Cerca nel blog

mercoledì 31 maggio 2017

Durante Milano PhotoWeek inaugurano 17 mostre fotografiche del circuito di fotografia d'autore


REALTÀ E FUTURO. DA MILANO AL MONDO
12a EDIZIONE

MILANO - 20 APRILE/20 GIUGNO 2017 

In occasione della Milano PhotoWeek, Photofestival 2017, la rassegna dedicata alla fotografia d'autore, propone dal 5 all'11 giugno l'inaugurazione di 17 mostre fotografiche. In particolare, il 5 giugno si aprono le porte dei "Palazzi della Fotografia" Bovara e Castiglioni di Confcommercio Milano con 5 mostre tra le quali Express Your Art in collaborazione con Gruppo Cimbali Main Sponsor di Photofestival, mentre il 6 giugno presso l'Istituto Italiano di Fotografia si inaugura la mostra Oltre l'Immagine in collaborazione con ASUS.

In programma dal 6 giugno anche gli incontri Tre Libri per parlare di Fotografia presso il Touring Club Italiano.

Milano, 31 Maggio 2017 - Proseguono in tutta Milano gli eventi del circuito espositivo di Photofestival 2017, la rassegna annuale di fotografia d'autore la cui 12a edizione, iniziata il 20 Aprile, è in programma fino 20 giugno diffusa nelle più diverse sedi tra gallerie d'arte, musei, biblioteche, spazi pubblici e privati dell'intera città metropolitana.

In occasione della prima edizione della Milano PhotoWeek (5-11 Giugno 2017), Photofestival prevede l'inaugurazione di 17 mostre fotografiche che contribuiscono ad arricchire il palinsesto di questa nuova importante iniziativa interamente dedicata alla fotografia promossa dal Comune di Milano.

In particolare, il 5 giugno a partire dalle ore 18 avranno luogo i vernissage di Palazzo Bovara e Palazzo Castiglioni di Confcommercio Milano, due dei quattro storici Palazzi della Fotografia presenti nel calendario espositivo di Photofestival.

A Palazzo Bovara in esposizione la personale di Giulio Di Meo "Express your art/Tour Italia 2016", estratto, con alcuni inediti, dalla mostra collettiva "Faema Express Your Art" finanziata da Faema per raccontare i luoghi di consumo del caffè nel mondo. La ricerca dell'umanità nelle strade e nell'architettura urbana tra Italia e Repubblica Ceca; la percezione della coscienza della natura; la ricerca delle corrispondenze attraverso l'architettura; la destrutturazione di un luogo reso con il bianco: queste le tematiche delle quattro mostre ospitate presso Palazzo Castiglioni. 

Il 6 giugno a partire dalle ore 18.30 avrà luogo l'inaugurazione della mostra del fotografo Angelo Mereu in esposizione presso Istituto Italiano di Fotografia: "Oltre l'immagine". La mostra è suddivisa in tre sezioni e seguendo l'evoluzione della tecnologia che offriva strumenti sempre più adeguati, questa personale inizia con immagini stampate su carte elaborate per sopperire alla bassa definizione dei primi scatti, prosegue con opere di pregevole qualità realizzate in tempi più recenti per concludersi con le spettacolari fotografie ottenute con il nuovo smartphone ASUS ZenFone Zoom S.

CONFCOMMERCIO MILANO - PALAZZO BOVARA

Corso Venezia, 51 - Milano

Inaugurazione 5 giugno h 18.00 - in mostra fino al 14 giugno - lun/ven 8.30-18

Giulio Di Meo, Express your Art
Direzione artistica EyesOpen! Magazine: Barbara Silbe, Manuela Cigliutti
Coordinamento Gruppo Cimbali: Barbara Foglia, Lisa Codarri

Giulio Di Meo affronta temi sociali usando la fotografia come mezzo di divulgazione, denuncia, cambiamento. Coinvolto lo scorso anno nel vasto progetto Express Your Art finanziato da Faema, ha percorso la Penisola e raccontato il mondo del caffè visitando locali storici a Torino, pasticcerie a Milano, luoghi alla moda a Rimini, tradizionali a Matera, tipici a Bari: microcosmi dove passano attimi delle nostre vite. Nelle sue inquadrature cariche di dettagli e umanità interpreta il brand e si concentra sull'abitudine a noi più cara: la tazzulella 'e cafè.

CONFCOMMERCIO MILANO - PALAZZO CASTIGLIONI

Corso Venezia, 47 - Milano

Inaugurazione 5 giugno h 18.30 - in mostra fino al 14 giugno - lun/ven 8.30-18

Pavel Kopp, Le Parallele

Kopp, fotografo ceco, ha lavorato in Italia dedicandosi alla fotografia di strada. Attirato dall'umanità delle strade, che definisce "un palcoscenico sempre vivo", Kopp documenta dal 1967 la vita con uno sguardo attento e curioso. Il filtro dovuto alla nazionalità differente rispetto ai soggetti ritratti fa sì che emerga la vitalità delle persone sullo sfondo di un ambiente caratterizzato da storia e monumenti. Senza dimenticare la patria natìa, Kopp propone anche delle analogie di situazioni tra Italia e Repubblica Ceca.

Stefania Ricci, Natura cosciente
a cura di Roberto Mutti

Un fiore delicatissimo si fa attraversare dalla luce e ci si presenta nella purezza delle sue forme, un altro si piega su se stesso creando ombre che insegue in un gioco raffinato di intrecci e rimandi. La natura ci manda messaggi, esprime vitalità, si modifica rapportandosi con quanto la circonda: possiede insomma una particolare, tenace forma di coscienza. Con le sue fotografie lievi ma anche sensuali Stefania Ricci ci aiuta a percepirla e guardare verso l'esterno ma poi anche in noi stessi con una nuova, felice consapevolezza.

 

Fabrizio Bonfanti, Bicocca
a cura di Manuela Cigliutti e Barbara Silbe

Nella fotografia architettonica non esiste soltanto la contemplazione della geometria, non si ricerca meramente il nitore delle forme fine a se stesso. Il lavoro di un fotografo che fa dell'architettura il suo campo d'osservazione cerca le corrispondenze di cui è pieno il mondo. Così agisce Bonfanti, fotografo dallo sviluppato senso rigoroso ed emotivo. Tenendo bene a mente l'importanza che la struttura architettonica ha all'interno dell'impianto urbanistico, Bonfanti si muove nei luoghi della Bicocca ricercando l'anima degli edifici e l'umanità che li popola e li circonda.

Giuliano Leone, Into the white

Giuliano Leone dedica la sua nuova serie fotografica alla meneghina Piazza del Duomo. Lo fa con un occhio analitico, la destruttura, la concettualizza. La piazza diventa protagonista ed elemento centrale, fatta a pezzi e resa con un bianco accecante. Gli individui non la attraversano, ma in quel bianco fluttuano, sono in  bilico nel vuoto, vengono e vanno da quel colore che è sintesi estrema di tutti i colori.

ISTITUTO ITALIANO DI FOTOGRAFIA

Via Enrico Caviglia, 3 - Milano

Inaugurazione 6 giugno h 18.30 - in mostra fino al 20 giugno - mar/sab h 9-19

Angelo Mereu, Oltre l'Immagine
in collaborazione con ASUS

Fin dal 2002, quando fu il primo fotografo a realizzare una mostra con immagini scattate con un telefonino, Angelo Mereu ha perseguito una ricerca personale, insieme tecnica ed estetica. Suddivisa in tre sezioni e seguendo l'evoluzione della tecnologia che offriva strumenti sempre più adeguati, questa personale inizia con immagini stampate su carte elaborate per sopperire alla bassa definizione dei primi scatti, prosegue con opere di pregevole qualità realizzate in tempi più recenti per concludersi con le spettacolari fotografie ottenente con il più recente smartphone ASUS.

Nell'ambito del programma di incontri con autori, presentazione di libri, letture portfoli e proiezioni di Photofestival 2017, è inoltre previsto un calendario di tre appuntamenti presso il Turing Club Italiano per presentare libri fotografici:
 

TOURING CLUB ITALIANO

Corso Italia, 10 - Milano
 

MARTEDÌ 6 GIUGNO ORE 18.30

Warum die Zeit? di Roberto Toja

Vent'anni dopo la caduta del muro di Berlino, un viaggio fotografico nella città fuori dagli stereotipi. Immagini in bianco e nero per indagare la realtà urbana e le persone che la animano.

 

GIOVEDÌ 8 GIUGNO ORE 18.30

Images 2000-2008 di Ewa Mari Johansson

Un percorso dialettico che va dall'architettura al nudo fino alla ricerca naturalistica, dove l'elemento comune è costituito dal rapporto con la superficie, che sia quella della pelle o della roccia.

 

MERCOLEDÌ 14 GIUGNO ORE 18.30

Riflessi d'inchiostro e di luce di Massimo Cangelli

Una ricerca basata su un susseguirsi di luci e ombre per rappresentare il percorso dell'esistenza umana e per mettere in scena le sfaccettature della realtà.

 
 

Confermando la sua originale formula - da un lato il Festival accoglie e organizza quanto già la città offre ma soprattutto stimola i diversi operatori a proporre nuove esposizioni, dall'altro promuove e produce numerose mostre - Photofestival consolida il proprio ruolo di evento di assoluto rilievo nel panorama della proposta culturale milanese, capace di concentrare il meglio dell'offerta dedicata alla fotografia nell'arco di due mesi, coinvolgendo un pubblico sempre più ampio.

Il catalogo cartaceo di Photofestival (stampato per la prima volta in versione bilingue italiano/inglese) è distribuito in tutte le sedi espositive e nei luoghi più significativi della città, mentre il programma è disponibile sul sito milanophotofestival.it.

Promosso da AIF - Associazione Italiana Foto & Digital Imaging, Photofestival 2017 è realizzato in collaborazione con Camera di Commercio di Milano, Confcommercio Milano, AFIP/CNA, patrocinato da Comune di Milano e Regione Lombardia, e supportato dalle singole Aziende AIF e dagli sponsor Gruppo Cimbali e ASUS.

PHOTOFESTIVAL 2017
20 Aprile/20 Giugno 2017 (12
ª edizione)
Un evento AIF - Associazione Italiana Foto & Digital Imaging www.aifotoweb.it
Direzione artistica: Roberto Mutti
Comitato organizzatore: Giovanni Augusti, Dario Bossi, Cristina Comelli, Pierluigi Mutti
In collaborazione con: Confcommercio Milano, Camera di Commercio di Milano, AFIP/CNA
Segreteria organizzativa: segreteria@milanophotofestival.it





--
www.CorrieredelWeb.it

giovedì 25 maggio 2017

Al via la prima edizione della Milano PhotoWeek dal 5 all’11 giugno 2017.

MILANO PHOTOWEEK: AL VIA DAL 5 ALL'11 GIUGNO LA PRIMA EDIZIONE CON OLTRE 150 INIZIATIVE IN CITTA'


Un palinsesto diffuso con oltre 150 iniziative in città: ogni giorno un appuntamento speciale in primo piano, appositamente ideato per la Milano PhotoWeek, oltre a un fitto programma di mostre, incontri, visite guidate, laboratori, progetti editoriali, opening e finissage, proiezioni urbane per una settimana tutta dedicata alla fotografia.
  
25 maggio 2017 - Dal 5 all'11 giugno Milano si arricchisce di una nuova iniziativa interamente dedicata alla fotografia, con la prima edizione della Milano PhotoWeek, promossa e coordinata dal Comune di Milano, Assessorato alla Cultura, realizzata in collaborazione con ArtsFor, con il supporto di Fondation Carmignac e Leica.

Un palinsesto diffuso che coinvolgerà più di cento sedi e circa 150 iniziative in città, con un calendario di appuntamenti speciali in primo piano appositamente ideati per la Milano PhotoWeek, cui si aggiungerà un'intensa programmazione di mostre, incontri di approfondimento, visite guidate, laboratori, progetti editoriali, opening, finissage, proiezioni, film e molto altro ancora.

Obiettivo della Milano PhotoWeek è valorizzare e promuovere la fotografia in tutte le sue possibili espressioni e forme per offrire ai cittadini, appassionati e non, una proposta diversificata e di qualità. Una manifestazione che vuole avvicinare il pubblico alla fotografia e ai luoghi della città che la trattano professionalmente, quindi musei, archivi, gallerie, laboratori, scuole, agenzie, collettivi, case editrici. 

La PhotoWeek è nata grazie alla collaborazione attiva di tutti i professionisti del settore che, chiamati a partecipare, hanno confermato l'importanza e la ricchezza del panorama culturale ed economico legato alla produzione fotografica milanese.

Il programma cartaceo della Milano PhotoWeek sarà inserito in un fotoromanzo che verrà distribuito in 20.000 copie. Milano ti guardo è il titolo del magazine, ideato e realizzato appositamente per raccontare una prima storia dedicata alla città, sdrammatizzando l'uso della fotografia, per affrontare con ironia ma estrema serietà un primo argomento: quello dei giovani e il lavoro. 

Tra gli appuntamenti in primo piano:
  • Lunedì 5 giugno apertura con il progetto 365+1 Ritratti a Milano ideato da Leica Camera Italia per Milano PhotoWeek: il progetto vedrà 30 fotografi professionisti milanesi alternarsi per l'intera settimana su un set fotografico a cielo aperto nello spazio antistante il Leica Store Milano. Qui, a turno, realizzeranno 365+1 ritratti  a  coppie  di  persone  che  vivono  e  abitano  Milanoe persone che la visitano, vi studiano, lavorano o vi passano parte del proprio tempo, con  l'intento  di  sottolineare  i  valori  di  identità,  multiculturalità,  attrattività  e  accoglienza che appartengono alla città.
  • Sempre lunedì 5 a partire dalle ore 21.00, opening serale a BASE Milano per una serata interamente dedicata ai collettivi fotografici dal mondo. Common Thinking sarà una lunga proiezione, protagonisti i gruppi di giovani fotografi rappresentanti dei progetti e dei linguaggi più significativi e contemporanei nel mondo. I collettivi sono l'alternativa alle agenzie, nuove forme di associazione che permettono ai fotografi di produrre idee e progetti, distribuirli, trovare finanziamenti. Common Thinking è curata da Cesura (collettivo italiano) per Milano PhotoWeek e ci permetterà di conoscere i francesi Fractures, i portoghesi Colectivo Photo, i peruviani Versus Photo, i serbi Kamerades, gli americani MJR. A seguire Transizioni, una delle più interessanti rassegne internazionali del film fotografico.
  • Martedì 6 giugno, a partire dalle ore 18.30, ai Frigoriferi Milanesi, una serata dedicata alla fotografia africana. In contemporanea al finissage della mostra Il cacciatore bianco che include opere di Seydou Keita, Malik Sidibé e Guy Tillim, la PhotoWeek presenta, in collaborazione con il Lagos Photo Festival, la proiezione Snapshots, dedicata ai lavori dei più rappresentativi autori della fotografia africana contemporanea e realizzata appositamente per l'occasione. Saranno racconti e linguaggi di grande forza che aprono a un mondo e a un'iconografia per noi ancora sconosciuti.
  • Mercoledì 7 giugno alle ore 21.00, nel chiostro di Fondazione Stelline, anteprima del documentario "Robert Doisneau: Through the Lens", di Clémentine Deroudille. Introduce la proiezione la regista. In collaborazione con CineWanted, che in occasione della Milano PhotoWeek propone una piccola rassegna cinematografica e due maratone per omaggiare alcuni tra i più grandi e conosciuti fotografi della storia.
  • Giovedì 8 giugno dalle ore 16.00 in Triennale, un pomeriggio a cura di MiBACT per la fotografia: nuove strategie e nuovi sguardi sul territorio. Si inizia alle 16.00 con una visita guidata alla mostra "La Terra Inquieta" per approdare a una conferenza dedicata al tema Fotografia e società: documento o espressione artistica?. Il MiBACT, dopo la prima tappa a Palermo dedicata alla fotografia, arriva a Milano in occasione della Milano PhotoWeek per attivare un incontro aperto a tutti. La sera, dalle 21.00 ancora in Fondazione Stelline per il film su Bill Cunningham e un'introduzione al prossimo PhotoVogue Festival che si terrà a novembre a Milano.
  • Da venerdì pomeriggio a domenica Piazza Gae Aulenti ospiterà WIDE PHOTO FEST 17, promosso da AIF - Associazione Italiana Foto & Digital, con un palinsesto di eventi e contest, dedicati a tutti, dai professionisti agli appassionati, per vedere ma soprattutto sperimentare le nuove tecnologie messe a disposizione dai principali marchi del settore.
  • Durante l'intera settimana si segnala la rassegna Archivi Aperti di Rete Fotografia, 17 archivi cittadini eccezionalmente aperti a tutti.
  • Sabato 10 giugno si terrà il laboratorio per bambini organizzato dal fotografo Paolo Ventura in collaborazione con MUBA, mentre da CineWanted in Via Tertulliano parte una maratona di due giorni di film dedicati ai grandi fotografi contemporanei. In Fondazione Stelline alle 18.00 i talk a cura di Sky Arte HD in occasione del lancio della seconda edizione di Master of Photography.
  • Infine, domenica 11 giugno, nell'area di Porta Nuova, il progetto 'ponte' tra la Milano PhotoWeek e la Milano ArchWeek dal titolo Milano Open Portrait, promosso dalla Fondazione Riccardo Catella nell'ambito della Porta Nuova Smart Community e curato dal fotografo e artista Antonio Ottomanelli: installazione "a sorpresa" che coniuga fotografia e architettura.
Sempre domenica 11 alle ore 19.00 alla Fondazione Riccardo Catella Magazine a confronto: dialogo sulla Fotografia Narrativa. Il senso dell'immagine secondo Icon, un incontro dedicato all'uso della fotografia nei magazine contemporanei.


Milano PhotoWeek
5-11 giugno 2017

Informazioni, programma completo su:
www.photoweekmilano.it
(gli orari ed eventuali costi di ingresso, consultabili sul sito della manifestazione, possono variare a seconda delle sedi)



--
www.CorrieredelWeb.it

sabato 13 maggio 2017

Mostra fotografica interattiva "Elevazione". Milano, dal 13 aprile al 4 giugno 2017

Dal 13 aprile al 4 giugno 2017
Vernissage ore 18.30, 12 aprile 2017
presso Alson Gallery

via S. Maurilio 11, Milano
Tel. 02 7208 0187 



Elevazione è un progetto espositivo fotografico site-specific dell'artista Giulio Crosara per Alson Gallery.
Ogni elemento della galleria è studiato per restituire l'esperienza dell'innalzarsi. 

L'altezza del soffitto di 5,29 metri, il colore bianco del pavimento e la sua riflessione, ogni particolare della struttura espositiva ha una sua funzione e produce  un rapporto armonico con le opere installate.

Una passerella sopraelevata realizzata per la mostra accoglierà il visitatore e, percorrendola, si avrà una prospettiva sempre diversa, godendo di una visione espositiva non convenzionale.

Lo sguardo dall'alto è libero di spaziare.
Esiste un ponte che si erge dalla profondità del reale e porta all'elevazione.

La mostra è dedicata alla memoria di Alessandro Rizzo giornalista, politico, organizzatore di eventi culturali e storico attivista per i diritti Lgbt, scomparso prematuramente all'età di 39 anni l'otto gennaio 2017.

ELEVAZIONE
testo di Giulio Crosara

Lo sguardo dall'alto è libero di spaziare.

La direzione che scelgo per dirigere lo sguardo determina la relazione che avrò con l'esterno.
Esiste un ponte che si erge dalla profondità del reale e porta all'elevazione.

Indagare il reale che sta di fronte a noi conduce oltre al conosciuto, è guardare all'invisibile.

Si crea così una visione lungimirante che come effetto solleciterà un nuovo modo di relazionarsi.

L'esposizione nasce nell'intenzione di rendere accessibile e fruibile questa esperienza.

Elevazione è un progetto espositivo site-specific.
Ogni elemento della galleria è studiato per restituire l'esperienza dell'innalzarsi.

L'altezza del soffitto di 5,29 metri, il colore bianco del pavimento e la sua riflessione, ogni particolare della struttura espositiva ha una sua funzione e insieme produce un rapporto armonico con le fotografie installate.

Una passerella sopraelevata accoglierà il visitatore e percorrendola si godrà di una prospettiva diversa.
Le fotografie sono scelte con un criterio costante.
La sensazione di stupore viene indagata.

Immagini del quotidiano focalizzano un momento preciso dove si avverte una sensazione immanente di passaggio, temporale o meteorologico. Come una porta che si apre su un mondo interiore nel quale chi osserva è chiamato ad entrare.

Ci sono modi diversi di osservare nella relazione con il quotidiano. Lo sguardo "dentro" e lo sguardo "fuori".
Per quanto concerne il primo, se sono immerso in me stesso, nella mia mente, e rincorro le mie urgenze, farò un'esperienza individuale, perché sarò attento a quello che accade nell'interiorità.

La proiezione del mondo esterno, per come lo vedo, avrà una forma decisa dalle mie percezioni.
Ma così avvertirò un'assenza, la mancanza del tutto.
Faccio invece del "tutto" la risorsa primaria che trovo attorno a me: lo sguardo "fuori".

Elevarsi non è rifugiarsi in un luogo distaccato e sospeso, è raggiungere un punto di vista privilegiato che parte dall'attenzione alle cose più semplici. Riconoscere e riconoscersi, godere della bellezza e stupirci di quello che accade, scopriamo così in noi stessi uno sguardo attento, forte di una nuova prospettiva.

Lo sguardo che permette di vivere il presente accorgendoci di quello che accade attorno a noi.

Elevarsi non vuol dire erigersi nella fermezza del proprio essere, ma  cambiare prospettiva sposando un cambiamento.
L'elevazione è una visione angelica.


--
www.CorrieredelWeb.it

venerdì 12 maggio 2017

Photofestivl 2017: Aprono i "Palazzi della Fotografia" Giureconsulti e Turati - 15/16 Maggio 2017


REALTÀ E FUTURO. DA MILANO AL MONDO
12a EDIZIONE

MILANO - 20 APRILE/20 GIUGNO 2017 

PHOTOFESTIVAL 2017
APRONO I "PALAZZI DELLA FOTOGRAFIA"
GIURECONSULTI E TURATI

La kermesse milanese dedicata alla fotografia d'autore debutta nei "Palazzi della Fotografia": dal 15 al 30 maggio si aprono le porte degli storici Palazzi Giureconsulti e Turati della Camera di Commercio Milano. La rassegna è in programma fino al 20 Giugno con 151 mostre fotografiche diffuse in 95 spazi espositivi di Milano e dell'hinterland. 

Milano, 11 Maggio 2017 - Proseguono a Milano le inaugurazioni del circuito espositivo di Photofestival 2017, la rassegna annuale di fotografia d'autore la cui 12a edizione, iniziata il 20 Aprile, è in programma fino 20 giugno con 151 mostre fotografiche diffuse in gallerie d'arte, musei, biblioteche, spazi pubblici e privati dell'intera città metropolitana.

I giorni 15 e 16 maggio hanno luogo rispettivamente i vernissage di Palazzo Giureconsulti e Palazzo Turati di Camera di Commercio di Milano, due dei quattro storici Palazzi della Fotografia presenti nel calendario espositivo di Photofestival (a giugno sarà la volta di Palazzo Castiglioni e Palazzo Bovara di Confcommercio Milano). Dal rapporto tra sport e disabilità alla realtà dei campi profughi, dalle armi trasformate in scultura al ribaltamento della prospettiva, queste le tematiche delle quattro mostre di grande spessore ospitate presso i Palazzi Giureconsulti e Turati. 

CAMERA DI COMMERCIO - PALAZZO GIURECONSULTI

Piazza Mercanti, 2 - Milano

Inaugurazione 15 maggio h 18.00

AA.VV. - A come Atleti
a cura di Roberto Mutti

Renato Barbàra, Marco Castagna, Gianluca Degli Innocenti, Marco Mariani, Pietro Mognetti e Fabiano Venturelli, componenti del Fotoclub Ombriano-Crema, si sono misurati con un tema intrigante e delicato, quello dello sport praticato dalle persone disabili. Passando con la stessa appassionata curiosità dal basket in carrozzella al tennis, dal nuoto all'atletica, i fotografi hanno realizzato un racconto corale di grande impatto, evitando la retorica del pietismo e raccontando di come lo sport viene vissuto come occasione di affermazione e rivalsa.

CAMERA DI COMMERCIO - PALAZZO TURATI

Via Meravigli, 9/b - Milano

Inaugurazione 16 maggio h 18.00

Andrea Nannini e Nucleo Documentazione della Croce Viola Sesto Fiorentino 
Idomeni: un viaggio ai confini dell'accoglienza

Abbandonare le proprie case per adattarsi alle tende, fuggire dalla guerra e trovarsi di fronte a grovigli fisici e metaforici di filo spinato, possedere poco più dei propri vestiti ma ancorarsi alla speranza. Questa mostra – che prosegue idealmente negli spazi di Cascina Roma a San Donato – raccoglie le immagini più evocative scattate nel campo profughi greco-macedone di Idomeni. Gli sguardi seri dei bambini, i gesti determinati dei loro genitori, quei panni che sventolano al sole, raccontano la voglia di essere normali in situazioni che non lo sono. 

Alessandra Battaggi
Sculture disARMAnti. Un insolito percorso delle armi

Kalashnikov AK47s, mine antiuomo, bazooka e proiettili sono i materiali utilizzati dai giovani artisti del "Nucleo de arte" di Maputo. Per evitare che le armi fossero rivendute ai paesi confinanti, perpetuando il loro scopo di uccidere, il gruppo di artisti mozambicani ha trasformato degli strumenti di morte in sculture che rappresentassero la voglia di pace diffusa nel paese. Il messaggio lanciato è semplice e chiaro: se un fucile diventa una sedia, l'uomo ha la possibilità di cambiare le cose.

Francesca Pozzi
Beyond the line

Nella progettualità di Francesca Pozzi il punto di partenza è un elemento che solitamente definisce il limite: l'orizzonte. Un limite che si veste di significato al cambiare della prospettiva. Così separa ma collega, si pone in relazione al determinato e all'indeterminato, al finito e all'infinito. Le fotografie di Pozzi sono la materializzazione dei confini di Aldous Huxley, quella composizione di vecchio mondo e nuovi mondi. E, esattamente come l'orizzonte, anche queste fotografie cambiano al cambiare della prospettiva grazie a un gioco di ribaltamenti. 

Confermando la sua originale formula (da un lato il Festival accoglie e organizza quanto già la città offre ma soprattutto stimola i diversi operatori a proporre nuove esposizioni, dall'altro promuove e produce numerose mostre), Photofestival consolida il proprio ruolo di evento di assoluto rilievo nel panorama della proposta culturale milanese, capace di concentrare il meglio dell'offerta dedicata alla fotografia nell'arco di due mesi, coinvolgendo un pubblico sempre più ampio.

Il catalogo cartaceo della manifestazione (stampato per la prima volta in versione bilingue italiano/inglese) è distribuito in tutte le sedi espositive e nei luoghi più significativi della città, mentre il programma completo, che include un calendario di incontri con autori, presentazione di libri, letture portfoli e proiezioni, è disponibile sul sito milanophotofestival.it

Promosso da AIF - Associazione Italiana Foto & Digital Imaging, Photofestival 2017 è realizzato in collaborazione con Camera di Commercio di Milano, Confcommercio Milano, AFIP/CNA, patrocinato da Comune di Milano e Regione Lombardia, e supportato dalle singole Aziende AIF e dagli sponsor Gruppo Cimbali e ASUS. 

 

PHOTOFESTIVAL 2017
20 Aprile/20 Giugno 2017 (12
ª edizione)
Un evento AIF - Associazione Italiana Foto & Digital Imaging 
Direzione artistica: Roberto Mutti
Comitato organizzatore: Giovanni Augusti, Dario Bossi, Cristina Comelli, Pierluigi Mutti
In collaborazione con: Confcommercio Milano, Camera di Commercio di Milano, AFIP/CNA
Segreteria organizzativa: segreteria@milanophotofestival.it

Download Press Kit





--
www.CorrieredelWeb.it
www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana. Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001. L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume. Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto. Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common. Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista indirizzo skype: apietrarota

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI