotografica dedicata all'Artico, con la straordinaria rassegna di ARTICO. ULTIMA FRONTIERA, firmata da tre maestri della fotografia di reportage, Ragnar AxelssonCarstenEgevang Paolo Solari Bozzi e curata da Denis Curti e Marina Aliverti65 immagini in bianco e nero, per indagare come gli abitanti in Groenlandia, Siberia e Islanda gestiscono quotidianamente un ambiente ostile, ricordando l'importanza della difesa di uno degli ultimi ambienti naturali non (ancora) sfruttati dall'uomo. Con COLD IS HOT, la serie che viene presentata all'interno di ARTICO. ULTIMA FRONTIERA, Marina Aliverti ci presenta uno scorcio molto personale e sereno dei luoghi estremi della Groenlandia, dove ha vissuto per due mesi nell'inverno del 2016 con i pescatori-cacciatori Inuit e i fotografi della mostra, riportando in maniera disincantata e giocosa la quotidianità di questo popolo che vive tra i ghiacci, purtroppo non più eterni. La rassegna include infine unpotente documentario arricchisce la narrazione delle regioni del Nord: SILA and the Gatekeepers of the Arctic, realizzato dalla regista e fotografa svizzera Corina Gamma.

 

Inoltre, la rassegna ospiterà la proiezione del film "My Life in a Click" dedicata a uno dei più grandi fotografi contemporanei, Gianni Berengo Gardin, raccontato dalla sua fedele compagna con la regia di Max Losito, che ha seguito il maestro per otto anni.

 

Uno sguardo a 360 gradi, dunque, sulla fragile e potente bellezza della Natura per aprire una riflessione sul rapporto sempre più spesso squilibrato tra uomo e ambiente, in cerca di una nuova pacificazione fatta di rispetto, tutela e sostenibilità.



--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *