Cerca nel blog

martedì 31 marzo 2015

Basta con le immagini mosse: con i nuovi treppiedi stabilizzati Wild Cat di Rollei immagini sempre perfette per fotocamere, videocamere e smartphone

Amburgo, 31 marzo 2015 - Rollei ha completato la famiglia dei supporti stabilizzati con il Big Wild Cat, il Mini Wild Cat e l' XS Wild Cat . Questi supporti permettono riprese perfette in tutte le condizioni e con qualsiasi genere di fotocamera.

Rollei Big Wild Cat è un treppiede per fotocamere e videocamere di grandi dimensioni, sino a 4 Kg di peso. Grazie ai contrappesi, utilizzabili singolarmente, è possibile equilibrare perfettamente la fotocamera e neutralizzare i movimenti causati dalle riprese a mano libera. La piastra di fissaggio, a sgancio rapido, può essere orientata in tutte le direzioni, e permette di trovare sempre l'angolo di ripresa ideale.

I contrappesi sono montati come le gambe di un treppiede, per cui il Rollei Big Wild Cat può essere usato anche come supporto statico. Il posizionamento della fotocamera sulla piastra è regolabile con precisione sugli assi orizzontali, dotati di scale millimetrate, mentre i 4 gruppi di contrappesi mobili da 46, 66, 68 e 142 grammi permettono un bilanciamento perfetto.

Grazie alla comoda impugnatura, dotata di cuscinetti a sfera, maneggiare il Big Wild Cat è facile e per nulla faticoso. La struttura è in carbonio con finitura anodizzata, ed è resistente a corrosione, luce e calore. La lunghezza è regolabile da 55 sino a 82,5 cm, mentre il peso senza contrappesi è di 1.235 g, e con i contrappesi di 2.300 g.


Rollei Big Wild Cat sarà disponibile da fine Marzo con un prezzo al pubblico raccomandato di 399,99 Euro. Per ulteriori informazioni consultare http://it.rollei.com/prodotti/treppiedi/video-tripods-video-accessories/big-wild-cat,p252123

Rollei Mini Wild Cat è un supporto stabilizzato compatto per fotocamere e videocamere di medie dimensioni, sino a 2 Kg di peso. La piastra a sgancio rapido è dotata di scala millimetrica per un perfetto posizionamento della fotocamera. Anche il Mini Wild Cat ha la parte principale e l'impugnatura in carbonio, con un peso di 476 g senza contrappesi (in dotazione, 8 contrappesi da 112 g e due da 59 g).

Rollei Mini Wild Cat sarà disponibile da metà aprile 2015 con un prezzo al pubblico raccomandato di 169,99 Euro. Per ulteriori informazioni consultare http://it.rollei.com/prodotti/treppiedi/video-tripods-video-accessories/mini-wild-cat,p252121

Dedicato in particolare ad Actioncam e smartphone, Rollei XS Wild Cat è il "peso leggero" della famiglia Wild Cat. La combinazione tra snodo a sfera e contrappeso consente riprese a mano libera fluide e stabili. Il supporto gommato con attacco da ¼ di pollice accoglie in modo sicuro videocamere e fotocamere compatte sino a 500 g di peso e (con adattatore, non incluso) anche smartphone. L'impugnatura ricoperta di gomma spugnosa assicura una presa sicura e confortevole.
Rollei XS Wild sarà disponibile ai primi di Maggio 2015 con un prezzo al pubblico raccomandato di 59,99 Euro. Per ulteriori informazioni consultare http://it.rollei.com/prodotti/videocamere-action/xs-wild-cat-stabilizer,p266567


About Rollei
Fondato nel 1920 in Germania, il produttore di macchine fotografiche Rollei divenne famoso negli anni trenta grazie alla fotocamera reflex biottica Rolleiflex. La popolare, e largamente imitata, fotocamera era nota per l'eccezionale qualità costruttiva ed ebbe un grande impatto sulla fotografia. Per oltre 90 anni Rollei ha reso il mondo della fotografia accessibile a chiunque, aiutando milioni di persone a registrare i propri ricordi. Dal 2009 Rollei vende tecnologie consumer in oltre 20 paesi Europei. Il portafoglio prodotti attuale include tripodi professionali, fotocamere digitali, videocamere, accessori per smartphone e altri prodotti legati a foto e video.

Per ulteriori informazioni visitare www.rollei.com .

Annunciati i vincitori delle sezioni Open, Giovani e Mobile Phone dei Sony World Photography Awards 2015, il più grande concorso fotografico al mondo

  • Le fotografie vincitrici saranno esposte alla Somerset House di Londra dal 24 aprile al 10 maggio
  • Il vincitore della nuova categoria Mobile Phone è stato scelto dal pubblico con un sorprendente numero di voti: ben 6.718
  • Immagini disponibili su press.worldphoto.org o su Image.net

MARTEDÌ 31 MARZO: Sono stati resi noti oggi i vincitori delle categorie Open, Giovani e Mobile Phone – quest’ultima novità assoluta dell’edizione 2015 - del più importante concorso fotografico internazionale, il Sony World Photography Awards. I vincitori sono stati selezionati fra oltre 96.000 candidati provenienti da tutto il mondo, che hanno partecipato a questa edizione del concorso immortalando un’incredibile varietà di soggetti.
Il risultato conseguito da ciascuno dei 14 vincitori è straordinario non solo per l’altissimo livello della competizione, ma anche perché si tratta di semplici fotoamatori, non di professionisti. La più giovane, Stephanie Anjo, ha solo 14 anni e viene dal Regno Unito, uno dei tanti Paesi rappresentati nel concorso, che geograficamente si estende dal Messico alla Malesia.
I vincitori delle sezioni Open e Giovani sono stati designati da una giuria tecnica presieduta da Sam Barzilay, Direttore creativo della United Photo Industries, mentre per la sezione Mobile Phone è stato il pubblico a decretare il vincitore, votando sul sito web della World Photography Organisation. Questa sezione, al suo debutto nel prestigioso concorso fotografico, vuole essere un riconoscimento della crescente accessibilità e libertà creativa di cui godono i fotografi di qualsiasi livello, grazie a dispositivi mobili dotati delle più avanzate tecnologie in fatto di fotocamere.
CATEGORIA OPEN
Ecco i vincitori delle dieci categorie che compongono il concorso Open, scelti valutando un solo scatto per ogni concorrente:
  • Architettura – Armin Appel, Germania
  • Arte e cultura – Hector Muñoz Huerta, Messico
  • Fotoritocco – Antony Crossfield, Regno Unito
  • Luce soffusa – Nick Ng Yeow Kee, Malesia
  • Natura e animali – Antoine Weis, Svizzera/Lussemburgo (doppia cittadinanza)
  • Panorama – Norman Quinn, Regno Unito
  • Persone – Saleh Rozati, Iran (risiede in Austria)
  • Sorrisi – Wilson Lee, Hong Kong
  • Frazioni di secondo – Jaime Massieu, Spagna
  • Viaggio – Yasen Georgiev, Bulgaria
CATEGORIA GIOVANI
Questi i vincitori della categoria dedicata a fotografi di età inferiore ai 19 anni, scelti anche in questo caso sulla base di un solo scatto per concorrente:
  • Cultura – Beatriz Mota da Rocha, Portogallo (15 anni)
  • Paesaggio – Yong Lin Tan, Malesia (19 anni)
  • Ritratto – Stephanie Anjo, Regno Unito (14 anni)
CATEGORIA MOBILE PHONE
Novità assoluta dell’edizione 2015, la categoria, aperta a chiunque realizzasse uno scatto con un qualsiasi smartphone o tablet, ha visto trionfare:
  • Turi Calafato, Italia (vincitore)
  • Janos M Schmidt, Ungheria (secondo posto)
  • Ako Salemi, Iran (terzo posto)
L’immagine vincitrice è stata votata dal pubblico ben 6.718 volte, tramite il sito della World Photography Organisation. Per iscriversi alla categoria Mobile Phone si avevano a disposizione solo quattro settimane, durante le quali sono state inviate più di 10.200 fotografie. Un primo elenco di 20 finalisti è stato definito da una giuria di esperti del settore, e il pubblico ha poi avuto una sola settimana di tempo per decidere il migliore; in tutto sono stati raccolti più di 15.200 voti.
PREMI
Tutti i vincitori delle tre categorie riceveranno un set di apparecchi fotografici digitali di Sony di ultima generazione, nonché uno smartphone Xperia™; i loro scatti saranno inoltre esposti a Londra, presso l’iconica Somerset House, come parte integrante della mostra del concorso, che si terrà dal 24 aprile al 10 maggio.
Tra i vincitori delle singole categorie del concorso Open e Giovani, tredici in totale, verrà selezionato il Fotografo dell’anno Open e il Fotografo dell’anno Giovani, che saranno nominati il 23 aprile nella capitale britannica, durante la cerimonia di gala dei Sony World Photography Awards. Potranno parteciparvi i vincitori assoluti delle categorie Open e Giovani e il vincitore della categoria Mobile Phone; al Fotografo dell’anno Open verrà inoltre assegnato un premio di 5.000 dollari in contanti.
COMMENTI
A proposito dei vincitori, il Presidente della giuria Sam Barzilay afferma: “Essere giudice ai Sony World Photography Awards è stata un’avventura ricca di sorprese. Ho avuto modo di apprezzare una miriade di gemme nascoste, composizioni divertenti, commenti mai banali e attimi fugaci colti al momento giusto. Tutto ciò testimonia l’amore per la fotografia che accomuna i partecipanti, e il desiderio di condividere la propria visione del mondo”. Astrid Merget Motsenigos, Direttore creativo della World Photography Organisation e organizzatrice dell’evento, aggiunge: “Ogni anno siamo meravigliati dalla qualità delle immagini che riceviamo per le sezioni Open e Giovani del concorso, e il premio per la nuova sezione Mobile Phone dimostra che tale qualità non è minimamente compromessa dall’utilizzo di un dispositivo mobile. Ci troviamo di fronte a fotografi dotati di talento ed estro, capaci di catturare in un singolo scatto attimi intrisi di drammaticità, passione, mistero e humour. Siamo orgogliosi di offrire loro la visibilità che si meritano, fornendo uno spazio nel quale le loro opere possono essere fruite da una platea mondiale. Complimenti a tutti i vincitori”.
  • Le fotografie vincitrici possono essere scaricate da press.worldphoto.org o Image.net
  • Le fotografie utilizzate sui social media devono riportare il riferimento all’autore
  • Su Twitter, utilizzare l’hashtag #SWPA e il tag @WorldPhotoOrg

Sony Corporation
Sony Corporation è un’azienda leader nella produzione di apparecchiature audio, video, game e di Information & Communications Technology destinate al mercato consumer, alle aziende e ai professionisti. Grazie alle divisioni musica, cinema, computer entertainment e online, Sony  si posiziona a pieno titolo quale azienda di elettronica e di intrattenimento leader a livello mondiale. Sony ha registrato un fatturato consolidato di circa 75 miliardi di dollari nell’anno fiscale chiuso al 31 marzo 2014.
Per ulteriori informazioni relative a Sony è possibile visitare il sito http://www.sony.net.

lunedì 30 marzo 2015

Missione Ambiente by Bosch - 7° edizione Bosch presenta ECO REPORTER

Il concorso fotografico per giovani reporter “anti-spreco” in collaborazione con Quimamme.it
- Eco Reporter - Il contest Bosch per tutta la famiglia su www.quimamme.it
- Iscrizioni aperte dal 2 aprile al 30 giugno - In palio Kobo Touch eReader
- Bosch si impegna a sensibilizzare i più piccoli nella lotta contro lo spreco


Milano, 30 marzo 2015Missione Ambiente by Bosch, il progetto di Corporate Social Responsibility del Gruppo Bosch in Italia, rivolto ai bambini delle scuole primarie italiane, quest'anno vuole sensibilizzare i più piccoli ad adottare comportamenti anti-spreco non solo attraverso le iniziative per gli istituti scolastici, ma coinvolgendo tutta la famiglia.

Insieme a QuiMamme.it - il portale numero uno dedicato alle mamme in Italia – Bosch, il prossimo 2 aprile, lancerà il concorso fotografico ECO REPORTER che vuole premiare l'attenzione verso l'ambiente delle famiglie italiane.

Per partecipare all'iniziativa sarà necessario trasformarsi in reporter anti-spreco, scattare una fotografia che segnali una situazione di spreco, o che suggerisca una soluzione per combatterlo, caricarla nel gruppo creato nella community di QuiMamme e seguire gli aggiornamenti sulla pagina Facebook di Missione Ambiente by Bosch. Attraverso i contributi fotografici, le mamme e i papà, insieme ai propri piccoli, diventeranno la voce anti-spreco delle diverse realtà italiane.

L'obiettivo è quello di aiutare a capire dove, cosa e come si spreca attirando l'attenzione sul tema, ma anche proporre buoni esempi e soluzioni concrete. Al termine del concorso, il prossimo al 30 giugno, verranno estratti sette vincitori che riceveranno un Kobo Touch eReader, il lettore di eBook pratico e leggero.

Inoltre, fino al 30 aprile 2015, è attivo il contest di Missione Ambiente by Bosch : "I corti antispreco"  rivolto ai bambini delle scuole primarie italiane. Gli istituti scolastici interessati potranno partecipare al progetto e trovare tutte le informazioni utili attraverso il sito www.missioneambientebybosch.it.

Il Gruppo Bosch è fornitore leader e globale di tecnologie e servizi. Secondo i dati preliminari, nel 2014, grazie ai circa 290.000 collaboratori impiegati nelle aree di business  Mobility Solutions, Industrial Technology, Consumer Goods e Energy and Building Technology, il Gruppo Bosch ha registrato un fatturato di 48,9 miliardi di euro. Il Gruppo è costituto dall'azienda Robert Bosch GmbH e da più di 360 tra consociate e filiali in oltre 50 Paesi, 150 se si includono i partner commerciali. Le attività internazionali di sviluppo, di produzione e di vendita sono alla base della continua crescita. Nel 2014 Bosch ha registrato 4.600 brevetti in tutto il mondo. Seguendo lo slogan "Tecnologia per la vita" Bosch, grazie ai suoi prodotti e servizi, migliora la qualità della vita offrendo soluzioni innovative in tutto il mondo.

L'azienda è stata fondata a Stoccarda nel 1886 da Robert Bosch (1861-1942) come "Officina di meccanica di precisione ed elettrotecnica". La struttura societaria della Robert Bosch GmbH assicura l'indipendenza imprenditoriale del Gruppo Bosch, permettendo all'azienda di perseguire strategie a lungo termine e di far fronte a nuovi investimenti che possano garantire il suo futuro. La Fondazione di pubblica utilità Robert Bosch Stiftung GmbH detiene il 92% delle partecipazioni della Robert Bosch GmbH. La maggioranza dei diritti di voto appartiene alla società fiduciaria Robert Bosch Industrietreuhand KG che gestisce le funzioni imprenditoriali dell'azienda. I diritti di voto e le partecipazioni restanti spettano alla famiglia Bosch e alla Robert Bosch GmbH.

sabato 28 marzo 2015

Versus Festival: filmare il viaggio! Dal 26 al 31 maggio 'on the road' tra immagini, cultura e territorio

Sabato 28 marzo parte il bando di concorso per i documentari di viaggio, protagonisti della rassegna che si terrà dal 26 al 31 maggio a San Salvatore Telesino. Sulle tracce di Sant'Anselmo d'Aosta, un'iniziativa 'on the road' tra immagini, cultura e territorio

Versus Festival: filmare il viaggio!


Comune di San Salvatore Telesino
con il contributo del Gal Titerno 
e l'organizzazione a cura di
Tabula Rasa Eventi

VERSUS FESTIVAL: FILMARE IL VIAGGIO
San Salvatore Telesino (BN)
26-31 maggio 2015


Il mio viaggio in qualche modo possa favorire la libertà
(Sant'Anselmo D'Aosta)


Sant'Anselmo D'Aosta (1033-1109) nel 1097 viaggiò da Canterbury verso Roma per poi raggiungere il Sud dell'Italia: lasciò infatti la città inglese a causa dei forti contrasti con il re d'Inghilterra cercando sostegno da parte del Papa. Il suo soggiorno presso l'Abbaziale normanna di San Salvatore Telesino è confermato da diversi storici che sostengono la tesi della sua permanenza nelle dipendenze del monastero sansalvatorese, luogo favorevole da un punto di vista sia climatico che culturale. In omaggio al suo percorso e ai numerosi stimoli culturali, spirituali e artistici che tale figura suscita ancora oggi, il Comune di San Salvatore Telesino e Tabula Rasa Eventi, con la direzione artistica di Armin Viglione, hanno ideato Versus Festival: una rassegna dedicata al documentario di viaggio, che si terrà a San Salvatore Telesino (BN) a fine maggio.

Un'occasione imperdibile di incontri al crocevia di arti, esperienze e culture, aperta dal lancio del bando di concorso per cineasti sia emergenti che affermati, incentrato sul documentario di viaggio e su tre categorie specifiche: Viaggio Doc (Documentario di viaggio), Corto in classe (riservato alle scuole), Routes (Corto rurale). Si richiederà la presentazione di opere innovative nella forma e nel contenuto; l'aderenza al tema del viaggio inteso come metafora spirituale e percorso fisico; la valorizzazione del territorio attraverso il cortometraggio tematico che sappia filmare in modo efficace e "veloce" il patrimonio paesaggistico e culturale locale. La selezione avverrà a giudizio insindacabile della giuria che provvederà a visionare le opere che verranno proiettate durante il Festival; a stessa giuria, nel mese di maggio, indicherà i vincitori delle sezioni e delle menzioni speciali, che saranno premiati durante la giornata conclusiva di Versus, il 31 maggio 2015.

Come scrive nelle note di presentazione il direttore artistico Armin Viglione, il titolo racchiude in sè l'idea-forza del progetto: «"Versus" ossia "contro", dunque opposizione ma anche "versus" come "orientamento", in direzione di qualcuno o qualcosa, misteriosa compresenza "scontro/incontro", di contatto che procede nel dubbio, nella difformità, nel dissenso non di rado conflittuale, ma che cerca al contempo la scoperta dell'altro e dell'altrove. Ed allora "versus" diviene un abbraccio nel quale si conosce e si viene ri-conosciuti, nella percezione dell'alterità ed al contempo della comunanza, viaggio alla volta di quella "coniuctio oppositorum" che richiede inderogabilmente di essere percorso con coraggio, esperito nei labirinti del differente e del molteplice, soprattutto fino in fondo vissuto».

Versus Festival sarà dunque un momento di incontro, confronto e scoperta sul territorio: il programma – in corso di definizione – conterrà happening musicali ed editorialiproiezioni cinematografiche di grandi autori fuori concorso, degustazioni, laboratori e percorsi storico-turistici nei luoghi del Festival, in omaggio al valore cardine del progetto, la multidisciplinarietà
Il Progetto è realizzato con il contributo del PSR Campania 2007/2013, Asse IV – Approccio LEADER Misura 41 – Sottomisura 413 del PSL Titerno, Misura 313.


Informazioni per bando


Versus Festival: 

Tabula Rasa Eventi: 

giovedì 26 marzo 2015

Baran presenta Urbanità fuggenti, il nuovo lavoro fotografico sui luoghi

BARAN

Urbanità fuggenti


Dopo Progetti bruciati l'artista veneziano Baran si rimette in gioco, stavolta usando come mezzo espressivo la fotografia. Urbanità fuggenti è il titolo del nuovo ciclo di opere, realizzato in quei luoghi urbani ove è più presente l'opera dell'uomo.

Gli scatti di Baran si potranno apprezzare in anteprima all'interno della manifestazione Polesine Fotografia, dove saranno esposti nella splendida cornice di Villa Badoer, a Fratta Polesine, dal 1 al 12 aprile.

Mentre dal 15 aprile faranno tappa nello studio Spazi Aperti di Adria, dove rimarranno fino al 30 giugno.

Nella sua esperienza da architetto, Baran ha sviluppato un rapporto molto profondo, quasi simbiotico, con la dimensione urbana e con il territorio in cui l'uomo agisce e si confronta quotidianamente. Dalla sua analisi dei luoghi, egli è giunto alla conclusione secondo la quale l'uomo contemporaneo non è più in grado di percepire realmente il mondo in cui vive, abbagliato com'è dalla tecnologia e dal mondo virtuale della rete.

Nel suo sguardo disincantato e razionale, Baran è convinto che l'uomo abbia difficoltà a percepire la dimensione spaziale della città, nelle sue più piccole sfumature, come la luce che filtra da un vicolo o le ombre che crea un portico.

In queste fotografie, l'artista predilige la ripresa da terra e in movimento, trascinando con sé, nel suo tragitto urbano, la macchina fotografica. Con la ripresa fotografica, Baran esplora e fa proprio il soggetto per poi distaccarsene progressivamente.

E' nell'assenza di definizione del soggetto che l'artista scopre la vera essenza delle cose, che dovrà stimolare a sua volta lo spettatore ad un lavoro psicologico ed introspettivo, di analisi e riflessione sul proprio essere e sul proprio divenire.

Queste immagini, prive di contrasti e di nitidezze, caratterizzate da colori privi di saturazione, avvolgono lo spettatore in una sorta di limbo dell'immaginario.

Come spiega Baran in riferimento alla nuova serie di opere: "In questa società l'artista ha il compito di trovare una nuova dimensione e aiutare l'uomo ad uscire dalla condizione di passività in cui versa. L'artista dovrà quindi entrare in una condizione ascetica e spirituale per ricercare l'essenza della vita, quella sintesi che potrà stimolare il suo simile a guardarsi dentro, ad avere consapevolezza di sé, comprendendo che la sua vera natura è quella di vivere il presente".


Urbanità fuggenti non raccontano un luogo, stimolano piuttosto l'uomo a ritrovare l'essenza della propria dimensione urbana, rivelando micro tracce di un'architettura o di un luogo usuale, che tuttavia l'osservatore recepisce con estraneità, non avendolo fatto proprio attraverso l'intima conoscenza.

In questo processo indotto di riappropriazione dei luoghi, l'artista fa intravvedere alcuni dettagli, concentrandosi  maggiormente sulle sfumature degli oggetti, e conducendo l'osservatore verso un percorso introspettivo depurato da immagini precostituite e finite. In questo cammino verso la consapevolezza del rapporto uomo- architettura, Baran si annulla per favorire la comunicazione tra l'opera e il fruitore, arrivando ad affermare: "l'artista non sono io".


Biografia

Baran (nome d'arte di Andrea Barasciutti) è artista ed architetto. Nasce a Venezia nel 1964 in una famiglia di artisti; nel 1992 si laurea in architettura. Gli oltre vent'anni di professione lo portano a maturare un'architettura artigianale fatta di dettagli, matericità ed equilibrio, occupandosi anche di restauro monumentale e approfondendo tematiche storiche ed archeologiche.

Affiancata all'architettura c'è sempre la sua arte, fatta di disegni, pittura, scultura, fotografia ed installazioni. Nel 2011 si ritira nella campagna ferrarese e decide di cambiare rotta: rendere pubblica la sua profonda espressione intellettuale e culturale, ossia la sua arte, che era rimasta latente dietro il mestiere palladiano.

Dopo lunghe ricerche ed elaborazioni nel campo della pittura e della scultura informale risalenti agli anni giovanili,  la sua arte diventa sempre più concettuale. Con il ciclo "Margini", Baran riflette sulla condizione umana di emarginazione e di vuoto sociale, segnando la tela solo ai bordi del suo biancore.

Con il ciclo "Progetti Bruciati" denuncia, con tele, sculture ed installazioni, lo stato corruttivo della politica italiana ed il perverso meccanismo degli appalti. Nel 2015 abbandona colori, forme e storie personali per dedicarsi alla ricerca dell'essenza con sculture, installazioni e fotografie, in cui rinuncia al suo io dedicandosi solamente alla centralità del fruitore dell'opera, diventato ormai il vero protagonista del suo fare.

Le sue opere iniziano ad essere esposte nel 2013 presso importanti fiere e gallerie con notevoli riscontri di critica e pubblico, in particolare a Roma, Padova, Vienna e Budapest. Nel 2014 espone con successo a Londra e nel 2015 presso il Septem Maria Museum di Adria.

 

Info

Polesine Fotografia

dal 1 al 12 aprile 2015

Villa Badoer, Fratta Polesine

http://www.polesinefotografia.it/

Spazi Aperti | Corso Vittorio Emanuele 20, 45011 Adria

info@baranart.it; http://www.baranart.it/

mercoledì 25 marzo 2015

PHOTISSIMA ART FAIR VENEZIA 2015



INVITO RIVOLTO AGLi ARTISTI
deadline 31 marzo 2015


PHOTISSIMA ART FAIR
Venezia 2015

Archivio Storico di Stato - Campo dei Frari
in concomitanza alla 56^ Biennale d’Arte
06 maggio - 30 ottobre 2015


Sono ad informarVi che sto procedendo alla selezione degli Artisti da proporre all’esclusiva edizione di PHOTISSIMA ART FAIR VENEZIA 2015 che si svolgerà dal 6 maggio al 30 ottobre 2015 nel bellissimo Chiostro della Santissima Trinità dell’Ex Convento dei Frari in concomitanza alla 56^ Biennale d’Arte di Venezia 2015.

Novità assoluta dell’esposizione è l’apertura alle sezioni di pittura e scultura che si aggiungono alla fotografia. Un confronto aperto tra le diverse espressioni artistiche.

PHOTISSIMA ART FAIR VENEZIA 2015 è indirizzata ad ARTISTI di tutte le nazionalità interessati a promuovere la propria immagine in una prospettiva di crescita professionale e di mercato.
Sono ammesse opere, in piena libertà stilistica e tecnica e su qualsiasi supporto. Il tema è libero. Le dimensioni dovranno attenersi strettamente a quelle di seguito indicate:
  • PITTURA: 70x50, 70x70 cm
  • FOTOGRAFIA: 30x45 cm
  • SCULTURA: 80x80x150h e in ogni caso non superiore ai 15 kg
Potranno essere proposte opere di formato diverso per una soluzione personalizzata. 

Le opere dovranno essere presentate prive di cornici, per la sezione fotografia sarà cura della galleria fornire i supporti necessari per l’allestimento.

Per iscrizioni o per ogni informazione aggiuntiva telefonare o scrivere a:
SATURA art gallery
Piazza Stella 5/1 – 16123 Genova
Riferimenti telefonici: 010.246.82.84 cell. 338.291.62.43 / 366.592.81.75
E-mail: info@satura.it http://www.satura.it

DEADLINE SELEZIONI 31 marzo 2015
Siamo aperti dal martedì al venerdì dalle 9:30 alle 12:30 e dal martedì al sabato dalle ore 15:00 alle ore 19:00


Il Presidente Mario Napoli

Sergio Grispello a Napoli con TiNstantáneas a Porto Petraio anche il catalogo: inaugurazione venerdì 27 marzo

Il tango, il corpo, gli amici e l'incontro sono il tema della mostra che arriva finalmente a Porto Petraio dopo il successo di Barcellona. Per l'occasione il fotografo partenopeo presenterà il suo catalogo: inaugurazione venerdì 27 marzo, finissage domenica 26 aprile
Sergio Grispello a Napoli con TiNstantáneas!

TiNstantaneàs di Sergio Grispello
Mostra fotografica 

Inaugurazione:
venerdì 27 marzo 2015  
ore 22.00
ingresso euro 10

Porto Petraio
Salita Petraio 18/D 
(Stazione Petraio Funicolare Centrale)
Napoli
La mostra sarà visitabile fino al 26 aprile 
e solo su prenotazione scrivendo a 


L'incontro, le emozioni, il corpo e la danza sono il cuore di TiNstantaneàs!, la nuova mostra di Sergio Grispello. Il fotografo partenopeo, dopo il successo a Barcellona nel 2014, venerdì 27 marzo inaugura la mostra durante il festival di tango TaNgoneta! presso Porto Petraio con un ingresso di 10 euro che darà diritto ad assistere alla prima milonga ufficiale del festival. Si potrà visitare TiNstantaneàs! fino al 26 Aprile e solo su prenotazione. La mostra ha come filo rosso il tango e festeggia i 10 anni e le 24 edizioni di TaNgoneta!, il popolare festival internazionale ideato da Gisela Navoni, maestra di tango originaria di Rosario e residente a Barcellona.

Il tango lega il 27 marzo e l'attività fotografica di Sergio Grispello: "Collaboro con TaNgoneta! dal 2008: in veste di grafico, di DJ nelle milonghe e soprattutto di chef ufficiale da ben 14 edizioni. TaNgoneta! è un evento internazionale che si svolge tra Barcellona, Napoli, Cardona e Rosario, nei momenti in cui non cucinavo, non ballavo e non mettevo musica, ho fotografato moltissimo: TiNstantaneàs! è diventata la sintesi del mio sguardo da fotografo verso l'esperienza della TaNgoneta".

La mostra TiNstantaneàs! è composta da 100 immagini in bianco e nero di uomini e donne di diverse nazionalità che grazie alla danza condividono esperienze profonde: "Non è un reportage sul festival – precisa l'autore – ma un punto di vista molto personale, istantanee di emozioni vissute in prima persona che ho catturato, mosso sempre dalla necessità che anima il mio lavoro di fotografare gli incontri e le storie. Sono ritratti di persone, di amici con i quali ho condiviso istanti meravigliosi di questa incredibile esperienza!".

Sergio Grispello, nato a Napoli nel 1975, é un artista visivo che dal 1997 lavora con la fotografia: ha prodotto progetti personali, lavori professionali e si è dedicato all'insegnamento della fotografia. Si è formato e ha lavorato come fotografo tra Napoli, Berlino e Barcellona, dove risiede dal 2007. Il filo conduttore della sua ricerca è l'incontro con l'essere umano nelle sue molteplici attitudini, la sua interazione con gli altri, il vincolo che crea con il suo ambiente. In occasione della TangoNeta napoletana, Grispello esporrà più di 100 opere in bianco e nero e presenterà il catalogo TiNstantaneàs!: un'edizione speciale di soli 40 esemplari numerati e firmati dall'autore, con 62 immagini in bianco e nero. Sia il catalogo che le fotografie esposte saranno in vendita.


Info:

Sergio Grispello:

Porto Petraio:

Mostra FOTOGRAFICA - IMMAGINI DALLE COLLEZIONI DEL MUSEO | Lugano, Museo Cantonale d'Arte | Fino al 26 aprile 2015



Fotografica
Immagini dalle collezioni del museo
Museo Cantonale d'Arte, Lugano
Fino al 26 aprile 2015


Come ogni anno il Museo Cantonale d'Arte di Lugano propone un nuovo allestimento di opere appartenenti alla collezione permanente, concentrandosi in questa occasione sulla fotografia. 

La mostra esporrà inoltre alcune opere del Museo d'Arte della città di Lugano. 
La mostra rappresenta un'alternativa culturale che la città di Lugano propone per il periodo delle vacanze pasquali, per coniugare, a solo un'ora da Milano, la natura e la bellezza del Lago con un'offerta espositiva sempre di qualità.

L'esposizione vuole porre l'attenzione sulla centralità del ruolo che la fotografia ha avuto nella storia dell'arte dell'ultimo secolo e mezzo e su come gli artisti hanno riconosciuto sin da subito l'importanza della fotografia, reagendo, in modo più o meno diretto, al nuovo mezzo di comunicazione. 

La mostra del Museo Cantonale è un'occasione per comprendere l'apporto fondamentale della fotografia allo sviluppo dei linguaggi artistici del XX e del XXI secolo, senza voler nascondere la problematicità a definire con esattezza le categorie a cui appartengono alcune opere fotografiche.

Al fine di evidenziare le varie e diverse inclinazioni che caratterizzano l'evoluzione della fotografia nella storia dell'arte, il percorso espositivo è scandito in 17 sale tematiche e propone ai visitatori uno sguardo su alcune delle principali applicazioni del mezzo espressivo. 

La mostra offre ai visitatori l'occasione di confrontarsi con fotografi ticinesi, svizzeri e internazionali, proponendo un insieme significativo di opere fotografiche che esprime anche l'attenzione dedicata al dialogo tra l'identità regionale del nostro cantone e ciò che lo circonda.

Tra gli artisti in mostra Bernd e Hilla Becher, Florence Henri, Anne e Patrick Poirier, Gabriel Orozco e Thomas Struth.

martedì 24 marzo 2015

Fotografia, obiettivo risparmio

L'era digitale ha moltiplicato gli appassionati di fotografia. Niente più viraggi e camere oscure, utilizzo più semplice e costi di manutenzione più bassi rispetto alle vecchie pellicole. La spesa iniziale può però essere importante, sia per il corpo macchina che per gli obiettivi.

Per fare il grande salto dalla fotografia amatoriale a quella semi-professionale, avere una buona gamma di obiettivi è fondamentale. Per conciliare tasche e passione, una buona opportunità può arrivare dall'usato. Su eBay (e non solo), si trovano eccellenti prodotti di seconda mano. Un mercato interessate sia per comprare che per vendere. La tecnologia galoppa e l'attrezzatura che per un fotografo esperto pare banale, può essere una risorsa a buon mercato per una amatore alle prime armi.

Quali sono, sui mercati on line, le voci che concorrono a fare il prezzo di un oggetto? Il suo valore, la data d'acquisto, le sue condizioni. Ma ce n'è anche un'altra: le spese di spedizione. Quanto più la vostra spedizione sarà conveniente, tanto più lo sarà l'acquisto della vostra attrezzatura. Ecco perché può tornarvi utile Packlink.

Il servizio mette a confronto diversi corrieri, segnalando il prezzo migliore. Per i meno avvezzi, ci sono anche dei consigli per l'imballaggio, fondamentali quando si spediscono oggetti fragili come gli obiettivi fotografici. Meglio scegliere scatole nuove e riempirle con materiali soffici. In questo modo, chi vende potrà fornire un prezzo complessivo migliore senza sconti. E chi compra concluderà un affare senza spostarsi da casa.

venerdì 20 marzo 2015

Inaugurazione Museo della Fotografia, dedicato a PINO SETTANNI / 28 Marzo, Matera

MUSEO DELLA FOTOGRAFIA// PALAZZO VICECONTE, MATERA



Museo della fotografia PINO SETTANNI

Inaugurazione sabato 28 marzo 2015 ore 18



Al Palazzo Viceconte di Matera sabato 28 marzo 2015 si inaugura il museo della fotografia dedicato al fotografo PINO SETTANNI a cura di Monique Settanni e Giovanni Viceconte. 

All'inaugurazione verrà presentato da Umberto Broccoli il catalogo ufficiale del Museo, edito da De Luca Editori con presentazione di Vittorio Sgarbi, contenente quasi l'intera raccolta delle opere di Settanni. L'evento si svolge con il patrocinio del Comune di Matera, città della cultura 2019.

In quest'antico palazzo, situato sulla Civita, nel cuore dei Sassi di Matera, è conservata ed esposta in un museo un'ampia raccolta di opere straordinarie che illustrano tutti i temi trattati da Pino Settanni, maestro indiscusso dell'arte fotografica.

Matera, situata nel cuore del Sud, con la sua fantastica e quasi cristallizzata staticità, rappresenta il posto ideale per la collocazione delle sue opere. Spesso egli aveva manifestato, nelle frequenti visite durante il restauro di questo palazzo, ora sede del suo museo, l'intenzione di ritornare al Sud e in particolare a Matera. 

Viene proposta, in questo modo e per la prima volta, una lettura totale del progetto fotografico dell'artista pugliese: dai ritratti ai paesaggi; i primi caratterizzati dalla ricerca di un segno incisivo nei volti fissati dall'obiettivo e i secondi attraversati da geometrie e sequenze di luci nascoste tutte da scoprire. 

L'artista ha iniziato il suo percorso nel 1966 con le foto del "SUD", per poi con 'incontro con Guttuso formalizzare la sua poetica. Caravaggio, Antonello da Messina, Rembrandt, sono solo alcuni degli archetipi da cui l'artista prende spunto per i suoi ritratti fotografici a Lucia Bosè, Manuela Kustermann, Nino Manfredi, Mastroianni, Tornatore, Monicelli, Omar Sharif, Elena Sofia Ricci, Massimo Troisi e tanti altri.

Settanni realizza nel 1987 circa 155 ritratti in nero: grandi personaggi vestiti di nero, affiancati da oggetti simbolici carichi di significato affettivo e intellettuale. Andreotti e i campanelli, Fellini e le matite, Sergio Leone e il tempo, Moravia e la valigia, Monica Vitti e l'uovo, Lina Wertmüller con la macchina da scrivere.

Alla metà degli anni '90, Settanni produrrà i suoi Tarocchi, 78 fotografie d'invenzione, di cui 38 con personaggi reali. Un percorso antologico quindi, che inaugura questo nuovo museo dedicato alla fotografia, nel Palazzo Viceconte, all'interno della vastissima produzione artistica di Settanni per scoprire gli insoliti punti di osservazione dell'artista pugliese. 

E' disponibile il catalogo edito da De Luca Editori con presentazione di Vittorio Sgarbi.

Concorso Fotografico Tico

 

Bellissimi premi con il concorso fotografico

"ATTACCA, SCATTA E VINCI"

È il momento di dare sfogo alla propria creatività ed essere premiati!

 

 

Pomezia, 17 marzo 2015 – Tico (www.etichettetico.it), marchio leader nella produzione di etichette autoadesive, premia la fantasia dei propri consumatori e annuncia che il nuovo concorso fotografico Tico "Attacca Scatta e Vinci", durerà fino al 30 giugno 2015.

Partecipare è semplicissimo. Acquistando le confezioni di etichette Tico in formato A4, è infatti possibile partecipare ad una gara di creatività: basta realizzare un progetto utilizzando le etichette, fotografarlo assieme alla confezione di etichette acquistata e caricarlo sul sito www.vincicontico.it.

Un'apposita giuria selezionerà tre vincitori: il progetto più creativo in assoluto, quello più variegato e quello più ampio per numero di etichette utilizzate.

Al vincitore andrà un iPad mini Retina WiFi ma verranno premiati anche il secondo e terzo classificato.

E non solo, sono previsti premi anche per i tre rivenditori presso i quali i vincitori avranno acquistato le etichette!

Quindi non resta che Attaccare, Scattare e… Vincere!

Trovate tutte le informazioni sul sito www.vincicontico.it!

 

 

Tico, marchio leader nella produzione di etichette, nasce a metà degli anni sessanta dalla creatività di un imprenditore romano che, primo fra tutti in Italia, decise di investire in quello che allora era un nuovo mercato e che oggi rappresenta uno dei principali consumabili in ogni ufficio.

Il famoso pappagallino di Tico rappresenta prodotti di continua evoluzione che si adeguano alle più moderne tecnologie produttive ed applicative e rendono più facile e piacevole sia il lavoro che il tempo libero.

www.etichettetico.it

www.vincicontico.it

11-13 aprile: WALLPEPPER sponsor tecnico dei MIA Fair, in attesa del FuoriSalone!



wallpepper @ MIA Fair

11-13 aprile 2015 - The Mall, Milano 

Dall'11 al 13 aprile wallpepper sarà sponsor tecnico di MIA Milan Image Art Fair, fiera dedicata alla fotografia e all'immagine in movimento ideata e diretta da Fabio Castelli, in scena con la sua quinta edizione a Milano, nella cornice di The Mall, centro polifunzionale tra i grattacieli che hanno cambiato lo skyline della città.

Sarà questa l'occasione per conoscere la qualità della produzione wallpepper, che sarà presente con un allestimento speciale: le quattro "pareti d'autore" del punto ristoro ed una parete della Lounge Area saranno infatto decorate con opere tratte dal catalogo wallpepper e "firmate" dai fotografi Maria Vittoria Backhaus e Paolo Nicola Rossini (entrambe in allegato).

Da sempre l'Arte è stata veicolo di espressione e il "muro" il primo supporto ad accogliere la necessità umana di comunicare. Oggi con wallpepper questa antica tradizione trova una nuova dimensione espressiva, interpretando in modo nuovo la decorazioni d'interni.

Un brand che porta con sé valori di competenza e innovazione, creatività, esclusività e sostenibilità ambientale, messi al servizio della realizzazione di carta da parati d'autore, insieme ad catalogo di "firme" molto attuale e di prestigio.

Il progetto nasce dall'esperienza pluridecennale di Diego Locatelli, professionista della fotografia dagli anni '70, alla guida, in Spazio 81, di un team di professionisti dell'immagine. E' stata quasi una naturale conseguenza la partnership con MIA Fair, che per quest'anno si sposta in una nuova sede: sarà infatti ospitata da The Mall, complesso di recente costruzione, uno spazio polifunzionale che sorge a Porta Nuova, nel cuore della downtown milanese. E nuove saranno anche le date, dall'11 al 13 aprile 2015, nella settimana in cui Milano offrirà un calendario di appuntamenti d'arte di assoluto rilievo, con le mostre all'Hangar Bicocca, alla Fondazione Trussardi, alla Triennale e con MiArt.

La partecipazione al MIA Fair anticipa quella, dal 14 al 19 aprile, al Fuori Salone 2015, presso Spazio 81 (showroom permanente del brand) dove sarà presentata la nuova linea wallpepper Trend mostrando in anteprima le 9 collezioni, con grafiche e disegni che saranno le tendenze dell'interior decoration per la prossima stagione, e soprattutto la grande qualità di prodotto, realizzazione e soprattutto estetica, che le vale il posto d'onore sulle pareti degli ambienti più ricercati.

 

Showroom permanente wallpepper: via Forcella 7/13, 20144 Milano - Tel. +39 02 92885406

comunicazione@wallpepper.it

www.wallpepper.it

www.facebook.com/WallpepperIT

twitter.com/WallpepperIT

www.pinterest.com/wallpepperit

 

MIA – Milan Image Art Fair

Venerdì 10 Aprile: Opening (su Invito)

Sabato 11 Aprile: 11.00 – 21.00

Domenica 12 Aprile: 11.00 – 20.00

Lunedì 13 Aprile: 11.00 – 19.00

The Mall - Porta Nuova Varesine Piazza Lina Bo Bardi, 1, Milano Viale della Liberazione / ang. Via Galileo Galilei




--
www.CorrieredelWeb.it

mercoledì 18 marzo 2015

Rollei fa rivivere il glorioso marchio Rolleiflex.

Rollei fa rivivere il glorioso marchio Rolleiflex: qualità e flessibilità per i professionisti delle riprese foto e video con la gabbia Rolleiflex 4K Cage.


Amburgo, 18 Marzo 2015 – Rolleiflex, il marchio che ha fatto la storia della fotografia, rivive oggi con l'introduzione della Rolleiflex 4K Cage, una gabbia per fotocamere e videocamere digitali, stabile e flessibile. Il prodotto è compatibile con i modelli Sony Alpha A7 / A7S / A7II / A7R, Panasonic GH4 / GH3 e con la videocamera Blackmagic Design Pocket Cinema.
La gabbia, specificamente progettata per le applicazioni più impegnative, dispone di numerosi innesti a vite da ¼ di pollice per l'accoppiamento con altri accessori, come bracci articolati per monitor, luci o microfoni: in questo modo i vari elementi possono essere collegati e formare un unico sistema facilmente gestibile. In considerazione della qualità particolarmente elevata di questo prodotto, Rollei ha deciso di far tornare sul mercato, dopo molti anni, il glorioso marchio Rolleiflex.

L'impugnatura regolabile inclusa offre maggiore flessibilità di utilizzo e consente riprese rasoterra. La gabbia ha un peso di 1230 grammi e il telaio interno è largo 135-155 mm e alto 135 mm.

"Con Rolleiflex 4K Cage vogliamo dimostrare il nostro impegno nel fornire prodotti di altissima qualità: questo è il motivo per cui abbiamo deciso di far rivivere il marchio Rolleiflex . La nuova gabbia è adatta sia per operatori professionali che per utenti amatoriali esigenti, offrendo elevatissimi standard qualitativi, come è giusto aspettarsi da un marchio di prestigio", ha dichiarato Thomas Güttler, Amministratore Delegato di Rollei.

La Rolleiflex 4K Cage sarà disponibile al prezzo di 599,99 € (prezzo al pubblico raccomandato) a partire dalla fine di marzo. I primi esemplari saranno messi all'asta su eBay tra il 23 e il 29 Marzo.

Per ulteriori informazioni, consultare http://www.rollei.com/products/tripods/video-tripods-video-accessories/4k-s-cage,p252124

About Rollei
Fondato nel 1920 in Germania, il produttore di macchine fotografiche Rollei divenne famoso negli anni trenta grazie alla fotocamera reflex biottica Rolleiflex. La popolare, e largamente imitata, fotocamera era nota per l'eccezionale qualità costruttiva ed ebbe un grande impatto sulla fotografia. Per oltre 90 anni Rollei ha reso il mondo della fotografia accessibile a chiunque, aiutando milioni di persone a registrare i propri ricordi. Dal 2009 Rollei vende tecnologie consumer in oltre 20 paesi Europei. Il portafoglio prodotti attuale include tripodi professionali, fotocamere digitali, videocamere, accessori per smartphone e altri prodotti legati a foto e video. Per ulteriori informazioni visitare www.rollei.com  .

martedì 17 marzo 2015

Sony World Photography Awards 2015: annunciato il vincitore del National Award italiano


  • La giuria del più importante concorso fotografico internazionale ha selezionato il National Award nella categoria Open
  • L’autore dello scatto volerà a Londra per partecipare alla cerimonia di gala dei Sony World Photography Awards e la sua fotografia sarà esposta alla Somerset House di Londra dal 24 aprile al 10 maggio prossimi
  • Immagini disponibili per la pubblicazione su press.worldphoto.org
17 marzo: In data odierna, il fotografo italiano Andrea Rossato di Pasian di Prato è stato ufficialmente nominato vincitore del National Award, uno dei riconoscimenti assegnati nell’ambito dei prestigiosi Sony World Photography Awards 2015.
L’immagine di Rossato, “Industrial Geometries”, si è distinta fra tutte le proposte inviate dai fotografi italiani nelle dieci categorie Open dell’ultima edizione del concorso, che si conferma ancora una volta il più importante del panorama internazionale.
Impiegato presso la scuola secondaria professionale Civiform, Rossato si è accostato al mondo della fotografia nel 2011; la sua passione gli è valsa una fotocamera Sony ɑ7 e la possibilità di partecipare alla cerimonia di gala dei Sony World Photography Awards 2015, che si terrà il prossimo 23 aprile nella capitale britannica. Inoltre, la sua foto avrà l’onore di essere esposta presso la mostra del concorso, allestita come di consueto alla Somerset House di Londra dal 24 aprile al 10 maggio.
Il vincitore ha commentato così la notizia: “Non ci volevo credere. Chissà quante straordinarie opere sono state inviate! Il livello della competizione è altissimo e posso solo dire grazie a chi ha apprezzato il mio lavoro. Sono orgoglioso di questo traguardo, indipendentemente dal compenso.” E a proposito dell’immagine racconta: “L’ho scattata senza cavalletto, nella tarda mattinata del 1° novembre 2014 a Martignacco (UD). Prima di procedere, mi sono limitato a calibrare messa a fuoco, esposizione, bilanciamento del bianco, contrasto e correzione della distorsione dell’obiettivo. Le impostazioni sono 38 mm, F10, ISO 100, 1/400 secondi”. Alle sue spalle sul podio sono invece saliti: 2° posto – Pierumberto Pampanin 3° posto – Mirko Boni
In contemporanea con l’Italia, sono stati annunciati anche gli altri 53 National Award. Il programma National Awards premia la migliore immagine inviata da ciascun Paese ed è aperto a fotografi di qualsiasi formazione e parte del mondo, dall’Argentina all’Australia. Le immagini vincitrici di questa fase del concorso sono pubblicate sul sito www.worldphoto.org.
Le immagini per la pubblicazione possono essere scaricate da press.worldphoto.org
Jill Cotton, Senior Press Manager, World Photography Organisation +44 (0) 20 7886 3043/ jill@worldphoto.org
Sony Corporation
Sony Corporation è un’azienda leader nella produzione di apparecchiature audio, video, game e di Information & Communications Technology destinate al mercato consumer, alle aziende e ai professionisti. Grazie alle divisioni musica, cinema, computer entertainment e online, Sony  si posiziona a pieno titolo quale azienda di elettronica e di intrattenimento leader a livello mondiale. Sony ha registrato un fatturato consolidato di circa 75 miliardi di dollari nell’anno fiscale chiuso al 31 marzo 2014.
Per ulteriori informazioni relative a Sony è possibile visitare il sito http://www.sony.net.
www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana. Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001. L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume. Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto. Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common. Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista indirizzo skype: apietrarota

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI