Cerca nel blog

giovedì 25 giugno 2015

Mostra fotografica "Domus Solis": dal 27 giugno al 12 luglio con «DIRITTI CONTATI»


Secondo appuntamento di «DIRITTI CONTATI»

"DOMUS SOLIS"
Mostra fotografica di Valentina Stocchetti

Valentina Stocchetti
(anno di nascita 1987, diplomata in grafica e fotografia nel 2006 all'Istituto d'arte Depero,
1° premio per il concorso "LINEA DI CONFINE" indetto da Aulica nel 2014)​



I sanatori di Arco: l'ombra che è scesa sulle "Case del Sole", divenute spazi svuotati, strutture antiche abbandonate dalla cura in tutti i sensi.

Dopo la fine dell'emergenza tubercolosi come furono restituiti alla cittadinanza i sanatori dismessi?

Cosa è rimasto di ciò che ha dato cura?

Chi se ne prende cura?

La mostra sarà inaugurata
sabato 27 giugno 2015 ore 16.00
Casa Collini - piazza s. Giuseppe ad Arco

​con la testimonianza di Beatrice Carmellini e il suo libro "Il tempo dei sanatori ad Arco (1945-1975)"


La mostra sarà ospitata fino al 12 luglio.

Ingresso libero





​La Presidente​

Roberta Corradini
ARCI Alto Garda
Francesco Monti
www.facebook.com/ARCI Alto Garda

venerdì 19 giugno 2015

NIKON SCHOOL TRAVEL: mete da sogno per i viaggi di agosto

NIKON SCHOOL TRAVEL: 
i viaggi di agosto


Agosto, tempo di vacanze. Per chi ancora non ha scelto la propria meta e ha voglia di esplorare posti esotici e indimenticabili senza rinunciare alla passione per la fotografia, ecco i Nikon School Travel ideati da Nital previsti per il mese di agosto.

Viaggi unici durante i quali non mancheranno occasioni per conoscere storie e culture differenti, per scoprire tradizioni e paesaggi mozzafiato e per effettuare scatti irripetibili con assistenza fotografica in loco. 

In ogni Travel proposto è infatti presente come accompagnatore un fotografo professionista del Nikon Professional Services che saprà consigliare il miglior modo per utilizzare la propria attrezzatura.

·       "Deus è Brasileiro!", dal 21 al 29 agosto. Rio de Janeiro possiede ricchezze naturali e culturali uniche, una posizione geografica spettacolare con un fronte mare azzurro intenso e alture ricoperte da vegetazione lussureggiante. Rio pulsa di energia carioca tutta da fotografare! Agosto inoltre è un mese particolarmente favorevole per fotografare Rio de Janeiro: l'inverno brasiliano ha infatti temperature che oscillano dai 20 ai 25°, con clima non troppo umido. A cura di Franco Cappellari.
·       "Pantanal alla ricerca del giaguaro", dal 26 agosto al 4 o 7 settembre. Il Pantanal, inserito nell'elenco delle riserve della biosfera e in quello dei Patrimoni dell'umanità dell'UNESCO è la più grande zona umida del mondo. Qui la maggior concentrazione mondiale di giaguari vive insieme a milioni di caimani, centinaia di specie diverse di uccelli, capibara, formichieri giganti, anaconde, tapiri, scimmie. In questo periodo è più facile trovare i giaguari abbeverarsi sulle rive dei fiumi. A cura di Fabio Blanco e Carlo Pinasco.
Per maggiori informazioni e per i programmi dettagliati: http://www.nikonschool.it/travel/

martedì 16 giugno 2015

Rollei Sportsline 100, la fotocamera digitale compatta “tuttofare”.

Milano, 16 giugno 2015 - Rollei presenta la Sportsline 100, una nuova fotocamera digitale compatta da 20 megapixel, zoom ottico 4x, funzionalità video HD, impermeabile sino a 10 metri di profondità.

La Sportsline 100 offre numerose modalità di utilizzo, dalla macro fotografia alle riprese subacquee, presentandosi quindi come una vera e completa "tuttofare" nella sua categoria, sempre pronta all'uso nelle più diverse occasioni, ed è quindi la compagna di viaggio ideale.

La nuova fotocamera Rollei offre immagini a 20 megapixel e uno zoom ottico 4x per catturare ogni dettaglio, regolando automaticamente la nitidezza. E' in grado di effettuare ottime riprese in modalità macro sino a cinque centimetri di distanza.

Si possono selezionare fino a 28 modalità di ripresa, dalla funzione Panorama, alla modalità in time-lapse con intervalli regolabili fino a 60 minuti. Inoltre è dotata di altoparlante e microfono incorporati.

Rollei Sportline 100 può effettuare riprese video con risoluzione HD (720p) a 30 fotogrammi al secondo. Le clip video possono avere una durata massima di 29 minuti.

La macchina fotografica è inoltre perfettamente impermeabile anche senza guaina protettiva fino a dieci metri di profondità e resiste a cadute da un metro e mezzo di altezza.

Rollei Sportsline 100 è prodotta nei colori verde, blu e arancione. Sarà disponibile dai primi di luglio per 129,99 Euro. Ulteriori informazioni si possono trovare qui.



About Rollei
Fondato nel 1920 in Germania, il produttore di macchine fotografiche Rollei divenne famoso negli anni trenta grazie alla fotocamera reflex biottica Rolleiflex. La popolare, e largamente imitata, fotocamera era nota per l'eccezionale qualità costruttiva ed ebbe un grande impatto sulla fotografia. Per oltre 90 anni Rollei ha reso il mondo della fotografia accessibile a chiunque, aiutando milioni di persone a registrare i propri ricordi. Dal 2009 Rollei vende tecnologie consumer in oltre 20 paesi Europei. Il portafoglio prodotti attuale include tripodi professionali, fotocamere digitali, videocamere, accessori per smartphone e altri prodotti legati a foto e video.

lunedì 15 giugno 2015

Mostra fotografica a Bologna DIVI E BARBARI. ATTORI E FOTOGRAFI TRA COSTA AZZURRA E DOLCE VITA

DIVI E BARBARI
ATTORI E FOTOGRAFI TRA COSTA AZZURRA E DOLCE VITA.


Inaugurazione: 21 giugno H.18
Dove : Alliance Française, Bologna, Via De Marchi 4
Quando: 21 giugno 2015 – 25 settembre 2015. (Chiusura estiva dal 27 luglio al 31 agosto)
A cura di Matteo Giacomelli (Spazio e Immagini)


Dove finisce il mito e dove inizia la vita.
Cinquanta fotografie originali d'epoca raccontano, tra la prima metà degli anni cinquanta e la prima metà degli anni settanta, la nascita e l'affermarsi di un'estetica dell'immagine moderna fatta di miti e di riti collettivi tra Francia e Italia senza soluzione di continuità. Dalle serata di gala di Cannes, ai divi fuori dal set a Monte Carlo e nella Costa Azzurra.

Dalla Roma della Dolce Vita di Fellini al rapimento di Paul Getty. Una nuova estetica basata su di una fotografia spontanea, frutto di confidenza, appostamenti e a volte scontri diretti, che tocca il tema della privacy e del voyerismo, del privato e del pubblico attraverso la diffusione dei rotocalchi e l'attività di alcune agenzie fotografiche d'assalto.

I fotografi da soggetti passivi diventano soggetti attivi ed entrano nel campo della ripresa fotografica. Cade la barriera tra vita e arte arricchendo l'immagine di una nuova grammatica visiva di barbara bellezza .

Il cinema e i suoi grandi attori come Brigitte Bardot, Alain Delon,  Liz Taylor, Ava Gardner, Richard Burton, Anita Ekberg, Audrey Hepburn e altri ancora diventano l'oggetto per una nuova comprensione del mondo intorno a sé fatto di cultura di massa e di tecnologia sempre più presente e a tratti intrusiva.
L' affermarsi di un'estetica candid si fa sempre più cifra stilistica di un modo obliquo per rappresentare la realtà o meglio indispensabile per vedere e per vedersi.

La mostra affronta una pagina culturale di estremo interesse per la storia del nostro paese in rapporto con la parallela esperienza francese.

I FOTOGRAFI:
Francia: EDWARD QUINN
Italia: RINO BARILLARI, Foto Italia, FotoVedo, Harvey, MARCELLO GEPPETTI, Italy's News Photos, LINO NANNI, PIERLUIGI PRATURLON, R.A.F., TAZIO SECCHIAROLI, ELIO SORCI, ANTONIO TRIDICI.


EMMEGIPROD
Documentari di arte/architettura
Via Polese 15
40122 Bologna
Italy
e-mail: info@emmegiprod.it

sabato 13 giugno 2015

Inaugurazione Mostra "Giorgio De Chirico: una gita a Lecco" e Fondazione 3M


 
FONDAZIONE 3M E LA MOSTRA FOTOGRAFICA
"GIORGIO DE CHIRICO: UNA GITA A LECCO"

Le fotografie di Elio Luxardo e Ghitta Carell, appartenenti all'Archivio Storico della Fondazione 3M, a supporto dell'esplorazione narrativa del viaggio del pittore nelle terre lecchesi, a Palazzo delle Paure dal 13 giugno al 20 settembre.

 

Si inaugura si 13 giugno a Palazzo delle Paure la mostra "Giorgio De Chirico, una gita a Lecco. Esperienze sensoriali e multimediali da un racconto del maestro della metafisica", promossa da Comune e Camera di Commercio di Lecco con il sostegno di Regione Lombardia e il patrocinio di Expo2015.

 

A partire da uno scritto del 1939 di Giorgio de Chirico pubblicato su "Aria d'Italia" con titolo "Una gita a Lecco"  sarà proposta una narrazione visiva ed allestitiva ispirata al testo in cui l'artista racconta alcune specificità del territorio lecchese.

L'esposizione  ricostruisce il viaggio compiuto dall'artista che, partito da Milano a bordo di una macchina performante guidata da una valchiria moderna, arriva su quel ramo del lago di Como. Proprio sul tema della trasposizione contemporanea della valchiria, Fondazione 3M fornisce un importante contributo artistico: accanto a significative opere di De Chirico, saranno esposte venti fotografie raffiguranti diverse interpretazioni delle nordiche creature mitologiche - dieci di Elio Luxardo e dieci di Ghitta Carell, che a sua volta può essere considerata una moderna valchiria per le proprie vicende biografiche.

Alla curatela della mostra hanno affiancato Francesca Brambilla specialisti del settore quale Roberto Mutti, esperto conoscitore del fondo della Fondazione, già autore di "Gabriele Basilico. Ritratti di Fabbriche" e numerose altre.

 

L'intero percorso espositivo sarà inoltre guidato da grafiche a pavimento realizzate con pellicole autoadesive 3MScotchcal.

 

 

FONDAZIONE 3M

 

Un'istituzione culturale permanente dove scienza e ricerca, arte e cultura, discipline economiche e sociali, vengono approfondite, tutelate, promosse e valorizzate, nella consapevolezza dei valori d'impresa e della cultura dell'innovazione. La Fondazione 3M è proprietaria di un archivio fotografico che si caratterizza per un patrimonio di oltre 110 mila immagini (lastre, dagherrotipi, negativi, stampe originali e riproduzioni), provenienti dalla storica azienda fotografica italiana Ferrania (acquisita negli anni '60 da 3M) e da una serie di donazioni e di acquisizioni avvenute nel tempo. Inaugurata nel 1984, la Fototeca è stata costituita sistematizzando un ricco patrimonio iconografico raccolto grazie ad un illuminato approccio alla comunicazione istituzionale, alla divulgazione tecnica, al lancio della tecnologia innovativa di rappresentazione, nel corso delle vicende aziendali di Ferrania prima e di 3M poi.


Fino al 3 luglio mostra Vous Connaissez Suzy Dupont? foto Enzo Dal Verme finissage 24 giugno

 
28 maggio – 3 luglio 2015

“Vous Connaissez Suzy Dupont?”
di Enzo Dal Verme

Dopo il successo della mostra ‘Ritratti In Silenzio’ all’Istituto Italiano Di Cultura di Barcellona, Enzo Dal Verme espone a Milano fino al 3 luglio il suo lavoro con una anteprima speciale del nuovo progetto.

La mostra “Vous Connaissez Suzy Dupont?” curata da Francesco Gattuso è un viaggio in tre delle tappe dell’universo fotografico di Enzo Dal Verme. Aperta fino al 3 luglio, comprende alcune immagini mai esposte o poco conosciute, una anteprima del prossimo progetto ‘Procreatori’ e gli scatti dell’esposizione ‘Ritratti In Silenzio’, reduci dal recente successo all’Istituto Italiano di Cultura di Barcellona dove la chiusura è stata rimandata per la grande affluenza di pubblico.
L’immagine che dà il titolo alla mostra di Milano, scattata a Rio De Janeiro, fa parte di una serie di fotografie realizzate in giro per il mondo per soddisfare la curiosità del fotografo. Anche le fotografie scattate a Parigi, che per 15 anni è stata la seconda casa del fotografo, testimoniano il piacere di immortalare dettagli e scene di vita quotidiana semplici e inusuali al tempo stesso. Sono composizioni dall’impostazione enunciativa immediata così come anche i ritratti in mostra: un volto e un gesto.
I ritratti sono stati realizzati puntando l’obiettivo “non sulle forme, ma sulla vita che le anima”. Per Enzo Dal Verme fotografo e soggetto sono come due onde che non hanno la stessa forma, ma sono tutte e due oceano. A seconda di come le si considera, sono completamente diverse oppure essenzialmente la stessa cosa. Un approccio inusuale che lo ha portato ad esplorare con la sua macchina fotografica il silenzio interiore dei suoi soggetti prima ancora dell’equilibrio estetico dell’immagine.
Giovanni Gastel commenta: “Per la mia esperienza personale il ritratto è la più difficile ed ardua delle realizzazioni fotografiche. Nell’opera devono ritrovarsi il racconto del soggetto e della sua ‘storia’, la sintesi di questa storia operata dall’autore ma anche il racconto dell’anima e della storia della fotografia stessa. La fotografia d’autore deve sempre essere anche “autoritratto” e “messaggio” di chi scatta. I ritratti di Enzo Dal Verme sono una perfetta sintesi di questi tre elementi. Fantasia e poesia convivono in opere che sono da ammirare in silenzio per ‘sentire’ la loro forte voce“.
In oltre 15 anni, Enzo Dal Verme ha ritratto celebrità come Donatella Versace, Laetitia Casta, Marina Abramovic, Bianca Jagger, Wim Wenders e molti altri e persone meno note; le sue fotografie sono state pubblicate sulle pagine di Vanity Fair, l’Uomo Vogue, The Times e molte altre riviste. Ed oggi si dedica anche a workshop di successo dove coniuga l’insegnamento del ritratto fotografico con un percorso di ricerca interiore personale.


MOSTRA: “Vous Connaissez Suzy Dupont?” di Enzo Dal Verme

DATE: 28 maggio – 3 luglio 2015, finissage mercoledì 24 giugno ore 19
INDIRIZZO: Guendalina blabla, viale San Michele del Carso 10, 20144 Milano (MM Conciliazione)
ORARI: dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle 13 e dalle 15 alle 18 oppure su appuntamento chiamando:
+39 02 43511051 - +39 329/9388286.

www.enzodalverme.com

La nuova fotocamera Sony α7R II regala un’esperienza visiva senza precedenti grazie al primo sensore full-frame da 35 mm retroilluminato al mondo

La nuova fotocamera Sony α7R II regala un’esperienza visiva senza precedenti grazie al primo sensore full-frame da 35 mm retroilluminato al mondo[i]
L’ammiraglia mirrorless di Sony vanta sensore CMOS retroilluminato da 42,4 megapixel, stabilizzatore d’immagine a 5 assi, registrazione video interna in 4K, scatto silenzioso, sistema Fast Hybrid AF e molto altro ancora
Sony ha presentato la nuova fotocamera mirrorless top di gamma: la α7R II (ILCE-7RM2).
Il nuovo modello α7R II con ottiche intercambiabili è dotato del primo sensore CMOS Exmor R full frame retroilluminato al mondoi, garanzia di alta risoluzione (circa 42,4 megapixel effettivi), elevata sensibilità (espandibile fino a ISO 102400)[ii] e risposta AF estremamente rapida, fino al 40% più veloce rispetto al modello α7R originale, grazie a 399 punti di messa a fuoco a rilevamento di fase sul piano focale.
La fotocamera include anche un sistema di stabilizzazione delle immagini a 5 assi, ereditato dall’acclamato modello α7 II, e offre la possibilità di registrare video 4K in diversi formati, tra cui Super 35mm (senza pixel binning) e full-frame, un primato assoluto per una fotocamera digitalei. Inoltre, possiede un mirino Tru-Finder OLED XGA perfezionato con l’ingrandimento più elevato al mondo (0,78x)[iii].
Risoluzione, sensibilità e velocità di risposta ai massimi livelli
Grazie al sensore CMOS retroilluminato da 42,4 megapixel, il sensore d’immagine full-frame di nuova concezione più avanzato, versatile e con la più alta risoluzione mai creato da Sony, la α7R II è in grado di raggiungere nuovi livelli di qualità, sensibilità e velocità di risposta. Fino a oggi, quando si trattava di acquistare una fotocamera, molti fotografi erano costretti a scegliere tra un’alta risoluzione e un’elevata velocità o un’alta risoluzione e un’elevata sensibilità. La nuova α7R II elimina il problema, grazie al suo innovativo sensore d’immagine.
Questo sensore da 42,4 megapixel coniuga un obiettivo a chip uniformi con un rivestimento AR (antiriflesso) sulla superficie della guarnizione dell’elemento in vetro per migliorare nettamente l’efficienza di raccolta della luce e ottenere, così, un’elevata sensibilità, abbinata a livelli di rumore ridotti e a un’ampia gamma dinamica. In questo modo, la fotocamera è in grado di scattare fotografie entro un impressionante range ISO da 100 a 25600, espandibile fino a ISO 50-102400ii.
Oltretutto, la struttura retroilluminata del sensore, con circuiti estesi e cablaggi in rame, consente una più rapida velocità di trasmissione e assicura che i contenuti vengano catturati in alta risoluzione, senza influire negativamente sulla sensibilità. Anche i dati in uscita dal sensore raggiungono una velocità circa 3,5 volte superiore rispetto al modello α7R originale.
Complemento ideale per la vasta gamma di obiettivi FE di Sony (obiettivi full-frame da 35 mm con attacco E compatibile), la nuova α7R II racchiude un processore di immagini BIONZ X ad alta velocità, che consente di scattare foto e registrare video con un’estrema ricchezza di dettagli e bassi livelli di rumore. L’assenza di un filtro ottico passa-basso garantisce inoltre una resa di scenari e paesaggi al massimo livello di risoluzione e nitidezza possibile.
La α7R II è dotata di un nuovo otturatore altamente resistente e meno soggetto a vibrazione, che produce il 50% in meno di vibrazioni rispetto al suo predecessore e ha un ciclo di vita pari a circa 500.000 scatti[iv]. È inoltre possibile impostare la fotocamera in modalità “scatto silenzioso” per effettuare scatti in tranquillità, senza vibrazioni o movimenti del sensore.
Il nuovo sensore d’immagine vanta 399 punti di messa a fuoco automatica a rilevamento di fase sul piano focale – la più ampia copertura AF al mondo su un sensore full-framei – che funzionano di concerto con i 25 punti di messa a fuoco automatica a rilevamento di contrasto, per ottenere una risposta pari a circa il 40% più veloce del modello originale. La α7R II sfrutta un avanzato algoritmo di rilevazione dei movimenti, unitamente al sistema Fast Hybrid AF, per ottenere uno scatto continuo fino a 5fps con il tracking AF.
In più, il sistema di messa a fuoco automatica a rilevamento di fase sul piano focale, installato sulla α7R II, funziona perfettamente con gli obiettivi Sony ad attacco A, quando montati sulla fotocamera tramite un adattatore LA-EA3 o LA-EA1. In questo modo, gli utenti possono usufruire di un’ampia copertura AF, pari a 399 punti di messa a fuoco automatica a rilevamento di fase sul piano focale, di una velocità di risposta rapida e di eccellenti prestazioni di tracking, con una più ampia gamma di obiettivi. Questa è la prima volta che il sistema AF di una fotocamera mirrorless è in grado di ottenere un alto livello prestazionale con obiettivi originariamente concepiti per le reflex digitali.
Stabilizzazione delle immagini a 5 assi ottimizzata per 42,4 megapixel
Il nuovo modello di fascia alta, α7R II, è dotato di un innovativo stabilizzatore d’immagine a 5 assi, messo a punto per supportare scatti ad alta risoluzione. Simile al sistema lanciato sull’acclamato modello α7 II, questa avanzata forma di stabilizzazione delle immagini corregge le vibrazioni della fotocamera su cinque assi durante le riprese, incluse le vibrazioni angolari (beccheggio e imbardata) che tendono a presentarsi negli scatti con teleobiettivo, le traslazioni laterali (lungo gli assi X e Y) evidenti con l’aumentare dell’ingrandimento e i movimenti rotatori (rollio) che spesso compromettono la registrazione di video. Questo sistema di compensazione delle vibrazioni equivale a effettuare scatti a una velocità dell’otturatore superiore di circa 4,5 incrementi[v].
Come se non bastasse, lo stabilizzatore a 5 assi interagisce sinergicamente con gli obiettivi Sony α dotati di stabilizzatore Optical SteadyShot™ (OSS), per fornire il massimo livello di stabilizzazione e nitidezza, garantendo al contempo, tramite l’adattatore compatibile, prestazioni strepitose con gli obiettivi Sony α ad attacco A[vi] senza stabilizzatore incorporato. I risultati dello stabilizzatore possono essere visualizzati in anteprima in modalità live sul mirino OLED o LCD della fotocamera.
Registrazione video in 4K di qualità impareggiabile
Le sorprendenti credenziali video della nuova fotocamera α7R II di Sony includono anche la possibilità di registrare filmati di qualità 4K (QFHD 3840x2160), sia in modalità crop Super 35mm sia in formato full frame.
In modalità Super 35mm, la fotocamera raccoglie una serie di informazioni da un numero di pixel pari a circa 1,8 volte quello del 4K, grazie alla lettura completa dei pixel senza binning, e sovracampiona tali informazioni per produrre filmati 4K con effetti moiré e a scalino (jaggies) ridotti al minimo.
In modalità full-frame, la α7R II sfrutta l’intera superficie in larghezza del sensore da 35 mm per la registrazione 4K, consentendo agli utenti di utilizzare la massima potenza espressiva del sensore. Si tratta della prima fotocamera digitale al mondo a integrare questa capacità di registrazione 4K in formato full-framei.
Durante le riprese video, la fotocamera si avvale dell’avanzato codec XAVC S[vii], che registra a un incredibile bit rate di 100 Mbps in risoluzione 4K e a 50 Mbps in risoluzione Full HD.
Inoltre, il modello α7R II vanta una serie di funzioni di livello professionale per risultati ottimali, tra cui Picture Profile, S-Log2 Gamma e S-Gamut, registrazione filmati a un frame rate di 120fps in HD (720p), time code, uscita HDMI “pulita” e molto altro.
Design, funzionamento e affidabilità migliorati
La nuova fotocamera full-frame α7R II vanta un mirino Tru-Finder™ OLED XGA perfezionato, con lente asferica a due facce dotata dell’ingrandimento più potente al mondoiii, pari a 0,78x, per un’anteprima e una riproduzione delle immagini eccezionalmente nitide sull’intera superficie del display. Per ridurre i riflessi indesiderati, che interferiscono con l’esperienza di ripresa, è stato utilizzato anche il rivestimento ZEISS® T*.
In mano, la fotocamera trasmette una sensazione di solidità e professionalità, grazie alla struttura in lega di magnesio leggera e robusta allo stesso tempo e all’impugnatura e al pulsante dell’otturatore ridisegnati rispetto al modello precedente. Sono presenti anche un nuovo e pratico meccanismo di blocco del selettore di modalità e una più ampia gamma di funzioni e pulsanti personalizzabili, per accontentare i fotografi più esigenti.
La nuova fotocamera α7R II è compatibile con le tecnologie Wi-Fi® e NFC e con l’applicazione PlayMemories Mobile™ di Sony, disponibile per le piattaforme Android™ e iOS, oltre che con la gamma, sempre più ricca, PlayMemories Camera Apps™ di Sony, che accresce le possibilità creative della fotocamera. Ora, ad esempio, sono disponibili più funzionalità per la fotografia time-lapse, grazie alla nuova applicazione “Angle Shift add-on”[viii], che consente agli utenti di regolare zoom, rotazione o inclinazione della fotocamera in tutta semplicità durante le riprese in time-lapse, senza la necessità di altri dispositivi o software PC. Per ulteriori informazioni, consultare il sito www.sony.net/pmca.
Sony ha introdotto anche un nuovo monitor LCD, il modello CLM-FHD5, complemento ideale della α7R II per le riprese video. Monitor LCD Full HD (1920x1080p) compatto da 5”, il modello CLM-FHD5 vanta funzionalità di ingrandimento e peaking per una messa a fuoco precisa, marcatura dei livelli di video e colore errati per la regolazione dell’esposizione e visualizzazione S-Log a supporto delle riprese effettuate in questa modalità.
La fotocamera α7R II sarà disponibile in Europa a partire dall’estate 2015.

[i] Tra le fotocamere con ottiche intercambiabili full frame da 35 mm, in base alle ricerche Sony al giugno 2015.
[ii] Range ISO esteso disponibile solo in modalità foto
[iii] Tra le fotocamere digitali. L'ingrandimento del mirino è di circa 0,78x (con obiettivo da 50 mm all'infinito, -1m-1). A giugno 2015, in base alla ricerche Sony
[iv] Sulla base di prove interne condotte da Sony, con la tendina anteriore elettronica attivata.
[v] In base agli standard CIPA. Compensa le vibrazioni angolate (pitch and yaw). Rilevazione con obiettivo Sonnar T* FE da 55 mm F1.8 ZA, con riduzione del rumore su esposizione lunga disattivata.
[vi] Alcuni obiettivi non sono compatibili con la stabilizzazione d'immagine a 5 assi.
[vii] Per la registrazione in formato XAVC S è necessaria una scheda di memoria SDXC di Classe 10 o superiore e per la registrazione a 100 Mbps è necessaria una scheda UHS di Classe 3
[viii] Nei Paesi europei dove il servizio PlayMemories Camera Apps è attualmente disponibile

Le fotocamere RX100 IV e RX10 II di Sony portano l'esperienza di imaging professionale nelle Cyber-shot serie RX


La nuova compatta RX100 IV e la high-zoom RX10 II vantano il primo sensore CMOS di tipo “stacked” da 1" al mondo con un chip di memoria DRAM, super slow motion 40x, ripresa di filmati 4K, otturatore anti distorsione ad alta velocità e molto altro ancora
Sony ha annunciato due delle fotocamere Cyber-shot più avanzate e versatili presenti sul mercato, il modello compatto RX100 IV (DSC-RX100M4) e il modello high-zoom RX10 II (DSC-RX10M2).
I due nuovi modelli presentano il primo sensore CMOS Exmor RS da 1” di tipo “stacked” [i] con elaborazione del segnale avanzata e chip di memoria DRAM integrato. L'elaborazione del segnale ad alta velocità e il chip di memoria DRAM lavorano insieme per consentire una lettura cinque volte più rapida dei dati delle immagini[ii] e rendono possibile una varietà di straordinarie funzioni, fino a questo momento disponibili solo in una ristretta gamma di fotocamere di livello professionale. Tra queste, riprese video in super slow motion 40x a un massimo di 1000 fps,[iii][iv]un otturatore anti distorsione ultraveloce con una velocità massima di 1/32000 secondi, acquisizione di filmati ad alta risoluzione 4K[v] e altro ancora.
Ripresa super slow motion fino a 40x
Assoluta novità per le fotocamere consumer di Sony, i nuovi modelli RX100 IV e RX10 II hanno la capacità di registrare video super slow motion a una velocità fino a 40 volte ridotta rispetto ai valori standard, consentendo agli utenti di catturare e riprodurre le situazioni di azione più sfuggenti con un incredibile livello di dettaglio, risoluzione e nitidezza.
Prima di effettuare le riprese, gli utenti potranno scegliere tra frame rate di 1000 fps, 500 fps e 250 fps e formati di riproduzione 50p e 25p[vi]iii, iv, così da ottimizzare la registrazione in base alla velocità del soggetto in movimento. A titolo di esempio, 2 secondi di un filmato ripreso a 1000 fps a 25p possono essere riprodotti in 80 secondi.
Inoltre, il chip di memoria DRAM consente di registrare 2 o 4 secondi prima che il pulsante di registrazione sia premuto, permettendo così agli utenti di non perdere il momento decisivo.
Otturatore ad alta velocità, ripresa ad alta velocità
La straordinaria velocità e potenza del sensore CMOS Exmor RS da 1" di tipo “stacked” con chip DRAM integrato consente alle nuove RX100 IV e RX10 II di riprendere in modo eccellente i soggetti in rapido movimento.
In particolare, la sua veloce capacità di elaborazione permette di ottenere una velocità costante fino a 16 fps per la RX100 IV e fino a 14 fps per la RX10 II.
Inoltre, la capacità di lettura ultrarapida del sensore di immagini è ciò che consente di avere un otturatore anti distorsione ad alta velocità (velocità massima di 1/32000 secondi), che è in grado di catturare immagini nitide e cristalline con un'ampia apertura a livelli di luminosità fino a EV19[vii]. Inoltre riduce l'effetto “rolling shutter” comunemente sperimentato con i soggetti in rapido movimento. Ciò consente ai fotografi e ai videomaker di catturare bellissimi contenuti con soggetti perfettamente a fuoco e sfondi sfuocati, in condizioni di estrema luminosità particolarmente difficili.
Registrazione diretta di filmati 4K di alta precisione
Le nuove RX100 IV e RX10 II sono le prime fotocamere Cyber-shot a offrire i vantaggi della registrazione di filmati 4K (QFHD 3840x2160)v. Le fotocamere utilizzano capacità di lettura completa dei pixel (full pixel readout) senza pixel binning, per garantire che tutti i minimi dettagli dei filmati 4K siano catturati con effetti moiré e a scalino (jaggies) ridotti al minimo . Questi risultati di alta qualità sono ottenuti tramite l'uso del codec XAVC S, che registra video a un incredibile bit rate di 100 Mbps in risoluzione 4K e a 50 Mbps in risoluzione Full HDv.
La capacità di ripresa 4K cambia leggermente sulle due fotocamere: la più professionale RX10 II è infatti in grado di riprendere filmati 4K per periodi di tempo prolungatifino a 29 minuti, mentre la più compatta RX100 IV è in grado di riprendere clip 4K per un massimo di 5 minuti. Le altre funzionalità video di livello professionale presenti su entrambe le fotocamere includono, tra le altre, Picture Profile e Gamma S-Log2 -.
Entrambi i modelli hanno anche la funzione Dual Video Recording, che consente agli utenti di catturare foto a 16,8 MP durante la registrazione di video 4K in uno degli 11 modelli di composizione, semplicemente premendo il pulsante dell'otturatore.
Versatilità di design, AF ad alta velocità
La nuova RX100 IV conserva il design compatto e tascabile della linea RX100 e vanta un obiettivo ZEISS® Vario-Sonnar T* da 24-70 mm (35 mm equivalente) F1.8-F2.8, mentre la nuova RX10 II mantiene lo stesso design dell'originale modello RX10 e presenta un obiettivo ZEISS® Vario-Sonnar T* da 24-200 mm (35 mm equivalente) F2.8.
Ogni fotocamera è dotata di un nuovo mirino Tru-Finder™ OLED XGA ad alto contrasto con risoluzione di circa 2,36 milioni di punti, che assicura un'anteprima e una riproduzione delle immagini realistiche. Inoltre, la RX100 IV mantiene il trattamento speciale ZEISS® T* sul mirino, come nel modello RX100 III lanciato lo scorso anno.
Entrambe le fotocamere presentano un sistema Fast Intelligent AF perfezionato, che consente il rilevamento del contrasto ad alta velocità e ad alta precisione di un soggetto in movimento in soli 0,09 secondi.[viii] L'algoritmo AF messo a punto da Sony consente di riconoscere e immortalare un soggetto semplicemente premendo a metà il pulsante dell'otturatore, a una velocità molto più efficiente dei modelli precedenti. Le nuove fotocamere sono inoltre compatibili con le tecnologie Wi-Fi® e NFC™ e possono accedere al crescente numero di applicazioni del servizio PlayMemories Camera Apps™ di Sony. Per ulteriori informazioni, consulta il sito www.sony.net/pmca.
Dal punto di vista dell'estetica, entrambi i nuovi modelli presentano una varietà di controlli e pulsanti personalizzabili, adatti a qualsiasi stile. La RX10 II include anche il trattamento anti-polvere e anti-umidità.
La nuova elegante custodia morbida ( LCS-RXG), realizzata in pelle naturale e disponibile in marrone e nero, è il complemento ideale per i design eleganti delle fotocamere della linea RX100, inclusa la nuova RX100 IV.
La RX100 IV e la RX10 II saranno disponibili in Europa a partire dall'estate 2015.
                                                                           ***
Per ulteriori informazioni, contattare:
Cristina Papis – e-mail: sony.pr@eu.sony.com
Sony Europe Limited, Sede Secondaria Italiana – Via Rizzoli, 4 – 20132 Milano
Tel: 02-618.38.1
[i] Il primo sensore da 1" al mondo con memoria integrata, dato valido alla data dell'annuncio, secondo un sondaggio Sony.
[ii] Rispetto ai precedenti modelli RX100 III e RX10. Secondo una simulazione dello stesso otturatore elettronico pari a fino 1/32000 sec. combinato al sensore CMOS Exmor R utilizzato con RX10 o RX100 III
[iii] L'audio non può essere registrato quando si scatta in slow motion. È necessaria una scheda di memoria SDXC di Classe 10 o superiore
[iv] PAL: modalità PAL / NTSC selezionabile nel menu
[v] Per la registrazione in formato XAVC S è necessaria una scheda di memoria SDXC di Classe 10 o superiore e per la registrazione a 100 Mbps è necessaria una scheda UHS di Classe 3
[vi] 960 fps, 480 fps e 240 fps a 60 p, 30 p e 24 p in modalità NTSC
[vii] Filtro ND integrato
[viii] Misurato con il modello RX10 II, standard CIPA, misurazione interna, a 8,8 mm (Wide), EV7.0, Automatica programmata, area AF: Wide, in modalità NTSC.
Sony Corporation
Sony Corporation è un’azienda leader nella produzione di apparecchiature
audio, video, game e di Information & Communications Technology destinate
al mercato consumer, alle aziende e ai professionisti. Grazie alle divisioni
musica, cinema, computer entertainment e online, Sony si posiziona a pieno
titolo quale azienda di elettronica e di intrattenimento leader a livello
mondiale. Sony ha registrato un fatturato consolidato di circa 68 miliardi di
dollari nell’anno fiscale chiuso al 31 marzo 2015.
Per ulteriori informazioni relative a Sony è possibile visitare il sito http://www.sony.net.
www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana. Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001. L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume. Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto. Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common. Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista indirizzo skype: apietrarota

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI