Cerca nel blog

giovedì 31 dicembre 2015

AL MIC DAL 2016 AL 1916 CON IL NUOVO STEREOSCOPIO SU MILANO_da venerdì 1 gennaio_MIC - Museo Interattivo del Cinema

MIC – MUSEO INTERATTIVO DEL CINEMA
Viale Fulvio Testi 121, Milano

AL MIC DAL 2016 AL 1916 
CON IL NUOVO STEREOSCOPIO SU MILANO
Da venerdì 1 gennaio 2016

Da venerdì 1 gennaio 2016 presso il MIC - Museo Interattivo del Cinema sarà esposto uno STEREOSCOPIO che ospita al suo interno lastre fotografiche su vetro per la visione 3D che riproducono alcuni scatti davvero straordinari di Milano esattamente cento anni fa, nel 1916.

Per celebrare l'inizio del nuovo anno, la Cineteca ricorda la città di Milano con uno Stereoscopio che ci catapulta indietro di cento anni, nel 1916, attraverso alcuni scatti incredibili della nostra città.

Restaurato dall'Associazione per il Restauro degli Antichi Strumenti Scientifici (Brera), l'ultimo arrivato è uno Streoscopio da tavolo PF, prodotto in Francia nel 1905. Dentro è possibile vedere alcuni scatti davvero commoventi che ritraggono il Duomo, il Castello Sforzesco, l'Arco della Pace, il Teatro alla Scala, parchi innevati e altre zone di Milano e, inoltre, anche alcune vedute europee 3D su vetro.


INFO
info@cinetecamilano.it
www.cinetecamilano.it

Cineteca Milano @cinetecamilano


MODALITÀ D'INGRESSO AL MIC – MUSEO INTERATTIVO DEL CINEMA
Biglietto d'ingresso intero: € 5,50
Biglietto ridotto: € 4,00
Biglietto d'ingresso adulto + bambino: € 6,00


--
www.CorrieredelWeb.it

martedì 15 dicembre 2015

Scatta, cancella, scatta di nuovo… Ma quanto è difficile gestire al meglio selfie e foto varie? Lo spiega una ricerca WD

Il 51% degli intervistati per fare spazio sul cellulare cancella regolarmente i contenuti…
ma poi spesso se ne pente. 
1 su 4 definisce i propri contenuti digitali "inestimabili"


Milano, 15 dicembre, 2015 – Dover decidere quale foto o video cancellare per liberare spazio su smartphone o tablet…e poi pentirsene: è un vero e proprio problema esistenziale secondo i risultati di una ricerca condotta da Western Digital.

Il report, che osserva come gli utenti dei principali mercato occidentali - Regno Unito, Francia, Germania e Nord America - creano, fruiscono, condividono e archiviano i propri contenuti digitali, ha rilevato che nonostante 1 su 4 attribuisca un valore "inestimabile" ai propri contenuti digitali, spesso cancellarne alcuni è necessario. 

In particolare, sacrificare una foto o un video è un'evenienza regolare per quasi un quinto (19%) di tutti gli appartenenti tra i 16 e i 45 anni, e questo dati sale a oltre la metà (51%) se si considerano i gruppi più giovani dai 16 ai 34 anni.

In maniera simile, il 47% di questo gruppo d'età afferma di rimanere senza spazio sul proprio dispositivo mobile su base settimanale mentre per il 45% è un problema su base giornaliera.


--
www.CorrieredelWeb.it

"Torino vista dal cielo", il primo libro fotografico con immagini aeree notturne di Torino

Le immagini di Fabio Polosa, specializzato in fotografia aerea, celebrano la bellezza della città della Mole in un volume che – novità assoluta nel nostro Paese per opere di questa tipologia – fa largo uso di scatti aerei notturni.
Torino, 15 dicembre 2015È già nelle librerie di Torino il libro fotografico "Torino vista dal cielo", di Fabio Polosa, edito da Fabiano Gruppo Editoriale, il primo libro con scatti fotografici notturni di Torino.
L'opera, in vendita al prezzo di 49,99 euro, presenta 180 fotografie inedite e consta di 240 pagine in formato di pregio, con veste editoriale curatissima, ed è parte di un progetto che vede la contemporanea uscita a Milano e a Genova di analoghi volumi dedicati alle rispettive città: Milano vista dal cielo e Genova vista dal cielo, sempre attraverso l'obiettivo di Polosa.
Caratteristiche e lavorazione
La fotografia di un grande centro urbano non deve solamente rispondere a canoni estetici, ma anche saper raccontare la vita di chi vi abita e di chi nel corso di millenni ha via via contribuito alla stratificazione delle città.
La difficoltà più grande, pertanto, è stata la ricerca dei soggetti, particolari architettonici, panoramiche o piccoli spaccati di vita quotidiana: localizzare un paese o uno scorcio tra le colline è relativamente semplice, individuare un edificio specifico in un centro abitato è tutta un'altra cosa.
«Le città viste dall'alto sono estremamente diverse e il rischio di riprendere quasi solo tetti era molto concreto», racconta l'autore. «Fortunatamente, grazie a un'attenta pianificazione delle modalità di volo, all'abilità del Comandante Francesco Za e a molta cura in fase di scatto è andato tutto per il meglio, e il materiale raccolto, circa 25.000 scatti, si è dimostrato ai livelli sperati se non addirittura superiore».
Altro fatto degno di nota: per la prima volta in Italia un libro di fotografia aerea si presenta con largo uso di scatti notturni, una novità da tempo presente in pubblicazioni internazionali, che da noi non ha ancora preso piede, per complicazioni sia normative sia tecniche, poiché l'elicottero è tutt'altro che una piattaforma stabile e priva di vibrazioni. «L'unico modo per scoprire l'effettiva fattibilità con i mezzi a disposizione era provare», conclude Polosa, «e a posteriori posso dire che ne è valsa la pena».
Riprese aeree e testi
Le sessioni fotografiche hanno avuto luogo nei mesi di ottobre e novembre 2014 a bordi di elicotteri Avionord.
Il volume, come gli omologhi su Milano e Genova, è corredato da testi, a cura del giornalista e scrittore Stefano Ferri, che delineano il profilo storico e urbanistico nonché il lifestyle della città.
Il libro può essere ordinato online su www.immagine.com mentre se si desiderano ulteriori informazioni sul fotografo e visionare altri suoi lavori è possibile visitare il sito web  www.fabiopolosa.com.
---
BIOGRAFIA FABIO POLOSA 
Fabio Polosa, classe 1980, è fotografo professionista. Ha creato decine di cataloghi e siti web, impaginato decine di migliaia di pagine gestendo uno studio grafico, e si è poi dedicato prevalentemente a progetti fotografici "narrativi" capaci di accompagnare i lettori (sia cartacei sia digitali) in un volo attraverso paesaggi del quotidiano che, talvolta cambiando prospettiva, diventano incantati.
I suoi ambiti fotografici d'elezione sono la fotografia aerea, il paesaggio, la fotografia industriale e la fotografia di viaggio. Le principali zone lavorative sono fra il Piemonte e la Liguria, ma ovviamente non esclude setting in qualsiasi parte del mondo, anzi.
Ha debuttato in libreria nel 2011 col volume La provincia di Alessandria vista dal cielo, cui ha fatto seguito nel 2012 La provincia di Asti vista dal cielo. Tra i suoi titolo, anche Vigne in volo – i vigneti di Langhe, Monferrato e Roero visti dal cielo e Emozioni dal Monferrato. A cavallo tra il 2014 e il 2015, infine, esce il trittico Milano vista dal cielo, Torino vista dal cielo e Genova vista dal cielo (previsto per inizio 2016).

lunedì 14 dicembre 2015

NIKON: quattro fotografi trasformano i parcheggi in scenari straordinari

Nikon eleva il quotidiano e trasforma i parcheggi in scenari straordinari

Nikon eleva il quotidiano e trasforma la fotografia di soggetti tradizionalmente privi di aspetti artistici attraverso un progetto fotografico originale ed inedito che tramuta alcuni comuni parcheggi in scenari sensazionali.

Quattro fotografi professionisti provenienti da tutto il mondo hanno utilizzato una Nikon D750, ideata per ispirare i fotografi a cogliere il potenziale creativo di ogni soggetto, per dimostrare che con un’adeguata attrezzatura, con la giusta mentalità e con le necessarie competenze i fotografi possono scattare immagini suggestive anche degli ambienti apparentemente più noiosi e insignificanti. 

“Una delle principali sfide creative per i fotografi è quella di ritrarre un soggetto che permetta alla loro fotografia di emergere dalla moltitudine di immagini simili già esistenti” spiega Adrien Barakat, uno dei quattro fotografi di chiara fama coinvolti nel progetto. “È facile focalizzarsi sugli scatti più tradizionali, ma un fotografo davvero creativo deve saper trovare la propria storia in qualsiasi ambiente. Abbiamo dimostrato che si possono prendere luoghi di tutti i giorni ed elevarli a un qualcosa di straordinario padroneggiando la tecnica, prendendosi il tempo necessario a comprendere il soggetto nella sua natura e preparando gli scatti con la massima cura”.





Ognuno dei quattro fotografi è stato scelto per la sua comprovata abilità nel cogliere la bellezza nelle cose che non offrono un valore estetico tradizionale. La libera interpretazione individuale delle istruzioni per il progetto ha spinto Alastair Philip Wiper a ritrarre parcheggi isolati e immersi nell’oscurità delle notti danesi facendo leva su connotazioni cinematografiche, mentre Aaron Pegg ha fotografato una ballerina con la tecnica del ritratto in movimento che induce l’occhio a osservare le linee principali e i punti di fuga in tutta l’area ritratta. 
Lo svizzero Adrien Barakat ha indagato la teoria secondo la quale “ogni cosa è un soggetto da ritrarre e ogni soggetto ha il proprio ritmo” illustrando i diversi modi in cui è possibile migliorare l’immagine di un parcheggio sfruttandone la naturale dimensione anonima e la tipologia. Juan Jerez, fotografo andaluso attivo in Francia, ha scelto di giocare con la luce e con la presenza di oggetti insoliti per dimostrare come la bellezza di un’immagine non dipenda dal soggetto, ma dal modo in cui lo si rappresenta.


“Nikon mi ha sfidato a ispirare i miei colleghi fotografi ad alzare l’asticella della loro creatività e, contemporaneamente, migliorare le loro abilità fotografiche” dichiara Juan Jerez. “Per me è stata l’occasione giusta per dimostrare come la combinazione di creatività e tecnica sia il fattore chiave per rivelare la bellezza che si cela dietro l’apparente anonimato di certi luoghi, non solo dei parcheggi.”






Nikon ha raggiunto Alastair Philip Wiper sul suo set fotografico a Copenaghen per conoscere i particolari dietro le quinte del suo lavoro per questo progetto, disponibili al seguente video



Nikon sfida i fotografi d’Europa a seguirne l’esempio condividendo i loro scatti di nuova ispirazione tramite l’hashtag #ElevareIlQuotidiano.

Per il progetto, i fotografi hanno utilizzato la seguente attrezzatura Nikon:

·          Nikon D750

·          AF-S NIKKOR 28-300mm f/3.5-5.6G ED VR

·         AF-S NIKKOR 24mm f/1.4G ED

·         AF-S NIKKOR 24–70mm f/2.8E ED VR


Informazioni sui fotografi:

Alastair Philip Wiper: Alastair è un fotografo e scrittore inglese che risiede a Copenaghen. Ciò che viene creato e costruito dall’uomo lo affascina. Il fotografo adotta un approccio antropologico verso i propri soggetti, ricercandone la bellezza non intenzionale all’interno di un’infrastruttura.

Juan Jerez: Juan è un fotografo e architetto spagnolo che lavora a Parigi. Si è specializzato nella creazione di immagini che raccontano una storia senza bisogno di parole: attraverso l’uso sapiente di luci, ombre e forme ci offre una diversa chiave di lettura del mondo.

Aaron Pegg: Aaron è un fotografo di New York che nel novembre 2013 ha iniziato a scattare fotografie alle stazioni deserte della sua città, ispirato dalle immagini su Instagram che lo hanno convinto a prendere una fotocamera e “mostrare le stazioni nel loro aspetto più grezzo, ritraendo le linee principali, la profondità di campo e la simmetria per mostrarne la bellezza”.

Adrien Barakat: Adrien è un fotografo e architetto svizzero. Facendo leva sulle sue conoscenze in architettura, ha saputo sviluppare un occhio critico davvero eccezionale, un’ottima comprensione dello spazio e una spiccata cura del particolare che gli permettono di esprimere la forza e le qualità estetiche dei soggetti immortalati.



14 Dicembre 2015

sabato 12 dicembre 2015

Nikon Coolpix L31: il regalo semplice e tecnologico da Natale a San Valentino!



La Nikon Coolpix L31 è la soluzione perfetta per realizzare belle immagini con semplicità.

Questa fotocamera da 16 megapixel è infatti facile da usare, affidabile e conveniente e garantisce ottimi risultati. 

Lo zoom ottico 5x è ideale per la ripresa di bellissimi ritratti, mentre la registrazione di filmati HD è attivabile con la pressione di un solo pulsante, in modo da passare con semplicità dalla ripresa foto a quella video.

Caratteristiche principali:
- Semplicità di utilizzo
- Sensore di immagine CCD da 16 MP
- Obiettivo zoom ottico NIKKOR 5x
- Registrazione di filmati HD
- Impugnatura comoda e chiaro layout dei pulsanti
- Batterie AA
- Dimensioni: circa 96,2 x 60,4 x 29,2 mm

Prezzo suggerito al pubblico: 65,00 Euro

domenica 6 dicembre 2015

Teatro Carcano Milano: mercoledì 9 dicembre inaugurazione mostra fotografica LEGAMI




Mostra fotografica
                    Teatro Carcano - dal 9  dicembre  2015
Il Centro d’Arte Contemporanea Teatro Carcano  ha dato vita ad  un articolato  progetto artistico, in occasione della  messa in scena dello spettacolo Due donne che ballano di Josep Maria Benet i Jornet  con Maria Paiato e Arianna Scommegna, realizzando  la  mostra fotografica dal titolo Legami a cura di Elisa Greco  e la pubblicazione  del testo dello spettacolo  da parte di Mattia Visani di Crue Press
                                                        
 La mostra si snoda  attraverso  ritratti di figure femminili fotografate da Marina Alessi per  interpretare  il significato dei legami nella vita e per la vita. Ad essere fotografate  sono state dodici protagoniste  scelte  per il loro  profilo,  per  il mix delle loro  forti personalità, per l’essere  rappresentanti delle diverse sfaccettature dei legami  tra le complesse  realtà della società: da Parigi Giorgia Abeltino direttore Public Policy & Cultural Institute Google; Annamaria Bernardini de Pace avvocato; Sandra Bonzi giornalista e scrittrice; Veronica Cruciani regista di  Due donne che ballano; Costanza Esclapon direttore Relazioni esterne e  Comunicazione Rai; Francesca Frediani Grande Fabbrica delle Parole; Elisa Greco Comunicazione  e Creatività; Maurizia Iachino Leto di Priolo presidente OXFAM; Serena Sinigaglia  regista  teatrale; A I.BI Amici dei Bambini con  Roberta Rossi – Chiara Secchi –Valentina Griffini  per Adozione nell’ Adozione; Fondazione Umberto Veronesi con  Gabriella Doneda per il progetto  Pink is Good  e il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia con  Greta Savoldelli - Elena Sironi - Paola Ungaro del Team exhibition design.   

Elisa Greco, curatrice della mostra, sottolinea che ” in linea con la filosofia  dell’ attenzione alla creatività e al talento in “fieri” che caratterizza il Centro d’arte contemporanea Teatro Carcano  è stato scelto di realizzare l’ allestimento e la comunicazione della mostra  con la  collaborazione  dei partecipanti  all’ 8° Master in Economia e Management dell’Arte e dei Beni Culturali della Business School de il Sole24Ore

Marina Alessi specializzata in ritratti, ha colto, attraverso il suo obiettivo, i protagonisti di teatro, cinema, televisione e della cultura, come ritrattista e fotografa di scena. I suoi scatti cercano un’esperienza fuori dal tempo per scoprirsi come mai ci si era visti prima: un’espressione segreta, uno sguardo celato, l’anima che si mette in posa. Esperienze che ha saputo far vivere ai soggetti ritratti, in un lungo e intenso percorso professionale che l’ha portata ad essere oggi una delle più importanti ritrattiste italiane.
Inaugurazione  mercoledi 9 dicembre  2015   Teatro Carcano  ore  18,30 in occasione della prima dello spettacolo Due donne che ballano.      
La visita della mostra è ad ingresso gratuito ed è possibile durante gli orari di apertura del teatro.

sabato 5 dicembre 2015

Le idee regalo di Rollei per un Natale da ricordare con fantastiche immagini: dalle Actioncam 4K agli accessori per un selfie perfetto.


Milano, 5 dicembre 2015 - Il catalogo Rollei offre numerose idee per un regalo utile e originale allo stesso tempo: ecco di seguito alcune tra le più interessanti.

 

Actioncam 420
La nuova Rollei Actioncam 420, con risoluzione 4K, offre tutta la nitidezza che gli sportivi desiderano per le loro riprese, in acqua come in ogni altra situazione. 

Con la nuova Actioncam 420, Rollei propone una videocamera di fascia alta, con risoluzione video 4K, ad un prezzo veramente competitivo. 

Con la risoluzione 4K e dieci fotogrammi al secondo tutti gli appassionati possono realizzare video dettagliati e fluidi, mentre in modalità HD la Actioncam 420 permette di registrare fino a 60 fotogrammi al secondo. 

Le funzionalità di Loop, Slow & Quick Motion consentono inoltre di rendere le riprese ancora più vivaci e movimentate. Va anche sottolineato che grazie ai 12 megapixel di risoluzione la Rollei Actioncam 420 permette di realizzare ottime fotografie.

La Actioncam 420 è disponibile a 199,99 Euro (prezzo al pubblico raccomandato)
ePano Selfie
Con ePano Selfie, Rollei amplia le possibilità di ripresa per i patiti del selfie, permettendo di realizzare col proprio smartphone perfette riprese panoramiche a 360°. 

La testa rotante, che pesa solo 100 grammi, si monta facilmente su qualsiasi asta telescopica grazie alla vite da ¼ di pollice e può sostenere smartphone e Actioncam pesanti sino 500 grammi. ePano Selfie può anche essere utilizzato come supporto da tavolo grazie ai tre piedini a scomparsa. 

Con il telecomando a infrarossi incluso è inoltre possibile controllarlo sino a 5 metri di distanza. Rollei ePano Selfie può essere utilizzato con smartphone dotati di iOS 5.0 o superiore, Android 2.3.6 e superiori ed è compatibile con Bluetooth 3.0 e Bluetooth 4.0. 

È disponibile a 54,99 Euro (prezzo al pubblico raccomandato)
 
Colorati e allegri: Selfie Stick 4 Life e 4 Style
Rollei Selfie Stick 4 Life è una robusta asta telescopica in alluminio, allungabile sino 90 centimetri, lunga 22 centimetri quando è chiusa. 

L'autoscatto è controllato attraverso un telecomando Bluetooth 3.0 integrato nell'impugnatura. Rollei Selfie Stick 4 Life è disponibile nei colori rosso, blu, nero e titanio a 44,99 € (prezzo al pubblico raccomandato). Rollei Selfie Stick 4 Style è invece una versione particolarmente compatta e comoda da trasportare: quando è chiusa misura soltanto 12 centimetri, sta quindi comodamente anche in una borsetta. 

Alla massima estensione misura 50 centimetri ed è dotato di telecomando di scatto Bluetooth separato. Rollei Selfie Stick 4 Style è disponibile in rosa, oro, titanio e nero a 34,99 € (prezzo al pubblico raccomandato).


About Rollei Fondato nel 1920 in Germania, il produttore di macchine fotografiche Rollei divenne famoso negli anni trenta grazie alla fotocamera reflex biottica Rolleiflex. 

La popolare, e largamente imitata, fotocamera era nota per l'eccezionale qualità costruttiva ed ebbe un grande impatto sulla fotografia. Per oltre 90 anni Rollei ha reso il mondo della fotografia accessibile a chiunque, aiutando milioni di persone a registrare i propri ricordi. 

Dal 2009 Rollei vende tecnologie consumer in oltre 20 paesi Europei. Il portafoglio prodotti attuale include tripodi professionali, fotocamere digitali, videocamere, accessori per smartphone e altri prodotti legati a foto e video. I prodotti Rollei sono disponbibili sul sito www.rollei.com e su Amazon.com. Il partner per il canale in Italia è il distributore Mafer (http://www.maferfoto.it/ )
www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana. Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001. L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume. Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto. Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common. Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista indirizzo skype: apietrarota

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI