CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Ultime news sul mondo della Fotografia

Cerca nel blog

martedì 10 luglio 2018

FOTOGRAFIA: gli scatti di Gianluca Vassallo in mostra allo Schauwerk Sindelfingen

FOTOGRAFIA

"Sensibile alla luce":

gli scatti di Gianluca Vassallo

in mostra allo Schauwerk Sindelfingen

accanto a Bettina Rheims, Wim Wenders e molti altri

Image

La fotografia contemporanea è protagonista di "Lichtempfindlich 2" (Sensibile alla luce), una mostra da poco inaugurata presso lo SCHAUWERK, affascinante spazio ricavato da un ex magazzino a Sindelfingen, in Germania.

 

Accanto alle opere di maestri della fotografia internazionale, tra cui Candida Höfer, Robert Mapplethorpe, Peter Lindbergh, Veronika Kellndorfer, Sherrie Levine, Carsten Meier, Bettina Rheims, Wim Wenders, Giovanni Castell e molti altri, la mostra comprende anche alcuni scatti della serie "ROOMS: a family history" (2013-2017), con cui Gianluca Vassallo ha voluto ripercorrere momenti della sua infanzia, divertenti o imbarazzanti, ingialliti e segnati dal tempo, ritraendo i suoi familiari nelle vesti di supereroi, in un ironico ribaltamento di ruoli, tra bambini e adulti, figli e genitori.


La serie di fotografie di Vassallo è stata selezionata dai curatori, in occasione di una precedente mostra site specific dedicata ai ritratti, ed acquisita dal museo per entrare a far parte della collezione Schaufler.


Image
Image

"La famiglia, a mio avviso, non è un nucleo solidale né, come piace sottolineare alla retorica politica, la prima cellula della società", sottolinea Gianluca Vassallo. "Dal mio punto di vista è lo spazio in cui l'insicurezza degli adulti si manifesta, spostando in avanti le ambizioni a cui non sono stati in grado di dare concretezza consegnandole ai figli. Un luogo in cui la somma delle percezioni della realtà di due individui diventa meccanismo di potere, che definisce l'ambiente nel quale i figli crescono e l'idea di famiglia si tramanda. L'opera Rooms cerca, con la voce dell'ironia, di sottolineare questo, assolvendo tutti, perché ciò che si è ricevuto e che viene tramandato non costituisce colpa."

 

 

Lichtempfindlich 2 / Light Sensitive 2

Photography from the Schaufler Collection

15.04.2018 – 06.01.2020

 

SCHAUWERK Sindelfingen

71065 Sindelfingen | Germany

 

Photo credits: Frank Kleinbach, Stuttgart, © SCHAUWERK Sindelfingen

 
Image
 



--
www.CorrieredelWeb.it

venerdì 6 luglio 2018

FOTOGRAFIA - “Sensibile alla luce”: gli scatti di Gianluca Vassallo in mostra allo Schauwerk Sindelfingen accanto a Bettina Rheims, Wim Wenders e molti altri

La fotografia contemporanea è protagonista di "Lichtempfindlich 2" (Sensibile alla luce), una mostra da poco inaugurata presso lo SCHAUWERK, affascinante spazio ricavato da un ex magazzino a Sindelfingen, in Germania.

 

Accanto alle opere di maestri della fotografia internazionale, tra cui Candida Höfer, Robert Mapplethorpe, Peter Lindbergh, Veronika Kellndorfer, Sherrie Levine, Carsten Meier, Bettina Rheims, Wim Wenders, Giovanni Castell e molti altri, la mostra comprende anche alcuni scatti della serie "ROOMS: a family history" (2013-2017), con cui Gianluca Vassallo ha voluto ripercorrere momenti della sua infanzia, divertenti o imbarazzanti, ingialliti e segnati dal tempo, ritraendo i suoi familiari nelle vesti di supereroi, in un ironico ribaltamento di ruoli, tra bambini e adulti, figli e genitori.

La serie di fotografie di Vassallo è stata selezionata dai curatori, in occasione di una precedente mostra site specific dedicata ai ritratti, ed acquisita dal museo per entrare a far parte della collezione Schaufler. 

         

L

"La famiglia, a mio avviso, non è un nucleo solidale né, come piace sottolineare alla retorica politica, la prima cellula della società", sottolinea Gianluca Vassallo. "Dal mio punto di vista è lo spazio in cui l'insicurezza degli adulti si manifesta, spostando in avanti le ambizioni a cui non sono stati in grado di dare concretezza consegnandole ai figli. Un luogo in cui la somma delle percezioni della realtà di due individui diventa meccanismo di potere, che definisce l'ambiente nel quale i figli crescono e l'idea di famiglia si tramanda. L'opera Rooms cerca, con la voce dell'ironia, di sottolineare questo, assolvendo tutti, perché ciò che si è ricevuto e che viene tramandato non costituisce colpa."

 

 

Lichtempfindlich 2 / Light Sensitive 2

Photography from the Schaufler Collection

15.04.2018 – 06.01.2020

 

SCHAUWERK Sindelfingen

Eschenbrünnlestraße 15/1

71065 Sindelfingen | Germany

 

Photo credits: Frank Kleinbach, Stuttgart, © SCHAUWERK Sindelfingen



--
www.CorrieredelWeb.it

sabato 30 giugno 2018

Fotografia: Diàna Markosian vince il premio Happiness ONTHEMOVE 2018 con il lavoro Santa Barbara

Diàna Markosian vince il premio Happiness ONTHEMOVE 2018 con il lavoro Santa Barbara

La fotografa e artista armeno-americana DiànaMarkosian vince con il progetto Santa Barbara ilpremio internazionale Happiness ONTHEMOVE realizzato in collaborazione con il Consorzio Vino Chianti. Il premio Happiness ONTHEMOVE, alla sua settima edizione, chiedeva agli artisti di rappresentare la felicità attraverso il linguaggio fotografico e ha registrato la partecipazione di centinaia di fotografi da tutto il mondo.

«In Russia, la soap opera degli anni Ottanta Santa Barbara - satura di ricchezza e di sole - è stata la prima e, per molto tempo, l'unica trasmissione americana di intrattenimento. Per molte famiglie simboleggiava tutta l'America, tutto l'Occidente. La mia famiglia non ha fatto eccezione – spiega DiànaMarkosian –. Ispirata dallo spettacolo, mia madre ha trovato il modo di realizzare il vero sogno americano. "Sono una giovane donna di Mosca", scriveva mia madre in un annuncio pubblicitario pubblicato su un giornale di Los Angeles nel 1996. "Voglio vedere l'America, e incontrare un uomo gentile che mi possa mostrare il paese". L'annuncio ha attirato decine di uomini americani. Uno di loro era di Santa Barbara. Mia madre divenne una sposa per corrispondenza, portando me e mio fratello con lei in America per incontrare l'uomo che presto avrebbe preso il posto del mio vero padre. L'anno scorso ho lavorato con un gruppo di attori per ricostruire le prime esperienze della nostra famiglia come immigrati in America».

Diàna Markosian riceverà il premio il 14 luglio a Cortona da Lorenzo Tersi, Marketing manager del Consorzio Vino Chianti e il suo lavoro sarà esposto al festival Cortona On The Move nel 2019.

Della giuria internazionale hanno fatto parte: Elena Boille – Internazionale; MaryAnn Camilleri - The Magenta Foundation; Elisa Medde - Foam Magazine;Giuseppe Oliverio – Phmuseum; Arianna Rinaldo - Cortona On The Move; Fiona Rogers  MagnumPhotos.

Le motivazioni della giuria: "Il nuovo lavoro di Diàna Markosian Santa Barbara è innovativo e finemente composto. Il progetto dimostra grande coraggio nella capacità della fotografa di guardare al proprio passato e tradurlo in maniera visiva. Queste stupende immagini rivelano un aspetto diverso del concetto di "felicità". Qui osserviamo, anzi sentiamo, la malinconia della donna alla ricerca della felicità, e il suo estremo sacrificio nel perseguire il sogno americano per sé stessa e per i propri figli." 

Giovanni Busi (Presidente Consorzio Vino Chianti): «Siamo felici di aver accompagnato anche quest'anno un festival in constante crescita che ha il pregio di raccontare in modo attento e innovativo il nostro mondo sotto varie sfaccettature. In qualche modo è quello che il Consorzio prova a fare ogni giorno con il territorio toscano. Lo portiamo nel mondo raccontandolo con orgoglio con ognuno dei suoi prodotti con risultati sorprendenti che però non ci devono mai far accontentare».


I lavori vincitori delle passate edizioni del premio internazionale Happiness ONTHEMOVE
2012 Roll Whatever - Asbjorn Sand 
2013 Lina & Mengchun - Albert Bonsfills
2014 Hannah & Alena - Carla Kogelman
2015 Futuristic Archaeology – Daesung Lee
E2016 Golden Days Before They End - Klaus Pichler
2017 #Instagrampier – Pierfrancesco Celada



--
www.CorrieredelWeb.it

domenica 17 giugno 2018

"Resistere": grazie al crowdfunding, un viaggio fotografico nel cuore terremotato del Centro Italia




"Resistere": grazie al crowdfunding, un viaggio fotografico nel cuore terremotato del Centro Italia


 

Si chiama "Resistere. Nel cuore terremotato del Centro Italia" il libro fotografico - realizzato da Alessio Pagani e Francesco Fiorello ed edito da Seipersei - che racconta, attraverso decine di fotografie in bianco e nero, i 20 mesi successivi al sisma che, il 24 agosto 2016, ha cambiato il  Centro Italia.

Alla realizzazione del volume può contribuire chiunque, attraverso la campagna di crowdfunding lanciata su Ulule.


 

 

Cosa vuol dire resistere ai tempi del terremoto in centro Italia?

A testimoniare i primi 20 mesi successivi al sisma che il 24 agosto 2016 ha sconvolto le popolazioni dell'Appennino è Genziana Project, il progetto fotogiornalistico di Alessio Pagani e Francesco Fiorello, fotografi professionisti che, catapultati sui luoghi dell'emergenza, hanno scelto di raccontarne le storie, attraverso i loro scatti in bianco e nero. Un racconto che ha preso forma nel libro fotografico "Resistere. Nel cuore terremotato del Centro Italia": edito dalla casa editrice di libri fotografici indipendenti Seipersei di Stefano Vigni, il volume ripercorre, attraverso parole e immagini, quello che è successo all'indomani del terremoto tra Amatrice e Accumoli, passando per Arquata del Tronto, Visso, Ussita, Castelsantangelo sul Nera, Pescara del Tronto, Camerino, Norcia, Castelluccio e tanti altri paesi.
 

Per diventare realtà, "Resistere" è sbarcato su Ulule, la principale piattaforma di reward-based crowdfunding d'Europa: chiunque potrà sostenere il progetto, per ricevere e sfogliare il libro fotografico e conoscere più da vicino la quotidianità delle zone terremotate sin dai primissimi momenti, la sua evoluzione e le situazioni di difficoltà in cui le persone sono costrette a vivere tutt'oggi. Un importante racconto che ha un solo obiettivo: portare in tutta Italia le immagini e le storie di chi, nonostante tutto, ha scelto di resistere e restare in piedi.

 

«Ho un'immagine impressa del 24 agosto 2016. A Pescara del Tronto c'è distruzione totale, ma una porta è lì ferma che rimane in piedi. In quel momento ho pensato che non tutto fosse perduto, né per le persone né per noi fotografi: potevamo raccontare non soltanto il dramma, ma anche la grande voglia di riscatto», spiega Alessio Pagani.
«Il cuore del libro fotografico 'Resistere' è la gente dell'Appennino ferito: per questo con il nostro lavoro abbiamo cercato di essere più obiettivi possibile senza però dimenticare mai di stare dalla parte delle popolazione e della loro resistenza", aggiunge Francesco Fiorello.


«Nelle nostre foto ci sono le macerie ancora per le strade, la non ricostruzione, le difficoltà. Ma ci sono anche la forza di volontà delle persone che abbiamo conosciuto e fotografato, la loro voglia di restare o ritornare appena possibile, i loro sforzi per andare avanti nonostante tutto, le loro proteste, manifestazioni e marce sempre troppo poco prese sul serio».

 

Dall'attesa per le soluzioni abitative d'emergenza alla riapertura di una strada, passando per le piccole meraviglie quotidiane come la semina a Castelluccio e ogni tentativo di rinascita che, nonostante tutto, si prova a mettere in campo nei luoghi del terremoto: "Resistere" è la realtà del Centro Italia, «è la fotografia di un popolo indomito che nonostante tutto continua a camminare a testa alta. Chinandosi solo 'per cogliere la genziana', come ci hanno insegnato».




Chi è Ulule:

Ulule è la principale piattaforma di reward-based crowdfunding d'Europa.

Nata in Francia nell'ottobre 2010, ha permesso di finanziare più di 22.000 progetti con una raccolta di oltre 104 milioni di euro, diventando, con il 65% di tasso di successo, il portale di crowdfunding con la maggiore percentuale di raggiungimento del goal al mondo.
La piattaforma, presente con le sue operation in Italia da marzo 2017, ha già conquistato la leadership sul mercato domestico in termini di visibilità e di raccolta fondi, mantenendo il success rate ai livelli internazionali delle consorelle.

 

Chi è Seipersei
Seipersei® nasce nel 2012 come casa editrice indipendente specializzata in self publishing. Dopo aver progredito con la pubblicazione di cinque progetti a lungo termine, nel 2016 Stefano Vigni, fondatore, decide di ampliare ed aprire la casa editrice e lo spazio espositivo di via Mentana, anche e sopratutto, a giovani autori italiani emergenti provenienti dalle più importanti accademie e scuole di fotografia italiane. Seipersei è un laboratorio di avvistamento di pensiero visuale laterale impegnato nella promozione dei giovani fotografi italiani. Seipersei tratta specialmente tematiche sociali e progetti di una certa intimità che riscuotono il favore della critica fotografica nazionale ed internazionale; ha attualmente in catalogo più di 20 titoli.

 




--
www.CorrieredelWeb.it

sabato 16 giugno 2018

Il fotografo David Yarrow è il nuovo NIKON EUROPEAN AMBASSADOR

Il famoso  fotografo David Yarrow è il
nuovo Nikon European Ambassador
 

Nikon è fiera di annunciare che il fotografo di fama mondiale David Yarrow entrerà a far parte di un prestigioso gruppo di fotografi Nikon come Ambassador europeo

Con la sua fotografia evocativa e coinvolgente della vita sulla terra, Yarrow si è guadagnato un seguito in continua crescita tra i professionisti del settore, il pubblico e i collezionisti d'arte. Le sue immagini, grandi, monocromatiche e simboliche, sono in mostra in molte importanti gallerie e musei di tutto il mondo e sono il frutto di uno stile unico che lo ha visto arrivare in cima alla vetta come uno dei migliori fotografi naturalistici di tutto il mondo

Yarrow usa i prodotti Nikon da 33 anni: dalle fasi iniziali della sua carriera, che lo hanno visto lavorare per The Times scattando la storica foto di Diego Maradona durante la finale dei Mondiali 1986, fino agli anni più recenti, in cui si è affermato come uno dei più apprezzati fotografi artistici del mondo. Di recente, David ha svolto un ruolo cruciale nel lancio della D850, reflex top di gamma presentata dall'azienda qualche mese fa.

Soprattutto, il lavoro di Yarrow rappresenta la sua passione per la filantropia e la tuteladell'ambiente, che è desideroso di mostrare attraverso il suo progetto speciale di Ambassadoreuropeo Nikon, le cui riprese sono attualmente in corso ad Amboseli, in Kenya. 

David Yarrow ha dichiarato: "La mia carriera nella fotografia è stata tutt'altro che convenzionale ed è lecito dire che mi sono rifiutato di essere inserito in un "tema" o in un "settore di competenza" centrale. Tuttavia, in tutto il mio percorso, la fotografia è rimasta per me un metodo di redenzione e di evasione, un'opportunità per esplorare angoli remoti del mondo e catturare immagini degli ambienti estremi e della rara fauna selvatica che abita questi luoghi".

"Le fotocamere Nikon e gli obiettivi NIKKOR – prosegue – hanno svolto un ruolo centrale in ogni cammino che ho intrapreso. La loro estetica e la loro ergonomia non hanno fatto che migliorare sempre più e faccio fatica a pensare a un altro marchio in grado di capire al tempo stesso le esigenze dei fotografi professionisti e di quelli amatoriali. La fotografia è la forma d'arte della nostra generazione e spero che il mio lavoro come Nikon European Ambassador contribuisca a incoraggiare e ispirare le persone affinché usino di meno il cellulare e di più gli occhi. Ecco il significato di questo lavoro". 

Il programma Nikon European Ambassador

Al programma Nikon European Ambassador partecipano artisti visuali di grande talento e di grande impatto che, sfruttando le più moderne tecnologie del settore e la consapevolezza delle tendenze social, offrono una rappresentazione della società attuale. Nell'ambito del suo contributo di Ambassador, Nikon ha sfidato David a realizzare il progetto fotografico dei suoi sogni, sulla base della sua fama mondiale come fotografo.

Per ulteriori informazioni su David e i suoi precedenti lavori, visitate il sito Nikon.

Informazioni su David

David Yarrow è nato a Glasgow, Scozia, nel 1966. Ha iniziato ad appassionarsi di fotografia in giovane età e a 20 anni già lavorava come fotografo per The Times, in campo durante la finale della Coppa del Mondo di Città del Messico. Quel giorno, David ha scattato la famosa foto di Diego Maradona con la Coppa del Mondo e, di conseguenza, gli è stato poi chiesto di coprire le Olimpiadi e numerosi altri eventi sportivi. Solo molti anni dopo ha scoperto che la sua vera passione era documentare il mondo naturalecon la sua fotografia evocativa e coinvolgente della vita sulla terra, guadagnandosi un seguito sempre crescente tra i collezionisti d'arte. Nel 2018, David si è affermato solidamente come uno dei più apprezzati fotografi artistici del mondo.


Le immagini sono ©David Yarrow



--
www.CorrieredelWeb.it

lunedì 11 giugno 2018

Fotografia. NIKON: la potenza della fotografia alla mostra IMMERSO

Nel contesto delle iniziative della kermesse itinerante Milano Photofestival 2018Nikon ha organizzato la mostra collettiva Immerso, in programma dall'8 al 27 giugno presso il Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano.

L'allestimento che si presenterà ai visitatori non sarà una semplice mostra fotografica ma un caleidoscopico viaggio che dallo Spazio porterà ad esplorare le profondità marine passando per grotte gelate ed architetture urbane. Attraverso gli scatti che i numerosi fotografi hanno realizzato con le loro fotocamere Nikon, sarà possibile ammirare le innumerevoli sfaccettature del mondo che solitamente sono celate alla vista. Dalla macrofotografia alla fotografia astronomica, si potranno ammirare colori mai visti, particolari inaspettati e visioni stupefacentiImmerso è una mostra dedicata al potere della fotografia, che ha la capacità di catturare l'osservatore per fargli conoscere nuovi mondi possibili.

Per avvicinare il pubblico all'affascinante universo fotografico di Nikon, nell'ambito della mostra verranno proposti due talk gratuiti ed un workshop.

Di seguito il programma:

- 13 giugno, ore 17.00: Alessandro Barteletti parlerà della sua esperienza a fianco dell'astronauta Paolo Nespoli.

Il fotografo racconterà il dietro le quinte del suo progetto che ha avuto come protagonista l'astronauta Paolo Nespoli: nel corso di un intero anno ne ha seguito e fotografato l'addestramento in vista della sua terza missione nello spazio. Affiancare Nespoli ha significato vivere la quotidianità dei centri di addestramento di Colonia in Germania (ESA), Houston negli Stati Uniti (NASA) e Star City in Russia (Roscosmos) per scoprire come un uomo "rinasce" astronauta. Storie, aneddoti, organizzazione e imprevisti di un lavoro esclusivo per National Geographic Italia.

 

- 20 giugno, ore 17.00: Damiano Andreotti racconterà "Il volto riflesso dell'anima"

Damiano Andreotti, poliedrico artista dell'immagine, presenta il progetto "Il volto riflesso dell'anima": una collezione di ritratti di persone illustri che vengono affiancati a perfetti sconosciuti, donne e uomini scelti per il loro volto e, soprattutto, per il loro essere, per la storia che Damiano sapientemente ferma in uno scatto, forte del suo carattere semplice ed al contempo estremamente complesso e sofisticato.

- 23 giugno, ore 10.00: workshop "La fotografia d'interno spiegata e raccontata da Saverio Lombardi Vallauri"

Saverio Lombardi Vallauri è una delle firme più prestigiose nel settore della fotografia di architettura: ha fotografato elementi architettonici ovunque nel mondo e pubblicato le sue immagini su riviste di livello internazionale. Grazie alla sua esperienza sarà possibile imparare la scelta del corretto punto di vista per il controllo della dinamica prospettica, la giusta posizione del sensore per il controllo delle linee cadenti, il calcolo dell'esposizione ed il bracketing, le scelte per il corretto bilanciamento del bianco e l'uso degli obiettivi tilt/shift.



--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *