Cerca nel blog

venerdì 30 dicembre 2016

Modica (RG) - Conversazione con Giuseppe Leone, alla Galleria Lo Magno un incontro sulla fotografia

Modica (RG), 30/12/2016 Giovedì 5 gennaio alle ore 19.00, nei locali della Galleria Lo Magno (Via Risorgimento 91), adibiti per l'occasione a piccola sala per conferenze, il fotografo Giuseppe Leone incontrerà il pubblico per raccontare il proprio percorso artistico e commentare le immagini della mostra "Donne", esposte nella galleria. Dialogherà con lui Caterina Magliulo, autrice del testo inserito nel catalogo della mostra.

Fin dagli anni Sessanta Giuseppe Leone ha illustrato, attraverso preziose immagini fotografiche, gli Iblei e la Sicilia nei loro aspetti paesaggistici, antropologici, sociali, artistici e culturali, cogliendone l'autenticità e la bellezza. Un racconto per immagini, il suo, lungo quasi cinquant'anni,

accompagnato dalle parole di intellettuali come Sciascia, Bufalino, Consolo, Elvira ed Enzo Sellerio e tanti altri, con i quali l'artista ha condiviso lunghi anni di amicizia e intensi periodi di collaborazione professionale per la realizzazione di libri memorabili.

L'incontro offrirà al pubblico una duplice occasione. Da un lato, l'opportunità di ascoltare il racconto di un maestro della fotografia che, con la sua opera, ha contribuito a ridefinire la rappresentazione iconica dell'isola nell'immaginario collettivo in Italia e all'estero, e di dialogare con lui. 

Dall'altro, quella di ammirare la mostra "Donne", a cura di Giuseppe Lo Magno e Viviana Haddad, che propone un'attenta selezione di oltre trenta scatti in bianco e nero realizzati dal maestro ragusano in cinquant'anni di attività sui temi dell'erotismo e della sensualità femminile. 

Per visitarla ci sarà tempo fino al 14 gennaio (orari: da martedì a sabato, ore 10.00 -13.00 e 16.00-20.00).


Info e contatti
Galleria Lo Magno
via Risorgimento n. 91/93 Modica
Tel. 0932/763165
gallerialomagno@virgilio.it
www.gallerialomagno.it


Link al comunicato sulla mostra "Donne"




--
www.CorrieredelWeb.it

giovedì 22 dicembre 2016

In Conflict, 6° edizione di Visible White Photo Prize 2017

Al via la nuova edizione di Visible White Photo Prize 2017, premio internazionale per la fotografia artistica, il titolo del tema della sesta edizione è In Conflict.

In Conflict è curato da Laura Serani, che ha già fatto parte della 

Concorso fotografico a tema per opere e progetti, aperto a tutti senza limiti di età o esperienza, con mostra finale a Firenze.

Tema
Le nuove manie portano nazioni e persone a conflitti sociali e politici sempre più forti, con effetti imprevedibili sul comportamento personale e pubblico.

Tema, bando e come partecipare
www.premioceleste.it/InConflict2017

In palio 5.000 € di premi in denaro.
2.500 € Premio Progetto
1.500 € Premio Progetto, secondo classificato
1.000 € Premio Foto Singola


La giuria
  • Laura Serani, chief curator In Conflict, in giuria al World Press Photo Awards
  • Selva Barni, direttrice Fantom
  • Andrés Duprat, direttore Argentina Fine Arts Museum, Buenos Aires
  • Brigitte Lardinois, direttrice Archive Research, University of the Arts, London
  • Elisa Medde, managing editor Foam International Photography Magazine
  • Moritz Neumüller, direttore Fotografía Artística Contemporánea IDEP, Barcellona
  • Azu Nwagbogu, fondatore e direttore LagosPhoto Festival, Nigeria

La scadenza per le adesioni è il 28 febbraio 2017.

Entro il 31 marzo 2017 saranno rese pubbliche le 5 foto singole e i 10 progetti finalisti che parteciperanno alla mostra presso la Fondazione Studio Marangoni di Firenze, a maggio 2017.

Durante l'inaugurazione della mostra finale saranno decretati i vincitori.

Quota di adesione
  • 20 € foto singola, per ogni foto successiva 15 €
  • 50 € progetto fotografico (include fino a 10 foto), per i successivi progetti 40 €.

Sarà prodotto un catalogo che comprenderà le immagini e le presentazioni dei finalisti ed i testi critici del chief-curator di In Conflict Laura Serani.

In Conflict è una collaborazione tra Celeste Network e la Fondazione Studio Marangoni.

Contatti
Celeste team
info@premioceleste.it
tel. 0577 - 1521988




--
www.CorrieredelWeb.it

Compatta nel formato, grande nelle prestazioni: è in arrivo la nuova Cyber-shot™ HX350 con super zoom 50x




  • Obiettivo ZEISS® Vario-Sonnar T* con zoom ottico 50x e zoom Clear Image 100x[i] per primi piani mozzafiato
  • Comandi manuali e mirino elettronico per scatti professionali stile reflex anche con una fotocamera compatta
  • Sensore retroilluminato CMOS Exmor RTM da 20,4 megapixel effettivi con processore d'immagine BIONZ X
  • Optical SteadyShot e modalità Intelligent Active per foto e video stabili e perfettamente a fuoco
  • Inquadratura rapida e precisa dei soggetti in movimento grazie ai sistemi Lock-on AF e DMF (messa a fuoco diretta manuale) 
 
 
Paesaggi sconfinati, natura esotica, volti familiari: non esistono scene impossibili per il potentissimo zoom della fotocamera Sony Cyber-shot HX350.
I fotografi più esigenti, in cerca di qualcosa di più di uno smartphone, non rimarranno indifferenti al mix di funzioni intuitive e stile reflex di questa fotocamera. Praticissima da impugnare con una sola mano, la nuova HX350 racchiude prestazioni professionali e infinite possibilità creative in un corpo compatto con obiettivo fisso.
L'obiettivo ZEISS® Vario-Sonnar T* si adatta a qualsiasi situazione di scatto, grazie al potente zoom ottico con fattore d'ingrandimento 50x, che copre dai 24 mm del grandangolo ai 1200 mm del super teleobiettivo (equivalente al formato 35 mm). Inoltre, lo zoom Clear Image raddoppia l'ingrandimento effettivo dell'ottica portandolo a ben 100xi, per immortalare edifici, persone o animali come a pochi centimetri di distanza.
Come i professionisti sanno bene, le vibrazioni non sono l'ideale per scattare foto zoommate. Lo stabilizzatore Optical SteadyShot elimina il problema, modificando rapidamente la posizione di un gruppo di elementi ottici per correggere anche i tremolii più impercettibili e restituire risultati nitidi. La modalità Intelligent Active sfrutta la tecnologia di analisi dei frame proprietaria di Sony per ottenere lo stesso effetto sui video Full HD.
I cultori della fotografia rimarranno colpiti dal sensore retroilluminato CMOS Exmor R ad alta risoluzione con 20,4 megapixel effettivi e dal velocissimo processore d'immagine BIONZ X. Anche scattando a mano libera in ambienti chiusi o in condizioni di scarsa luminosità, immagini e filmati in Full HD risulteranno sempre definiti, vividi e a prova di rumore.
Nonostante l'estrema facilità d'uso, la nuova Cyber-shot HX350 fa sul serio in fatto di funzioni. Oltre alla ghiera manuale, che consente di regolare fluidamente zoom e messa a fuoco, il corpo macchina è provvisto di un selettore delle modalità e di un pulsante personalizzabile a portata di dito, per regolare all'istante le impostazioni preferite. In più, i comandi P/A/S/M permettono di sfruttare tutte le possibili opzioni di esposizione per creare immagini e filmati Full HD di grande impatto. I registi in erba apprezzeranno anche la dovizia di dettagli della modalità di ripresa a 24p, che non ha nulla da invidiare al grande cinema.
Per le inquadrature, è possibile scegliere se affidarsi al mirino elettronico ad alto contrasto – paragonabile a quello di una Reflex digitale – oppure passare allo schermo LCD da 7,5 cm (tipo 3.0) inclinabile manualmente con una risoluzione di 921.000 punti.
Tra le funzioni più avanzate spicca Motion Shot Video, che trasforma i servizi di tennis o le prodezze sul green in sequenze di immagini sovrapposte, una per ogni frazione di secondo. Una volta terminato lo shooting, per ammirare il risultato in tutto il suo splendore è sufficiente collegare la fotocamera a un televisore 4K – ad esempio un TV BRAVIA™ compatibile con la tecnologia TRILUMINOS™ Colour, garanzia di una visualizzazione intensa e realistica.
Per ulteriori dettagli sul modello HX350, cliccare qui. La fotocamera sarà in vendita in Europa a partire da gennaio 2017.
***
[i] In grandangolo

Materiale correlato

Immagini

Cmxwqqyai4aw79fblplb

HX350


Dimensioni  232 KB     Formato file  .jpg
Dimensioni immagine  600 x 400 pixel

G7kbiwtzxhjosluvrv00

HX350


Dimensioni  206 KB     Formato file  .jpg
Dimensioni immagine  600 x 400 pixel

Zlkhdike7g7bgcabqxbm

HX350


Dimensioni  193 KB     Formato file  .jpg
Dimensioni immagine  600 x 400 pixel

W44radaydfavdo6wzea9

HX350


Dimensioni  171 KB     Formato file  .jpg
Dimensioni immagine  600 x 400 pixel

Iizjseiylfavgrbieejc

HX350


Dimensioni  2,91 MB     Formato file  .jpg
Dimensioni immagine  2799 x 3000 pixel

T9uuw0dbbvaaud3hlboz

HX350


Dimensioni  2,16 MB     Formato file  .jpg
Dimensioni immagine  3000 x 2086 pixel

Xjtocezuib4lw1cjjjqt

HX350


Dimensioni  1,72 MB     Formato file  .jpg
Dimensioni immagine  3000 x 2086 pixel

Dl3dpejiw97iz2ppqlcj

HX350


Dimensioni  2,54 MB     Formato file  .jpg
Dimensioni immagine  3000 x 2087 pixel

Mavd51qlp6rr7isu1unv

HX350


Dimensioni  2,18 MB     Formato file  .jpg
Dimensioni immagine  3000 x 2088 pixel

Xtwr6hs1p3vg5sgnrnbr

HX350


Dimensioni  2,15 MB     Formato file  .jpg
Dimensioni immagine  3000 x 2086 pixel

Olu5snjagqfbzjkbxw3o

HX350


Dimensioni  2,65 MB     Formato file  .jpg
Dimensioni immagine  3000 x 2087 pixel



www.CorrieredelWeb.it

mercoledì 21 dicembre 2016

Prezzi e disponibilità della Nikon D5600, la nuova reflex con SnapBridge



La nuova D5600 è la relfex dedicata a chi desidera esplorare le infinite opportunità creative della fotografia ed è perfetta per chi scatta foto con gli smartphone ma desidera sviluppare il proprio talento e condividere la propria creatività con gli altri. 


Grazie all’ampio sensore d’immagine in formato DX da 24,2 megapixel è possibile catturare anche i dettagli più fini e ottenere foto e filmati incredibilmente nitidi. 


Il reattivo monitor touchscreen ad angolazione variabile e il mirino ottico offrono tutta la libertà necessaria per catturare la visione del mondo di ogni fotografo. 


Con Nikon SnapBridge, poi, gli utenti possono sincronizzare automaticamente la fotocamera con il proprio smart device e condividere istantaneamente gli scatti realizzati.


Caratteristiche principali:

- Nuovo sistema di connessione senza fili SnapBridge di Nikon, per una sincronizzazione e condivisione immediata sempre attiva
- Sensore in formato DX da 24,2 megapixel
- Processore di elaborazione delle immagini EXPEED 4
- Filmati Full HD e funzione Ripresa time-lapse
- Monitor ad angolazione variabile da 8,1cm (3,2 pollici) LCD con ampio angolo di visione, risoluzione di 1.037k punti e touchscreen sensibile
- Sistema AF a 39 punti e velocità di ripresa in sequenza fino a 5 fps.
- Ampia gamma ISO da 100-25.600
- Funzione Fn touch
- Mirino ottico

Prezzi suggeriti al pubblico:
solo body + SD 8GB Lexar Premium 300x: 819,00 €
in kit con AF-P 18-55 mm VR + SD 8GB Lexar Premium 300x: 929,00 €
in kit con 18-105 VR + SD 8GB Lexar Premium 300x: 1.090,00 €
in kit con 18-140 VR + SD 8GB Lexar Premium 300x: 1.139,00 €
in kit con AF-P 18-55 VR + AF-P 70-300 VR + SD 8GB Lexar: 1.249,00 €
 

L’Italia scala la classifica internazionale del concorso fotografico Wiki Loves Monuments 2016

Uno degli scatti vincitori del concorso italiano si piazza al quarto posto tra le 392 fotografie finaliste a livello globale provenienti da 42 concorsi nazionali.

Assegnati, inoltre, quattro Premi speciali dei partner e sette Premi locali.



Milano - È stata rivelata il 16 dicembre 2016 dal coordinamento internazionale del concorso fotografico Wiki Loves Monuments la classifica dei migliori scatti che raffigurano beni culturali a livello globale, condivisi dagli utenti con licenza libera su Wikimedia Commons, il grande repository di immagini di Wikipedia.

Anche quest’anno, come per l’edizione 2015, una delle fotografie vincitrici del concorso italiano ha conquistato una posizione nella classifica internazionale;Luci al tramonto, lo scatto che raffigura il Castello di Torrechiara (Langhirano – PR) ad opera di Lara Zanarini, sesta classificata a livello italiano, si piazza al quarto posto a livello mondiale.

Questo importante risultato conferma l’alta qualità degli scatti condivisi dagli utenti italiani e l’importanza del concorso Wiki Loves Monuments nel nostro Paese” ha commentato Cristian Cenci, project manager del concorso per Wikimedia Italia “continueremo a lavorare perché il nostro patrimonio culturale sia preservato e accessibile a tutti”.


I partner storici del concorso italiano assegnano i loro Premi speciali
In concomitanza con l’annuncio della giuria internazionale, anche i partner storici del concorso a livello nazionale hanno rivelato i vincitori dei loro Premi speciali per l’edizione 2016.

Di indubbio valore il Premio attribuito da FIAF, la Federazione Italiana delle Associazioni Fotografiche, che ha supervisionato tutte le fasi di valutazione del concorso. La fotografia vincitrice, che già si era piazzata al 4° posto a livello nazionale, raffigura il centro storico di Matera.

Si aggiudica il Premio di WWF Italia per la migliore fotografia raffigurante un monumento naturale lo scatto dell’Isola di Sant’Andrea nel lago di Loppio, in Trentino. 

La Fondazione Gran Paradiso - ente della Valle d’Aosta da sempre vicino a WLM Italia - ha invece deciso di assegnare la palma del proprio concorso speciale, dedicato al miglior inserimento di un monumento culturale nel contesto naturale, alla pluridecorata Lara Zanarini, autrice dello scatto che raffigura il Castello di Torrechiara premiato sia a livello nazionale che internazionale.

Infine ICOM Italia, l’associazione che riunisce professionisti museali e importanti istituzioni a livello nazionale, ha riconosciuto come vincitrice la fotografia raffigurante le saline di Trapani e Paceco in Sicilia.


Un viaggio tra le meraviglie del nostro Paese con gli scatti vincitori dei Premi locali
Diversi coordinamenti regionali di Wikimedia Italia e associazioni locali legate al concorso hanno scelto di partecipare all’edizione 2016 di WLM, attribuendo un premio ai migliori scatti del proprio territorio.
#WLPiemonte, organizzato per il secondo anno in collaborazione con l’associazione WeLand, premia uno scatto realizzato in Monferrato nella città di Asti. Al secondo e terzo posto si collocano una fotografia della Sacra di San Michele e della Chiesa di Santa Chiara di Bra.

Per l’edizione 2016 si è scelto, inoltre, di assegnare un riconoscimento alla miglior fotografia scattata sul territorio di Guardia Piemontese, cittadina della provincia di Cosenza creata da emigranti piemontesi insediatisi in Calabria. Con il supporto della giuria del Tirreno Cosentino il team piemontese ha scelto di premiare uno scatto di Emanuele Santoro.

La prima edizione del concorso regionale in Lombardia vede trionfare una fotografia della Cattedrale di Como opera di Marco Pacini. Completano il podio il Castello di San Giorgio di Legnano e il Museo del tessile di Busto Arsizio

La città dell’Altomilanese ha scelto, inoltre, di assegnare un premio anche al miglior fotografo sul proprio territorio, che va ad un’immagine del Monumento equestre a Enrico Dell’Acqua.

Prima edizione anche per #WLTrentino, dove trionfa uno scatto naturalistico che ritrae il biotopo “canneto d’Idro” in una nebbiosa atmosfera del primo mattino. 

Anche per il concorso trentino è prevista l’attribuzione di una menzione speciale, istituita dal comune capoluogo di Trento: il Premio va a Franco Visintainer con il suo scatto del Mausoleo di Cesare Battisti.

Vince WLM Toscana, organizzato dal coordinamento regionale di Wikimedia Italia, un’immagine dell’incantato Ponte romanico nel territorio di Bibbiena, seguito dal Lago di Chiusi e dalla Biblioteca Marucelliana di Firenze

Per l’edizione 2016 si aggiunge alla lista la Basilicata dove trionfa il Castello Federiciano di Melfi, sul podio insieme ad uno scatto che raffigura i resti di un tempio presente nel Parco archeologico del Metaponto e dalla Piazza di Tito in bianco e nero.

Giungiamo in fondo allo stivale con Wiki Loves Tirreno Cosentino, evoluzione dello storico concorso di Fiumefreddo Bruzio, dove l’utente Vittorio Martire si aggiudica le prime due posizioni con i suoi suggestivi scatti dei monumenti di Amantea, completa il trio un’immagine della Chiesa di Santa Maria di Monte Persano.


La classifica internazionale completa è disponibile a questo link 



Wikimedia Italia
Wikimedia Italia è il capitolo italiano ufficiale della Wikimedia Foundation, la fondazione che sostiene Wikipedia in tutto il mondo.  

È un’associazione di promozione sociale che, dal 2005, contribuisce attivamente con i suoi progetti e grazie al lavoro dei volontari a diffusione, miglioramento e avanzamento del sapere e della cultura. 

Wikimedia Italia promuove lo sviluppo dei progetti della Wikimedia Foundation, Inc. primo fra tutti Wikipedia, e le sue traduzioni in lingua italiana. 

Wikimedia Italia lavora ogni giorno in collaborazione con le istituzioni culturali italiane, per la raccolta e la diffusione gratuita di contenuti liberi (open content). Con “contenuti liberi” si definiscono tutte le opere contrassegnate dagli autori con una licenza che ne permetta l’elaborazione e la diffusione a titolo gratuito.
www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana. Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001. L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume. Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto. Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common. Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista indirizzo skype: apietrarota

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI