Cerca nel blog

martedì 29 settembre 2015

A PHOTOSHOW 2015 LA FOTOGRAFIA INCONTRA IL DESIGN (Milano, Superstudio Più, 23/25 ottobre)

Milano, Superstudio Più, 23-25 ottobre 2015

LA FOTOGRAFIA INCONTRA IL DESIGN. 
A PHOTOSHOW 2015, IL PIU' IMPORTANDE EVENTO ITALIANO DEL MONDO IMAGING, LE ECCELLENZE ITALIANE DEL DESIGN D'ARREDO, MOTOCICLISTICO E AUTOMOBILISTICO PER GLI OBIETTIVI DEI VISITATORI

Un'occasione unica per fare vivere al pubblico l'esperienza Imaging: questo l'obiettivo di Photoshow 2015, l'evento promosso da AIF - Associazione Italiana Foto & Digital Imaging che giunge alla 15 edizione con una formula rinnovata, che intende mettere in luce, accanto alle novità tecnologiche, la carica emozionale delle immagini.

E proprio per coinvolgere e offrire tante occasioni di scatto al pubblico, il nuovo Photoshow prevede un programma strutturato di eventi, workshop e mostre fotografiche sotto il filo conduttore di quattro eccellenze italiane: Fashion, Food, Design, Art & Landscape, temi che da sempre hanno un rapporto molto stretto con la fotografia e l'Imaging.

Ogni tema avrà il suo palcoscenico privilegiato all'interno di Superstudio Più; nell'arco delle tre giornate della manifestazione sui quattro palchi si alterneranno eventi, contributi e iniziative, il prodotto di sinergie e collaborazioni attivate da AIF e Vision Plus, event agency organizzatrice dell'evento, con alcuni importanti marchi italiani, simboli indiscussi delle nostre eccellenze. 

Tante realtà da vedere e fotografare con il supporto di fotografi autorevoli che illustreranno al pubblico le proprie tecniche e forniranno i propri consigli per eseguire gli scatti migliori.

Il programma Eventi dell'area DESIGN, collocata nell'Art Garden di Superstudio Più, è dedicato ad alcuni grandi nomi del Design italiano d'arredo, motociclistico e automobilistico.

Venerdì 23 Ottobre 2015, ore 10.00-22.00
Un giocoso e coinvolgente set fotografico del marchio d'arredo SLIDE, la prima azienda a produrre mobili luminosi di design, elementi che sono diventati la chiave del suo successo, 100 % Made in Italy.
La collezione SLIDE comprende innovativi arredi caratterizzati da un utilizzo eccezionale della luce, ideali per ambienti outdoor e indoor, dal design pulito ed ironico. 
A Photoshow 2015 SLIDE presenta la lussuosa e scenografica linea di mobili ispirata allo stile barocco reinterpretato in chiave moderna attraverso una forte carica di ironia e colore: la Design of Love Collection. Una collezione 100% Made in Italy e un contenitore di idee ed emozioni che si originano dalla semplicità di un solo materiale, il polietilene. Una linea di arredamento completa, che grazie al suo carattere trasversale si presta a innumerevoli interpretazioni e atmosfere diverse, dando nuovo respiro sia alle abitazioni private che agli interni di importanti catene di design hotel, showroom, club, ristoranti e happening internazionali legati alla moda, all'arte e al design. 

Sabato 24 Ottobre 2015, ore 10.00-22.00
L'eccellenza nel settore motociclistico italiano è protagonista con un veicolo artigianale Millepercento Scighera motorizzata Moto Guzzi.
Una creazione esclusiva in quanto a design e soluzioni meccaniche, in cui convivono il prestigio del leggendario brand Moto Guzzi e l'intraprendenza e l'estro creativo di Millepercento, factory tutta italiana (per la precisione brianzola) specializzata nella realizzazione di motociclette su base Moto Guzzi.
Una realtà giovane ma che i grandi appassionati delle due ruote e dei due cilindri "Made in Italy" conoscono già bene: oltre ad essere la concessionaria Moto Guzzi più grande del mondo, Millepercento si è fatta apprezzare per i propri modelli esclusivi dal fascino seducente, tra cui la naked sportiva Scighera, una moto italiana al 100% che colpisce per la raffinata semplicità e l'estrema compattezza.

Domenica 25 Ottobre 2015, ore 10.00-20.00
Un esemplare storico del design automobilistico italiano: Cisitalia 202 Spider Nuvolari
Il fascino senza tempo delle auto d'epoca rivive a Photoshow con un pezzo unico: una Cisitalia 202 Spider Nuvolari, progettata nel 1947 dall'Ing. Giovanni Savonuzzi su volere di Piero Dusio e realizzata in 220 esemplari.
Una vera e propria opera d'arte: dal 1951, una Cisitalia 202 è esposta al Museum of Modern Art di New York come esempio di scultura mobile.
Per rendere omaggio al design e alla storia di quest'auto, sarà allestito un set con modelle in stile anni '50 dal sapore retro che saprà offrire ispirazione per i fotografi.

PHOTOSHOW 2015
23-25 Ottobre 2015
Milano, Superstudio Più, Via Tortona 27
Ore 10.00/22.00 - Domenica 10.00/20.00
Ingressi: 
Giornaliero intero € 9,00 - ridotto € 6,00
Tre giorni intero € 16,00 - ridotto € 10,00
Serale € 5,00 (dalle 19.00)
www.photoshow.it

Nikon annuncia l’edizione 2015 del Nikon European Film Festival



Al via le iscrizioni online per il concorso di cortometraggi, alla sua seconda edizione annuale, supportato dall’organizzazione di cinema indipendente Raindance e da Asif Kapadia
Torino, 29 Settembre 2015Nikon annuncia oggi il ritorno del Nikon European Film Festival, organizzato in collaborazione con Raindance, che vedrà quest’anno il regista Asif Kapadia come presidente della giuria. Il concorso sfida gli appassionati e i professionisti del cinema a creare un cortometraggio della durata massima di 140 secondi sul tema “Momenti di tutti i giorni”. I lavori possono essere caricati online dal 13 ottobre 2015 al 15 gennaio 2016 sul sito www.nikonfilmfestival.com. 
Alla sua seconda edizione annuale, il Nikon European Film Festival parte dal tema creativo dell’anno precedente, “Una prospettiva diversa”, e chiede ai registi di inviare film che trasformino un momento quotidiano in una storia originale e coinvolgente. La sfida consiste nel vedere l’ordinario con occhi nuovi e interpretarlo in maniera innovativa. Le opere vincenti cattureranno la magia o l’ordinarietà della vita di tutti i giorni, immortalandole sullo schermo.
Nel concorso ritroviamo categorie di premi già presenti lo scorso anno, tra cui “Best Narrative” (Miglior narrativa), per la miglior storia raccontata da una prospettiva esclusiva, e “Technical Excellence” (Eccellenza tecnica), per l’uso più creativo del kit. Il premio Grand Prix, vinto l’anno precedente dal regista Jagjeet Singh per “Voiceless – Stop the Bullies”, (Senza voce. Stop al bullismo) sarà conferito all’opera che più eccelle in entrambe le categorie. Inoltre, verranno conferiti i premi “Best Student Entry” (Miglior studente partecipante) e “People’s Choice” (Opera scelta dal pubblico). Quest’ultimo premio si basa sui “mi piace” e sulle condivisioni ricevuti sul portale del Nikon European Film Festival.
Le opere da premiare saranno valutate da una giuria di esperti presieduta da Asif Kapadia, il regista pluripremiato autore del recente documentario “Amy” (2015), che ha ricevuto numerose lodi dalla critica, e di Senna” (2010), opera vincitrice del premio BAFTA. Kapadia ha inoltre scritto e diretto numerosi cortometraggi, tra cui “The Sheep Thief” (Il ladro di pecore, 1997), vincitore del secondo premio nel concorso Cinéfondation, parte del Festival di Cannes. Oltre ad Asif, quest’anno farà parte della giuria anche Pieter ten Hoopen, fotografo e regista di fama internazionale.
Categorie e premi
Il vincitore del Grand Prix selezionato dai giudici riceverà una Nikon D810, reflex professionale in formato FX da 36,3 MP in grado di riprendere spettacolari immagini ad altissima risoluzione, e un viaggio di networking di una settimana, completamente spesato, al Festival di Cannes a maggio 2016 come ospite speciale di Raindance. Altri due vincitori delle sottocategorie “Best Narrative” e “Technical Excellence” riceveranno un kit video Nikon D750, reflex dotata di funzioni D-Movie, che garantiscono video Full HD di qualità professionale in più formati, e un premio in denaro del valore di 3.000 euro, mentre il “Best Student Entry” riceverà una Nikon D750 e un premio di 2.000 euro. Il regista vincitore del premio “People’s Choice” riceverà un kit video Nikon D750 per realizzare i progetti futuri.
Dirk Jasper, Responsabile Professional Products di Nikon Europe, ha dichiarato: “Siamo emozionati all’idea di riproporre il Nikon European Film Festival, dando così nuovamente ai registi in erba di tutta Europa l’opportunità di mostrare la propria visione creativa. L’anno scorso hanno partecipato centinaia di opere fantastiche, la cui qualità ci ha colpito positivamente. Per questa edizione, non vediamo l’ora di scoprire come i partecipanti interpreteranno il nuovo tema “Momenti di tutti i giorni”. Siamo certi che questo tema offrirà tutta una serie di nuove possibilità creative, stimolando i partecipanti a creare una storia unica partendo da eventi di tutti i giorni che spesso vengono trascurati.”
Asif Kapadia, presidente della giuria del Nikon European Film Festival, ha commentato: “Grazie alla tecnologia moderna, che consente ad un numero sempre maggiore di persone di realizzare le proprie ambizioni cinematografiche, è estremamente emozionante far parte di questa iniziativa. Non dobbiamo inoltre dimenticare che questi tipi di concorsi sono importanti anche per individuare i talenti emergenti, aiutandoli a crescere. Io ho iniziato proprio creando cortometraggi e, tra un film e l’altro, continuo a girarne. Ritengo che siano un ottimo modo per provare nuove idee e tecniche e per aumentare l’affiatamento con nuovi collaboratori. In qualità di presidente della giuria, sono particolarmente interessato a come i partecipanti si differenzieranno l’un l’altro, mostrando al contempo tutta la loro ambizione e le loro capacità tecniche in un tempo limite di 140 secondi.”
Raindance, voce del cinema indipendente e partner del Nikon European Film Festival per il secondo anno consecutivo, porta nuovamente con sé un patrimonio di competenza ed esperienza.
Elliot Grove, produttore di film e fondatore del Raindance Film Festival, commenta: “Il tema di quest’anno, “Momenti di tutti i giorni”, richiede un livello di osservazione che è innato nei registi e narratori di talento. Se si guarda con attenzione, si può trovare un po’ di magia anche nell’ordinario. Il tema è volutamente semplice e diretto, in quanto è pensato per incoraggiare i partecipanti a creare le proprie storie, con il proprio stile personale. Non vedo l’ora di guardare le loro opere. Inoltre, è fantastico collaborare nuovamente con Nikon, un’azienda che incoraggia attivamente i registi a creare grandi film e che ha alle spalle una ricca e straordinaria storia nel mondo dell’elaborazione delle immagini.” 
Criteri di partecipazione
·       Tutti i partecipanti devono registrarsi per caricare il proprio film
·       I film devono essere in inglese o avere i sottotitoli in inglese
·       I film devono avere una durata compresa tra 30 e 140 secondi
·       Tutti i film devono essere ripresi in formato HD
·       Un film per partecipante
·       I lavori presentati possono aver partecipato ad altri festival, a patto di non aver vinto
·       Il concorso è aperto a partecipanti di tutte le età; gli under 16 dovranno fornire il consenso
dei genitori
·       I lavori presentati possono essere ripresi con qualsiasi dispositivo
·       Tutti i vincitori dovranno firmare un contratto relativo ai diritti di utilizzo
·       Tutti i partecipanti devono accettare i termini e le condizioni riguardanti le restrizioni sui contenuti (ad esempio, scene di sesso, violenza, marchi di fabbrica, reati, ecc.)
·       Possono partecipare al concorso i cittadini dell’Unione Europea, dello Spazio Economico Europeo, di Albania, Andorra, Armenia, Bielorussia, Bosnia ed Erzegovina, Città del Vaticano, Israele, Kazakistan, Kirghizistan, Macedonia, Moldavia, Monaco, Montenegro, Russia, San Marino, Serbia, Svizzera, Turchia, Turkmenistan, Ucraina o Uzbekistan.

Per maggiori informazioni: https://www.nikonfilmfestival.com/

Vincitori del Nikon European Film Festival del 2014
        Grand Prix - “Voiceless – Stop the Bullies” (Senza voce. Stop al bullismo) di Jagjeet Singh, Regno Unito
        Best Narrative - “Frame of Reference” (FRAME OF REFERENCE) di Joel Jonsson
e Christian Gardo, Svezia
        Technical Excellence - “Powerless” (Chi ha paura del buio?) di Martin Taube, Svezia
        Best Student Entry - “L’amour (L’amore) di Camille Van Wessem, Repubblica Ceca
        People’s Choice - “Greenwoodo” (Ritorno alla natura) di Marko Kovac, Serbia

Mostra fotografica alla Valle dei templi

Visitabile fino al 4 ottobre, ingresso libero dalle 15 alle 19.

In mostra le foto vincitrici dei concorsi "Fotografa la Sagra del Mandorlo in fiore" e "San Calogero"

Banner Mostra Fotografica
Inaugurata lo scroso venerdì 25 settembre nella sede dell'ex scuola rurale, nel cuore della Valle dei Templi di Agrigento, la mostra di fotografie relativa al concorso "Fotografa la Sagra del Mandorlo in fiore" e "San Calogero". Gli scatti esposti sono quelli che hanno vinto le cinque edizioni della manifestazione ideata dal giornale AgrigentoOggi in collaborazione con l'Associazione fotografi agrigentini DIN 24 e Federalberghi

L'inagurazione è avvenuta alle 19,30 e aseguire a Casa San Filippo sono state premiate le foto vincitrici dell'edizione 2105. In particolare sono esposte le foto di Giuseppe Spoto, Silvio Zuppardo, Massimo Palamenghi, Raimondo Lo Presti, Davide Versaci, Sandro Catanese, Giorgio Messina, Lorena Caruana, Fabio Florio, Alessandro Pappacoda, Raimondo Lo Prsti e Antonino Piraneo

L'edizione del 2015 sono state vinte da Salvatore Varisano per la "Sagra" e Giuseppe Leonardi per "San Calogero". Premi speciali alle foto in bianco e nero sono stati assegnati a Giuseppe Caccocciola per San Calogero e a Salvatore Tondo per la sagra. La mostra sarà visitabile fino al 4 ottobre, ingresso libero dalle 15 alle 19.

giovedì 24 settembre 2015

Spazio Damiani • Fotografia d'Autore | 'Morandi's Objects Joel Meyerowitz'



 

MORANDI'S OBJECTS
JOEL MEYEROWITZ
Spazio Damiani • Fotografia d'Autore
Bologna, 23 ottobre 2015 – 1 febbraio 2016

Morandi's Objects di Joel Meyerowitz è il titolo della mostra che il nuovo spazio espositivo Damiani in via dello Scalo 3/2 abc a Bologna ospiterà da venerdì 23 ottobre 2015. Con questo progetto espositivo prodotto da Damiani, Joel Meyerowitz, uno dei più rappresentativi esponenti della fotografia contemporanea, rende omaggio al pittore bolognese e realizza l'intimo sogno di fotografare gli oggetti che Morandi disponeva sul suo tavolo da lavoro e che contemplava a lungo, prima di riprodurli nelle sue splendide nature morte. Aperta al pubblico fino al 1° febbraio 2016, l'esposizione presenta una selezione di venti opere fotografiche di diverso formato.

Grazie alla favorevole risposta dell'Istituzione Bologna Musei | Museo Morandi, Meyerowitz ha avuto accesso alle stanze di Casa Morandi in cui sono raccolti e conservati gli oggetti del pittore. Con più di 700 scatti, il fotografo americano ha compiuto un'indagine approfondita per immagini fotografando circa 270 oggetti di Morandi: vasi, pigmenti colorati, brocche, fiori secchi, conchiglie, oggetti di recupero, sfilano negli scatti di Meyerowitz restituendo l'immaginario di una dimensione domestica e intima. Veri e propri ritratti, gli scatti di Meyerowitz esplicitano la potenza espressiva di ogni oggetto svelandone le sottili caratteristiche, l'assoluta singolarità e il magnetismo che Morandi per primo aveva sperimentato.
Posizionando gli oggetti su quello che fu il tavolo del pittore, dove la luce naturale illumina gli oggetti, Meyerowitz ha immortalato i protagonisti delle famosissime nature morte utilizzando come sfondo una quinta di carta su cui Morandi aveva disegnato schizzi di colore. Come afferma Maggie Barrett "entrare nello studio di un artista così importante, significa esplorarne l'anima in profondità; un luogo che invita il visitatore a tradurre questi oggetti in un significativo ritratto dell'artista".

In occasione della mostra, Damiani pubblicherà un libro intitolato Morandi's Objects che entrerà a far parte delle nuove proposte editoriali. L'ampia selezione degli scatti qui raccolti sarà arricchita da un testo dell'artista e da un'introduzione di Maggie Barrett. Sarà pubblicata anche un'edizione limitata a 25 copie che includerà una fotografia firmata e numerata da Joel Meyerowitz.
Talk con l'artista

Venerdì 23 ottobre 2015 alle ore 16.00 Joel Meyerowitz incontrerà il pubblico nella Sala Conferenze del MAMbo, dove parlerà del proprio lavoro e del suo rapporto con Morandi. In questa occasione il fotografo donerà al museo una sua opera che andrà ad arricchire la Collezione Morandi a testimonianza del dialogo artistico avvenuto tra il fotografo americano e l'artista bolognese.

Nota biografica

Nato nel 1938 a New York, Joel Meyerowitz è considerato, insieme a William Eggleston e Stephen Shore, uno dei più rappresentativi esponenti della New Color Photography degli anni '60 e '70. Dopo un'esperienza come art director, negli anni Sessanta iniziò a dedicarsi alla fotografia ispirato soprattutto da Robert Frank. Cominciò quindi a collaborare con importanti autori come Garry Winogrand, Tony Ray-Jones, Lee Friedlander, Tod Papageorge e Diane Arbus. La macchina fotografica di piccolo formato (35 mm) permise a Meyerowitz di attraversare New York e comportarsi come un vero e proprio street photographer, registrando piccoli eventi casuali, dettagli minimi e rivelatori, volti e paesaggi urbani. Grazie alle collaborazioni con William Eggleston e Stephen Shore, Meyerowitz si avvicinò poi al grande formato fino ad arrivare all'importante lavoro che realizzò dopo gli attentati dell'11 settembre 2001. Meyerowitz fu l'unico autorizzato a fotografare da vicino Ground Zero subito dopo gli attentati: molte di queste fotografie sono poi state raccolte nel volume Aftermath: World Trade Center Archive. Fotografo sempre in evoluzione, ultimamente ispirato dalle opere e dalle vicende di Paul Cézanne, realizza una serie di fotografie agli oggetti dell'artista francese.


Le fotografie di Meyerowitz sono presenti in importanti collezioni pubbliche e private tra cui il Museum of Modern Art di New York, il Museum of Fine Art di Boston e The Art Institute di Chicago. Tra le numerose esposizioni personali realizzate a partire dal 1966 si ricordano On the street, Color photographs, 1963-1973 (Chicago Art Institute, 1994-95), e Aftermath: inside the forbidden city (mostra itinerante dal 2003).

Joel Meyerowitz è rappresentato da Howard Greenberg Gallery di New York.

Scheda tecnica della mostra
 
Titolo                           Morandi's Objects Joel Meyerowitz

Sede                           Damiani, via dello Scalo 3/2 abc, Bologna

Orari                           da lunedì a venerdì, dalle 12.00 alle 18.00 e su appuntamento
Periodo                       23 ottobre 2015 - 1 febbraio 2016

Inaugurazione             23 ottobre, ore 18.30

Conferenza stampa    22 ottobre, ore 11.30, Damiani, via dello Scalo 3/2, Bologna

Talk con l'artista          23 ottobre, ore 16.00, MAMbo, via Don Minzoni 14, Bologna


Scheda tecnica del libro
 
Morandi's Objects Joel Meyerowitz 
Pubblicato da Damiani
Pagine 116
Dimensioni 25,4 x 32 cm
Prezzo 45,00 €
Morandi's Objects Joel Meyerowitz | Collector's Edition
Edizione limitata di 25 copie con fotografia firmata e numerata da Joel Meyerowitz
Dimensioni dell'immagine 22,8 x 28 cm
Anno 2015
Prezzo 950,00 €




I cieli più green del mondo. Eletti i vincitori del concorso fotografico #Ilovefilters lanciato dalla trevigiana General Filter

GENERAL FILTER ANNUNCIA I VINCITORI DEL CONCORSO #ILOVEFILTERS.
 
PIU' DI 30.000 LE PERSONE COINVOLTE NEL PROGETTO "ARIA PULITA".


 

General Filter, azienda multinazionale di Treviso leader nella produzione di filtri Made in Italy, annuncia i vincitori del concorso fotografico #Ilovefilters appena conclusosi e ideato, in collaborazione con la Fondazione Francesca Rava N.P.H. Italia Onlus e il fotografo di moda e reportage Stefano Guindani, da anni Ambassador della Fondazione, per sensibilizzare l'opinione pubblica su quanto sia importante la qualità dell'aria che respiriamo e il contributo di tutti per preservarla.

I vincitori - Davide Bortuzzo di Spilimbergo (PN) che ha vinto il 1° premio, un viaggio in Islanda, con la foto "Aria pura nelle notti di montagna"; Salvatore Rosselli di Mascalucia (CT) che ha vinto il 2° premio, una borsa Barber Shop, con la foto "Ritorno alle origini, lavoro manuale e aria pulita"; e Ambra Tipaldo di Genova che ha vinto il 3° premio, un porta attrezzatura Barber Shop con la foto dal titolo "Quando il respiro si libra nell'aria" sono stati scelti tra le 100 foto finaliste, selezionate da una giuria popolare  tra gli oltre 1500 lavori arrivati al concorso, da una commissione tecnica presieduta da Stefano Guindani (titolare dell'Agenzia Fotografica SGP) e composta da Diamante D'Alessio (Direttore Io Donna), Giovanni Polin (Presidente & CEO di General Filter), Costanza Pratesi (Responsabile Sostenibilità Ambientale e Relazioni Esterne del FAI – Fondo Ambiente Italiano) e Mariavittoria Rava (Presidente Fondazione Francesca Rava N.P.H. Italia Onlus). 

La classifica completa delle 100 foto più votate può essere visionata sul sito www.ilovefilterscontest.com.

La foto vincitrice, che è stata scattata sul Monte Pizzoc (Vittorio Veneto, TV) a 1500 metri di altezza, è stata scelta dalla giuria all'unanimità per l'eccezionalità del momento catturato: "stavo facendo un'osservazione astronomica al telescopio con degli amici – spiega Davide Bortuzzo – e sono rimasto sbigottito dello spettacolo che mi si è presentato davanti. Fortunatamente avevo la mia reflex con me e ho iniziato a scattare. Le nuvole avevano formato un "mare" che oscurava gran parte delle luci e rendeva l'aria talmente nitida da sembrare che le stelle ci cadessero addosso da quanto erano numerose e brillanti. Pensiamo cosa la natura potrebbe donarci se la nostra aria non fosse così inquinata dagli scarichi di auto industrie e abitazioni e dalla "selvaggia" illuminazione".

Alessandra Polin, Head of Business Development di General Filter ha commentato entusiasta: "Volevamo fare qualcosa per attirare l'attenzione sul tema dell'aria pulita per far riflettere l'opinione pubblica su quanto sia importante contribuire tutti a preservarla. Non mi aspettavo un così grande riscontro da parte del pubblico e il successo di      questa iniziativa ha accresciuto la nostra voglia di investire sempre di più in progetti a favore della salubrità dell'aria outdoor e indoor, quest'ultima una missione che fa parte del DNA della nostra azienda sin dalla sua fondazione".
General Filter: Facts & Economics
·         Fondata nel 1965
·         Capitale privato, 100% di proprietà della famiglia Polin
·         Situata a Paese, Treviso, la sede copre un'area di 10.000m2 con un magazzino di 4.000m2 da cui transitano più di 1.000.000 di filtri e relativi componenti ogni anno
·         La produzione copre una gamma completa di filtri che vanno da una classe di efficienza G2 fino a U15
·         Oltre 100 dipendenti
·         Fatturato globale del Gruppo pari a 20 mio nel 2014 con crescita a doppia cifra del 15% rispetto al 2013 e un incremento del fatturato Estero del 2014 rispetto all'anno precedente di circa il 20%
·        Il Gruppo ha 5 sedi commerciali, in Italia, Francia, Spagna e Turchia, con apertura in Asia prevista per la fine del 2015, e oltre 20 distributori che già operano in Europa, Medio Oriente, Nord Africa e Sud America.

Stefano Guindani
Stefano Guindani, fotografo di moda e celebrities, nutre da sempre una passione per i reportage urbani e sociali. Fotografo ufficiale dei principali stilisti italiani, nel 1998 fonda la sua agenzia, SGP Stefano Guindani Photo, che lo porta a collaborare con le grandi maison del lusso e a documentare eventi quali il Festival del Cinema di Venezia e di Cannes.
Col tempo la passione per il fotoreportage diventa sempre più forte e Stefano parte prima in Cina, con Donatella Versace, poi ad Haiti, dove è tornato più volte per documentare le condizioni di vita di un popolo che, pur devastato da immani tragedie, mantiene dignità e speranza. Il materiale scattato durante i suoi numerosi viaggi è stato messo a disposizione per la raccolta di fondi destinati alle attività della Fondazione Francesca Rava N.P.H Italia Onlus tramite la pubblicazione del libro "Haiti through the eye of Stefano Guindani" (Ed. Electa Mondadori) e la realizzazione di diverse mostre fotografiche: "Fer Forgè – Battito di Haiti" (Triennale di Milano), "Haiti – Through the Eye of Stefano Guindani" (Palazzo Isimbardi – Milan), "Haiti by Stefano Guindani" (Canoe Studios – New York) e "Saut d'Eau Haiti" (Palazzo Vecchio – Firenze).

Nel 2014 è stato coach e giudice di Scattastorie NX Generation, il primo talent televisivo dedicato al mondo della fotografia.
Nell'ultimo anno Stefano ha viaggiato in Haiti e Santo Domingo, Honduras, Guatemala, Nicaragua, Messico, El Salvador, Perù e Bolivia per un reportage in occasione dei 60 anni dell'organizzazione internazionale N.P.H. - Nuestros Pequenos Hermanos che dal 1954 accoglie nelle sue case i bambini orfani, abbandonati o in disperato bisogno: il progetto prevede la realizzazione di un libro che vuole essere testimonianza del prezioso lavoro di N.P.H. e al tempo stesso concreto strumento di raccolta fondi a sostegno dei progetti di aiuto della Fondazione Francesca Rava.
L'uscita del libro - edito da SKIRA – è prevista per i primi mesi del 2016.


Fondazione Francesca Rava N.P.H. Italia Onlus
La Fondazione Francesca Rava ha come Mission l'aiuto all'infanzia in condizioni di disagio in Italia e nel mondo.
La Fondazione Francesca Rava da 14 anni è impegnata in progetti concreti in risposta alle emergenze che colpiscono i bambini in Italia e nel mondo. Rappresenta in Italia N.P.H. (Nuestros Pequeños Hermanos), una delle più importanti organizzazioni internazionali per l'infanzia, che dal 1954 salva e accoglie nelle proprie case orfanatrofio e ospedali nei paesi più poveri dell'America Latina i bambini orfani e abbandonati, con impegno particolare nel paese quarto mondo di Haiti. La Fondazione Francesca Rava è impegnata in diversi progetti, in prima linea in Italia, nelle emergenze che colpiscono l'infanzia intervenendo con progetti di assistenza sanitaria, educativa e di integrazione anche intergenerazionale, attività rivolte a giovani e donne, portando avanti i valori dell'amore, famiglia, sostenibilità e rispetto.

mercoledì 23 settembre 2015

Rollei: con le Actioncam in moto, in bici, sullo skateboard o sul windsurf.

Tutto saldamente sotto controllo con i nuovi supporti per Actioncam di Rollei 



Milano 23 Settembre 2015 - Con la staffa Rollei Hell Rider, il sistema di fissaggio Rollei Pro Shark e il supporto a ventosa Rollei M1 Suction Cup, Rollei amplia la sua gamma di accessori per le Actioncam Rollei e GoPro®. 

Tutti e tre i modelli sono dotati di un sistema a testa sferica ruotabile di 360 gradi e sono caratterizzati da un montaggio veloce, flessibile e preciso.

Rollei Hell Rider è stato progettato per l'utilizzo sulla moto, ma grazie al diametro di serraggio variabile tra 24 e 42 mm, può essere montato anche su molti altri mezzi, come biciclette, surf o deltaplani. 


Questo modello offre un fissaggio particolarmente efficace e grazie al sistema di smorzamento integrato garantisce un'ottima compensazione delle vibrazioni. 

La robusta catena con perni di collegamento in ottone di tre millimetri di spessore garantisce la resistenza a carichi elevatissimi, anche diverse centinaia di chilogrammi. Rollei Hell Rider è prodotto in alluminio anodizzato di elevata qualità, utilizzato anche nell'industria aerospaziale. 

E' già disponibile a 99,99 euro (prezzo al pubblico consigliato) nei colori nero, rosso, arancione o blu.

Rollei Pro Shark è un rivoluzionario supporto universale per tutte le Actioncam. 


Costruito in alluminio anodizzato di alta qualità, è stato progettato per il montaggio su strutture a sezione toroidale, ovale o angolare e grazie al design a "C" può essere quindi utilizzato nelle situazioni più difficili, con un diametro di serraggio da 25 a 65 millimetri. 

Lo Rollei Pro Shark è disponibile a 99,99 euro (prezzo al pubblico consigliato).

La ventosa Rollei M1 Suction Cup, con supporto in alluminio anodizzato, è adatta per Actioncam Rollei e GoPro ed è ideale per il fissaggio su superfici lisce, come auto, moto, o barche. 


La M1 Suction Cup rimane saldamente ancorata sino ad una velocità di 300 chilometri all'ora e la testa sferica permette di realizzare riprese con qualsiasi angolazione. 

La ventosa è disponibile nei colori nero, rosso, arancio o blu, ed è disponibile a 99,99 euro (prezzo al pubblico consigliato).

Video dimostrativo Hell Rider:  

https://www.youtube.com/watch?t=35&v= QSB8OPQATek

About Rollei Fondato nel 1920 in Germania, il produttore di macchine fotografiche Rollei divenne famoso negli anni trenta grazie alla fotocamera reflex biottica Rolleiflex. 


La popolare, e largamente imitata, fotocamera era nota per l'eccezionale qualità costruttiva ed ebbe un grande impatto sulla fotografia. 

Per oltre 90 anni Rollei ha reso il mondo della fotografia accessibile a chiunque, aiutando milioni di persone a registrare i propri ricordi. 

Dal 2009 Rollei vende tecnologie consumer in oltre 20 paesi Europei. Il portafoglio prodotti attuale include tripodi professionali, fotocamere digitali, videocamere, accessori per smartphone e altri prodotti legati a foto e video. 

I prodotti Rollei sono disponbibili sul sito www.rollei.com e su Amazon.com. 

Il partner per il canale in Italia è il distributore Mafer (http://www.maferfoto.it/ ) 


--
www.CorrieredelWeb.it

“Etna: emozioni, luci e colori”, scatti in mostra fino al 9 ottobre a Palazzo Grimaldi, Modica (RG)

Ci sarà tempo fino al 9 ottobre per visitare la mostra fotografica "Etna: emozioni, luci e colori" di Paola Garofalo a Palazzo Grimaldi, promossa dall'Associazione culturale Mediterraneum di Catania con il patrocinio e il supporto del Gruppo fotografico Luce iblea di Scicli e della Fondazione Grimaldi di Modica nell'ambito del Med Photo Fest 2015.

La mostra, inaugurata lo scorso 12 settembre alla presenza di un numeroso pubblico, nei giorni successivi è stata ammirata e apprezzata da centinaia di turisti e visitatori entusiasti, al punto che gli organizzatori hanno deciso di posticiparne la chiusura inizialmente prevista per il 26 settembre. Per un "assaggio" della mostra, è possibile sfogliare l'ampia gallery pubblicata sul sito dell'Ansa.

Quattro le sezioni della mostra: la prima racconta l'Etna da una prospettiva inedita e affascinante, con immagini aeree e foto scattate alle prime luci dell'alba, quando l'ombra del vulcano si estende sui paesi limitrofi; la seconda e la terza documentano le spettacolari eruzioni diurne e notturne, con nubi dense di fumo e cenere che volteggiano nel cielo; la quarta mostra la suggestione straordinaria del vulcano di notte, quando le sue nuvole rosse si stagliano su cieli limpidi e stellati.

Paola Garofalo (Modica, 1962) vive e lavora a Catania. I suoi scatti sono apparsi sulle pagine del National Geographic Italia, sulla rivista Fotoit e sull'Annuario della FIAF.

Invariati gli orari per le visite: da lunedì a sabato dalle ore 9.00 alle 13.00 e dalle ore 17.00 alle 21.00, la domenica dalle ore 17.00 alle 21.00 (ingresso libero). 


Info e contatti
Fondazione G.P. Grimaldi
Palazzo Grimaldi, Corso Umberto I, 106 - Modica (RG)
tel. 0932 757459 fax 0932 752415
mail:info@fondazionegrimaldi.it


Annunciato il vincitore della 7 ed. di 'Scatta e Viaggia' con oltre 500 likes


Agriturismi.it
Venezia
23 Settembre 2015

Le atmosfere europee conquistano la settima edizione del contest fotografico Scatta e Viaggia

^ Cliccare sopra le foto per il download
Si è conclusa lo scorso 15 settembre la settima edizione del concorso fotografico gratuito Scatta e Viaggia, promosso da Agriturismi.it, il portale delle vacanze nella natura, con la collaborazione dell'Associazione Culturale MoCA. Numerosissime le fotografie presentate, tutte aventi come protagonista il cibo e la buona cucina, in accordo con le tematiche di Expo 2015.

È lo scatto di Debora Ladisa a conquistare il podio, grazie alla condivisione nei sociale network con ben 575 "Mi Piace" ottenuti tra gli amici di Facebook. La vincitrice si aggiudica così il premio di un weekend di due notti per due persone presso il romantico Agriturismo Althe'a tra le colline di Valdobbiadene in Veneto, con degustazione del pregiato Prosecco Drusian e visita alle cantine aziendali, un vero e proprio soggiorno nel gusto.

È stato proprio il cibo ad essere protagonista di questa settima edizione, che ha visto la partecipazione di quasi 200 foto sfidarsi a colpi di Like sul più famoso dei social network, un'opportunità semplice e gratuita di mostrare la propria creatività, valorizzando il patrimonio culinario italiano e non solo. È infatti uno sguardo europeo quello che ha saputo conquistare in primo luogo il pubblico di Facebook e in un secondo momento la giuria selezionatrice, con uno scatto proveniente da una delle più belle capitali d'Europa, Copenhagen.


Il panorama della città danese fa da sfondo alla fotografia di Debora Ladisa dal significativo titolo "E' Il cibo un sostituto dell'amore? No, l'amore è un sostituto del cibo. È un magnifico povero sostituto – 2015": in primo piano un appetitoso piatto, in uno scatto capace di esprimere la felice combinazione di buon cibo e viaggio, un valore che una vacanza in agriturismo incoraggia appieno.


Restiamo in attesa della nuova ed ottava edizione del contest fotografico dedicato agli appassionati di viaggio e fotografia, con una nuova tematica tutta da esplorare attraverso la creatività e da condividere con la semplicità dello smartphone e dei social.
LINK ALLA FOTO VINCITRICE
TUTTE LE FOTO CANDIDATE

^ Cliccare sopra le foto per il download
www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana. Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001. L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume. Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto. Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common. Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista indirizzo skype: apietrarota

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI