Cerca nel blog

mercoledì 30 aprile 2014

A REGGIO EMILIA LA NONA EDIZIONE DI FOTOGRAFIA EUROPEA



Fotografia Europea 2014

VEDERE

UNO SGUARDO INFINITO

 

Mostre, installazioni, conferenze, incontri, workshop, proiezioni, spettacoli.

Le giornate inaugurali (2 - 4 maggio 2014) aprono la nona edizione di Fotografia Europea, dedicata alla "visione": dalla lezione di Luigi Ghirri alla moderna società dell'immagine

 

Le mostre proseguono fino a domenica 15 giugno

 

Inaugurazione venerdì 2 maggio ore 18 Chiostri di San Pietro

 

Con le giornate inaugurali, dal 2 al 4 maggio 2014, prende il via la nona edizione di Fotografia Europea. Promosso dal Comune di Reggio Emilia e ormai punto di riferimento nel panorama nazionale e internazionale delle manifestazioni dedicate alla fotografia, quest'anno il festival propone come filo conduttore la riflessione sullo sguardo, prendendo spunto dalla lezione del maestro Luigi Ghirri e sviluppandosi attraverso un articolato programma di mostre e installazioni.

 

Le immagini di Ghirri hanno fatto scuola: suddivise in Icone, Paesaggi e Architetture vengono ora raccolte e presentate in una eccezionale retrospettiva ai Chiostri di San Pietro a Reggio Emilia. Trecento scatti che testimoniano la forza e l'attualità del suo Pensare per immagini (titolo della mostra) e una ricca selezione di cartoline, libri, riviste e dischi che ne ricordano il ruolo di illuminato animatore culturale degli anni Settanta e Ottanta del Novecento.

 

L'esposizione dedicata all'artista emiliano, scomparso nel 1992, è il faro della nona edizione del festival: la luce che accende e guida un percorso di ricerca nel quale le immagini non si limitano a provocare dei pensieri, ma li evidenziano in tutta la loro autonomia.

Al pubblico di Fotografia Europea viene offerta la possibilità di affrontare questo cammino seguendo un ventaglio di possibili focus tematici: dall'approfondimento sul ruolo del libro fotografico (le mostre Senza meta. Il libro come pensiero fotografico e Divine Violence di Adam Broomberg e Oliver Chanarin) al dipanarsi dell'elemento surrealista nella fotografia (Illusionismo surreale sulle cartoline fotografiche del primo Novecento, la personale dedicata alla fotografa di moda francese Sarah Moon, gli sguardi alternativi di Silvia Camporesi, Paolo Simonazzi e Andrea Ferrari), dalle esposizioni focalizzate sulla visione del presente e nel presente (Simone Bergantini e Massimiliano Tommaso Rezza) per arrivare al tema della perdita del progetto Speciale Diciottoventicinque.

 

Quest'anno la manifestazione si caratterizza per la partecipazione di Magnum Photos, la famosa agenzia fotografica internazionale, protagonista di una serie di iniziative come la grande retrospettiva, presentata per la prima volta a Reggio Emilia  in occasione di Fotografia Europea, di Herbert List, comprendente un centinaio di opere provenienti da Herbert List Estate e la mostra collettiva No Place Like Home, in cui otto fotografi contemporanei della Magnum si confrontano con il tema dell'abitare. Alcuni dei fotografi presenti in mostra saranno protagonisti dei workshop che si terranno durante le giornate inaugurali.

 

Arricchiscono la proposta espositiva del festival l'affascinante ritratto – tra immagine e musica – del percorso artistico dei CCCP Fedeli alla linea e della loro "soubrette" Annarella, la personale dedicata a Erich Lessing su fotografia e industria (a cura del MAST di Bologna) e una selezione di opere dei fotografi che dal 2006 hanno partecipato a Fotografia Europea dando vita alla Collezione, conservata nella Fototeca della Biblioteca Panizzi.


Come sempre, le giornate inaugurali accompagnano il vernissage delle mostre con una serie di incontri, conferenze, workshop, visite guidate alle esposizioni, book signing e spettacoli, in cui gli artisti, i curatori e altri protagonisti del mondo della fotografia, della cultura e dell'arte si confrontano con il pubblico.


Ad animare Piazza San Prospero venerdì 2 maggio sarà la Giovane Fotografia Italiana#03 con una proiezione di immagini dagli archivi GAI accompagnate dal dj set di Daniele Baldelli, il precursore dei dj italiani. La mattina di sabato 3 maggio sarà invece caratterizzata dalla tavola rotonda "Come si inquadrano le immagini. Riflessioni sulla cornice", protagonisti i filosofi Armando Massarenti e Maurizio Ferraris in dialogo con il curatore Riccardo Panattoni (ore 11, Musei Civici Palazzo San Francesco).


Nel pomeriggio (ore 16, Musei Civici Palazzo San Francesco) l'incontro "Alchimie. Il mondo parallelo di Sarah Moon" con la fotografa Sarah Moon e la curatrice Laura Serani coinvolgerà anche la giornalista e photo editor Giovanna Calvenzi. Invece alle ore 18 (Musei Civici Palazzo San Francesco) in occasione della conferenza "Una divina violenza" il curatore Walter Guadagnini e Oliver Chanarin dialogheranno della mostra di Adam Broomberg & Oliver Chanarin legata al tema del conflitto. Alle ore 22, nell'area del Parcheggio ACI di via Secchi, concerto dei Marta sui Tubi, band storica dell'underground rock italiano, applaudita nel 2013 sul palco del Festival di Sanremo.


Le conferenze proseguono domenica 4 maggio, a partire dalle ore 10 (Musei Civici Palazzo San Francesco) con l'appuntamento "Sfogliare. Il libro fotografico" con il curatore Elio Grazioli e i fotografi Valeria Accili, Carlos Cancela Pinto, Piergiorgio Casotti, Amaury Da Cunha, Stefano Graziani, Edward Newton e Eva Vermandel.


Alle ore 12, sempre ai Musei Civici Palazzo San Francesco, si prosegue con "Collezionare fotografie nell'età post-fotografica": Walter Guadagnini storico della fotografia e curatore della Collezione Unicredit di arte contemporanea dialoga con Urs Stahel, direttore della Collezione MAST di Bologna e con Margit Zuckriegl direttrice della Collezione Nazionale di Fotografia Museum der Moderne Rupertinum di Salisburgo e Collezione Fotografis di Bank Austria.


Alle 16 (Musei Civici Palazzo San Francesco) in occasione della conferenza "La fotografia per la memoria. Gli archivi fotografici patrimonio della contemporaneità" la giornalista e photo editor Giovanna Calvenzi dialogherà con la responsabile della Fototeca Biblioteca Panizzi Laura Gasparini e la storica della fotografia Maria Antonella Pelizzari coordinate dalla giornalista e photo editor Renata Ferri (in collaborazione con Premio Tempo Ritrovato. Fotografie da non perdere che propone a Reggio Emilia la mostra Archivio Federico Garolla vincitore della prima edizione del premio). Il libro Annarella Benemerita Soubrette CCCP Fedeli alla Linea (Quodlibet, 2014) sarà al centro dell'incontro con gli autori Annarella Giudici, Giovanni Lindo Ferretti e Rossana Tagliati, lo scrittore e critico letterario Marco Belpoliti e lo psichiatra e scrittore Benedetto Valdesalici e gli ospiti d'eccezione Danilo Fatur e Massimo Zamboni (ore 18, Spazio Gerra). Alle ore 20 ai Musei Civici è in programma la presentazione del libro Cose ritrovate (Marsilio, 2014) con il fotografo Paolo Simonazzi, lo scrittore Ermanno Cavazzoni, lo storico e critico della fotografia Denis Curti e l'attore Ivano Marescotti, coordinati dal direttore dell'Agenzia informazione e comunicazione della Regione Emilia Romagna Roberto Franchini.

 

La scelta della location per molte conferenze ha un significato particolare. Uno dei momenti speciali di Fotografia Europea 2014 sarà infatti l'inaugurazione del  Palazzo dei Musei,  oggetto di un intervento di ristrutturazione firmato dall'architetto Italo Rota, che mette in dialogo le collezioni storiche con i nuovi linguaggi e temi della contemporaneità. In occasione dell'inaugurazione dei nuovi allestimenti della sede museale verrà esposta l'opera "Alfabeto" di Claudio Parmiggiani, creata dall'artista nel 1973 con la collaborazione di Luigi Ghirri che scattò le 21 diapositive che ne costituiscono il corpus fotografico. L'opera trae spunto proprio dalle collezioni dei Musei Civici di Reggio Emilia per creare un cosmo-museo, un alfabeto visivo per gli occhi.


Nei suoi lavori sono presenti immagini della storia dell'arte ben lontane dal concetto di citazione; perché a Parmiggiani interessa "il frammento inteso come reliquia, come emblema, come lettera di alfabeti perduti e parola sottratte alla distruzione." Il weekend delle giornate inaugurali coinvolgerà comunque l'intero territorio di Reggio Emilia e della provincia, anche attraverso gli appuntamenti del circuito Off, il programma alternativo di mostre, progetti e installazioni. Tra le tante iniziative ormai consolidate del festival, si rinnovano nel 2014 il progetto Giovane Fotografia Italiana#03 (curato da Daniele De Luigi in collaborazione con GAI – Associazione Circuito Giovani Artisti Italiani e Circulation(s) Festival de la Jeune Photographie Européenne al Teatro Valli) e le letture internazionali di Portfolio Europa (curate da Gigliola Foschi alla Biblioteca Panizzi). 

 

Sono confermate anche tutte le storiche location cittadine del Festival: Chiostri di San Pietro, Chiostri di San Domenico, Palazzo Casotti, Galleria Parmeggiani, Spazio Gerra, Sinagoga, Musei Civici, Biblioteca Panizzi.

 

Fotografia Europea è organizzata dal Comune di Reggio Emilia con l'apporto di numerosi curatori. Oltre alle partecipazioni di Elio Grazioli, Walter Guadagnini, Marinella Paderni, Laura Serani, quest'anno si aggiungono Denis Curti, Peer-Olaf Richter, Harri Kalha, Laura Gasparini, Francesca Fabiani, Giuliano Sergio, Daniele De Luigi, Urs Stahel, 3/3 (Chiara Capodici e Fiorenza Pinna) Francesco Zanot.


Il fotografo George Tatge a Todifiorita 2014 con un incontro


INCONTRO CON

IL FOTOGRAFO GEORGE TATGE

A TODIFIORITA 2014

 

Nell'ambito della settima edizione della mostra mercato di florovivaismo specializzato "TODIFIORITA" che si terrà il 23, 24 e 25 Maggio 2014 a Todi, sabato 24 maggio, alle ore 16, presso il Palazzo del Vignola, si terrà un incontro, ad ingresso libero, con il fotografo George Tatge dal titolo "L'identità nel paesaggio".

 

A proposito dell'appuntamento tuderte, Tatge dichiara:

"Partendo dalla parola stessa "Paesaggio", esaminerò come questo concetto sia legato alla figura dell'uomo, alla sua storia e alla sua cultura.


Ricorderò la Convenzione Europea sul Paesaggio, firmata a Firenze nel 2000, che sancisce l'importanza del paesaggio e che, per la prima volta (in termini ufficiali) lega il paesaggio al concetto dell'Identità dell'Uomo, accrescendo ancora di più il suo preziosissimo valore. Ma ampliando il concetto per includere anche le nostre città e i nostri paesi, cioè, i paesaggi urbani. 

La convenzione introduce un altro importantissimo concetto, quello della Quotidianità. Un invito a considerare valevoli di tutela non soltanto i parchi nazionali e i monumenti del nostro patrimonio artistico, ma a riconoscere che "il paesaggio è in ogni luogo un elemento importante della qualità della vita delle popolazioni".


La fotografia si è sempre, dall'inizio, occupata del paesaggio. Ma è soltanto a partire dagli anni '80 del '900 che la fotografia si è occupata di puntare l'attenzione sui luoghi quotidiani e non solo ai luoghi di qualità.


In America a scaturire la svolta è stato il lavoro del FSA (Farm Security Administration) con fotografi come Walker Evans e Dorothea Lange. Poi, il lavoro di Paul Strand che, venendo in Italia negli anni '50, ha lavorato con lo scrittore Cesare Zavattini su "Un Paese", Luzzara, nella pianura padana. 


Il nome di Zavattini ci rimanda all'influenza dei letterati e dei registi del Neorealismo sui fotografi di paesaggio italiano.  Che, a loro volta, sono stati ispirati, come ha scritto Federico Zeri nel saggio "La percezione visiva dell'Italia e degli italiani", dai Macchiaioli e dai pittori realisti, come Sironi e Rosai.


Io sono stato ormai storicizzato come facente parte della scuola dei "fotografi italiani del paesaggio" e quindi intendo mostrare come all'interno del mio lavoro il concetto di identità sia inscindibile.


Quindi, oltre a mostrare illustrazioni che accompagnano le idee descritte sopra, mostrerò esempi del mio lavoro di paesaggio, sia naturale che (in misura minore) urbano. 

Una parte dell'incontro sarà dedicato anche alla mia ricerca sugli orti". 

 

George Tatge è nato a Istanbul nel 1951 da madre italiana e padre americano. Ha trascorso l'adolescenza tra l'Europa ed il Medio Oriente prima di trasferirsi negli Stati Uniti.  Laureato in letteratura inglese, cominciò a studiare la fotografia con l'ungherese Michael Simon. Si trasferì in Italia nel 1973, lavorando prima a Roma come giornalista e quindi a Todi, dove ha scelto di vivere per dodici anni, scrivendo per Art Forum ed altre testate giornalistiche, portando avanti le sue ricerche fotografiche.

La sua prima mostra in Italia è stata alla Galleria Il Diaframma di Milano nel 1973. Il primo libro "Perugia terra vecchia terra nuova" uscì nel 1981. Da allora ha presentato mostre in America e in Europa e le sue opere fanno parte di collezioni presso: Metropolitan Museum di New York, George Eastman House di Rochester, Houston Museum of Fine Arts, Centre Canadien d'Architecture a Montreal, Helmut Gernsheim Collection a Mannheim e Maison Européenne de la Photographie di Parigi.

Dal 1986 al 2003 è stato dirigente tecnico-fotografico della Fratelli Alinari di Firenze, per la quale ha condotto campagne fotografiche su tutto il territorio italiano pubblicate in numerosi volumi.

Tra le mostre più importanti: The American Academy a Roma nel 1981 (personale), MASP di Sao Paulo, Brasile nel 1988 (personale), Biennale di Venezia nel 1995, Museo Peggy Guggenheim di Venezia nel 2005, Reiss-Engelhorn Museum a Mannheim nel 2003, The George Eastman House a Rochester nel 2004, MAXXI di Roma nel 2007. La sua personale "Presenze - Paesaggi italiani"  aprì a Villa Bardini di Firenze nel 2008 e da allora è stata al CAMEC di La Spezia, al Museo di Trastevere a Roma, a Palazzo Gopcevic di Trieste e alla Rocca Paolina di Perugia nel 2010.

Nel 2010, gli è stato assegnato il Premio Friuli Venezia Giulia per la Fotografia.

Vive a Firenze.

 

Todifiorita, che si svolgerà negli spazi più significativi e scenografici della città, è un progetto dell'Associazione Verdetodi in collaborazione con l'Assessorato alla Cultura del Comune di Todi.

 

Nei tre giorni della manifestazione, il centro storico di Todi sarà particolarmente attraente per i multicolori allestimenti floreali, che decoreranno le scalinate del Duomo, dei Palazzi Comunali, del Sagrato di San Fortunato, creando particolari suggestioni a tutti i visitatori.

 

Piazza del Popolo, Piazza Garibaldi, i Portici e Voltoni dei Palazzi Comunali, lo Spazio sottostante la Scalinata di San Fortunato, i Giardini Oberdan e il Caffè del Teatro ospiteranno le "eccellenze" tra i vivaisti e collezionisti di fiori e piante con il meglio delle loro produzioni ed altri espositori con originali prodotti attorno al mondo del giardinaggio e della country life.

 

Per la prima volta, a Todifiorita, sarà realizzato in Piazza Garibaldi uno spazio dedicato all'ORTICOLTURA, dove saranno allestite varie tipologie di "orti ornamentali" e presentato un "orto terapeutico" fruibile anche da persone con mobilità ridotta; saranno a disposizione prove pratiche per i visitatori della manifestazione.

 

L'inaugurazione ufficiale di Todifiorita si terrà venerdì 23 maggio, alle ore 16, presso la Sala del Consiglio dei Palazzi Comunali.

 

Oltre la mostra mercato, la manifestazione offre incontri, visite guidate, iniziative con le scuole e musica.

 

www.todifiorita.it

 

Informazioni al pubblico:

UFFICIO INFORMAZIONI E ACCOGLIENZA TURISTICA DEL COMPRENSORIO TUDERTE
Piazza del Popolo, 38/39 - 06059 Todi (Pg)   *    Tel. 075 8956227 - 8942526 - 8945416


martedì 29 aprile 2014

ITALIAN PERSPECTIVES Mostra Fotografica di Claudio Longo Bifano, Lorenzo Colantoni, Marco Barretta 8/11 maggio


ITALIAN PERSPECTIVES
Mostra Fotografica
di Claudio Longo Bifano, Lorenzo Colantoni, Marco Barretta

8/11 Maggio 2014
Via del Moro 49
Trastevere

La chioma alta dei pini tra ville romane e boschi canadesi, i giochi di luce tra il Pincio e il Cairo, le serrature, i dettagli e i colori italiani. Italian Perspectives è il racconto/confronto di tre fotografi italiani sulla loro realtà quotidiana e le diverse prospettive.
Le loro opere sono esposte dall'8 all'11 maggio in un suggestivo locale di Trastevere a Roma in via Del Moro 49. Con Italian Perspectives, Claudio Longo Bifano, Lorenzo Colantoni e Marco Barretta descrivono gli istanti qualsiasi dei loro viaggi e della loro vita quotidiana tramite tecniche fotografiche e di stampa a volte non convenzionali, dal gel acrilico allo stile del dipinto ad olio.
Claudio Longo Bifano con le sue immagini Racconta storie. Grazie all'accostamento di quattro pannelli/creazioni a tema comune permetterà al visitatore di cogliere il filo conduttore delle quattro opere in un gioco di analisi/invenzione/percezione al fine di scambiare il proprio ruolo con quello del fotografo.
Lorenzo Colantoni espone Le Foreste d'Invenzione, foto che raccontano le architetture impossibili dei boschi tramite l'emulsion lift, un processo che consiste nel catturare l'inchiostro con un gel e trasferire la foto su un'altra superficie, dissolvendo la carta su cui è stata stampata.
L'idea è di ritrarre la doppia creazione, quella della natura e quella dell'uomo, che reinterpreta e ricrea secondo il proprio di vista. L'uomo trasforma così quello che la natura ha creato come rami, foglie e tronchi, usando la propria immaginazione per farli diventare ponti, mosaici, fregi e labirinti.
Marco Barretta espone il Vento. Un percorso nato nel cambiamento, e che trova il suo essere nelle parole del Gabbiano Jonathan Livingston. Un percorso di viaggio, dove ogni foto scattata ha in sé storie di terre lontane, sguardi, emozioni, che prendono il volo, giocano con l'immagine e la fantasia. Vento è cambiamento: siete disposti a perdervi?

ITALIAN PERSPECTIVES
Mostra Fotografica
di Lorenzo Colantoni, Claudio Longo Bifano, Marco Barretta
8/11 Maggio 2014
Via del Moro 49, Trastevere (Roma)

FESTIVAL DELLA FOTOGRAFIA EUROPEA 2014





aMAZElab partecipa nella splendida cornice della Ghirba (Biosteria della Gabella) dove verranno esposti e premiati gli scatti vincitori del concorso fotografico 'Obiettivo Aiuto', indetto dall'organizzazione MelpYOU.

Sarà inoltre realizzato l'evento più innovativo del Festival: via Roma, nel centro della città, sarà trasformata in una grande installazione fotografica urbana, all'interno di negozi, negli ingressi di condomini, nei cortili e in spazi inediti della città.

Sabato 3 Maggio 2014, ore 17.00 
via Roma 76, Reggio Emilia

lunedì 28 aprile 2014

NIKON SCHOOL: tour fotografico al Parco La Torbiera (No) il 10 Maggio


NIKON SCHOOL:
tour fotografico al Parco La Torbiera il 10 Maggio
Nikon School continua a sostenere la cultura fotografica promuovendo un altro tour al Parco Faunistico La Torbiera (No).
Sabato 10 maggio Claudia Rocchini, fotogiornalista e docente Nikon School, illustrerà le basi della ripresa fotografica naturalistica nel corso di una giornata pensata per i principianti della fotografia della natura, ma che già conoscono il funzionamento del proprio corredo fotografico.

Programma del tour:
Ore 09.45: Ritrovo partecipanti di fronte all'ingresso del Parco. Giro di tavolo, consegna gadget e illustrazione Tour.
Ore 10.00: Ingresso e inizio Tour.
Ore 10.15/10.45: Primo pasto dei pellicani ricci. Il gruppo si dirigerà sulle rive della torbiera, posizionandosi in un punto con ampia visibilità dove verrà lasciato il pesce per i pellicani ricci che giungeranno in volo planando a pochi metri dalla riva con spettacolari evoluzioni. Condizioni di ripresa con sole alle spalle. Nella torbiera sono presenti anche cormorani, aironi cenerini, cicogne e anatidi vari.
Ore 10.45/12.30: Grandi felini. Percorrendo le rive della torbiera, trasferimento verso l'area che ospita i grandi felini, molti dei quali in via di estinzione, oggetto di programmi di allevamento e reintroduzione in natura. Sarà possibile fotografare 4 esemplari di leopardo dell'Amur, 2 di leopardi delle nevi, le tigri siberiane, i leopardi nebulosi, i ghepardi, l'ocelot, il gatto Manul.
Ore 12.30/14.00: Pausa pranzo presso il ristorante.
Ore 14.00/15.00: Riprese dei pasti degli animali. Costeggiando le rive della torbiera il gruppo si dirigerà verso le aree che ospitano il panda minore (2 esemplari adulti, un cucciolo), il binturong, le lontre nane che sarà possibile fotografare durante il pasto. Durante il percorso anche nandù, tapiro, cervo pudu, tamarini, anatidi e la voliera dei cacatua.
Ore 15.00/16.00: Riprese lupi e daini. Trasferimento presso l'area dove sarà possibile riprendere un ampio gruppo di daini in libertà, tra cui molti cuccioli. Sul percorso anche i cervi delle Filippine, capra markhor, il crisocione, il gatto selvatico e i gibboni. Proseguendo, sarà possibile fotografare un branco di lupi (8 esemplari).
Ore 16.00/17.00: Secondo pasto dei pellicani ricci. Si tornerà sulle rive della torbiera per assistere al secondo pasto della giornata dei pellicani ricci. Condizioni di ripresa in controsole.
Ore 17.00/17.30: Chiusura Tour.
Il tour fotografico a La Torbiera è solo uno dei numerosi incontri previsti all'interno del programma Nikon School, l'innovativo progetto che Nital ha pensato per tutti gli appassionati che desiderano conoscere e apprezzare il mondo della fotografia.

martedì 22 aprile 2014

Fotografia europea 2014 (2/4 maggio - Reggio Emilia)


Fotografia Europea 2014
VEDERE
UNO SGUARDO INFINITO

Mostre, installazioni, conferenze, incontri, workshop, proiezioni, spettacoli.
Le giornate inaugurali (2 - 4 maggio 2014) aprono la nona edizione di Fotografia Europea, dedicata alla "visione": dalla lezione di Luigi Ghirri alla moderna società dell'immagine

Le mostre proseguono fino a domenica 15 giugno

Preview per la stampa martedì 29 aprile ore 11 da Palazzo Casotti
Inaugurazione venerdì 2 maggio ore 18 Chiostri di San Pietro

Con le giornate inaugurali, dal 2 al 4 maggio 2014, prende il via la nona edizione di Fotografia Europea. Promosso dal Comune di Reggio Emilia e ormai punto di riferimento nel panorama nazionale e internazionale delle manifestazioni dedicate alla fotografia, quest'anno il festival propone come filo conduttore la riflessione sullo sguardo, prendendo spunto dalla lezione del maestro Luigi Ghirri e sviluppandosi attraverso un articolato programma di mostre e installazioni.

Le immagini di Ghirri hanno fatto scuola: suddivise in Icone, Paesaggi e Architetture vengono ora raccolte e presentate in una eccezionale retrospettiva ai Chiostri di San Pietro a Reggio Emilia. Trecento scatti che testimoniano la forza e l'attualità del suo Pensare per immagini (titolo della mostra) e una ricca selezione di cartoline, libri, riviste e dischi che ne ricordano il ruolo di illuminato animatore culturale degli anni Settanta e Ottanta del Novecento.

L'esposizione dedicata all'artista emiliano, scomparso nel 1992, è il faro della nona edizione del festival: la luce che accende e guida un percorso di ricerca nel quale le immagini non si limitano a provocare dei pensieri, ma li evidenziano in tutta la loro autonomia. Al pubblico di Fotografia Europea viene offerta la possibilità di affrontare questo cammino seguendo un ventaglio di possibili focus tematici: dall'approfondimento sul ruolo del libro fotografico (le mostre Senza meta. Il libro come pensiero fotografico e Divine Violence di Adam Broomberg e Oliver Chanarin) al dipanarsi dell'elemento surrealista nella fotografia (Illusionismo surreale sulle cartoline fotografiche del primo Novecento, la personale dedicata alla fotografa di moda francese Sarah Moon, gli sguardi alternativi di Silvia Camporesi, Paolo Simonazzi e Andrea Ferrari), dalle esposizioni focalizzate sulla visione del presente e nel presente (Simone Bergantini e Massimiliano Tommaso Rezza) per arrivare al tema della perdita del progetto Speciale Diciottoventicinque.

Quest'anno la manifestazione si caratterizza per la partecipazione di Magnum Photos, la famosa agenzia fotografica internazionale, protagonista di una serie di iniziative come la grande retrospettiva, presentata per la prima volta a Reggio Emilia  in occasione di Fotografia Europea, di Herbert List, comprendente un centinaio di opere provenienti da Herbert List Estate e la mostra collettiva No Place Like Home, in cui otto fotografi contemporanei della Magnum si confrontano con il tema dell'abitare. Alcuni dei fotografi presenti in mostra saranno protagonisti dei workshop che si terranno durante le giornate inaugurali.

Arricchiscono la proposta espositiva del festival l'affascinante ritratto – tra immagine e musica – del percorso artistico dei CCCP Fedeli alla linea e della loro "soubrette" Annarella, la personale dedicata a Erich Lessing su fotografia e industria (a cura del MAST di Bologna) e una selezione di opere dei fotografi che dal 2006 hanno partecipato a Fotografia Europea dando vita alla Collezione, conservata nella Fototeca della Biblioteca Panizzi.

Come sempre, le giornate inaugurali accompagnano il vernissage delle mostre con una serie di incontri, conferenze, workshop, visite guidate alle esposizioni, book signing e spettacoli, in cui gli artisti, i curatori e altri protagonisti del mondo della fotografia, della cultura e dell'arte si confrontano con il pubblico. Ad animare Piazza San Prospero venerdì 2 maggio sarà la Giovane Fotografia Italiana#03 con una proiezione di immagini dagli archivi GAI accompagnate dal dj set di Daniele Baldelli, il precursore dei dj italiani. La mattina di sabato 3 maggio sarà invece caratterizzata dalla tavola rotonda "Come si inquadrano le immagini. Riflessioni sulla cornice", protagonisti i filosofi Armando Massarenti e Maurizio Ferraris, in dialogo con il curatore Riccardo Panattoni (ore 11, Musei Civici Palazzo San Francesco). Nel pomeriggio (ore 16, Musei Civici Palazzo San Francesco) l'incontro "Alchimie. Il mondo parallelo di Sarah Moon" con la fotografa Sarah Moon e la curatrice Laura Serani coinvolgerà anche la giornalista e photo editor Giovanna Calvenzi. Alle ore 18 (Musei Civici Palazzo San Francesco) invece in occasione della conferenza "Una divina violenza" il curatore Walter Guadagnini e Oliver Chanarin dialogheranno della mostra di Adam Broomberg & Oliver Chanarin legata al tema del conflitto. Alle ore 22, nell'area del Parcheggio ACI di via Secchi, concerto dei Marta sui Tubi, band storica dell'underground rock italiano, applaudita nel 2013 sul palco del Festival di Sanremo. Le conferenze proseguono domenica 4 maggio, a partire dalle ore 10 (Musei Civici Palazzo San Francesco) con l'appuntamento "Sfogliare. Il libro fotografico" con il curatore Elio Grazioli e i fotografi Valeria Accili, Carlos Cancela Pinto, Piergiorgio Casotti, Amaury Da Cunha, Stefano Graziani, Edward Newton e Eva Vermandel. Alle ore 12, sempre ai Musei Civici Palazzo San Francesco, si prosegue con "Collezionare fotografie nell'età post-fotografica": Walter Guadagnini storico della fotografia e curatore della Collezione Unicredit di arte contemporanea dialoga con Urs Stahel, direttore della Collezione MAST di Bologna e con Margit Zuckriegl direttrice della Collezione Nazionale di Fotografia Museum der Moderne Rupertinum di Salisburgo e Collezione Fotografis di Bank Austria. Alle 16 (Musei Civici Palazzo San Francesco) in occasione della conferenza "La fotografia per la memoria. Gli archivi fotografici patrimonio della contemporaneità" la giornalista e photo editor Giovanna Calvenzi dialogherà con la responsabile della Fototeca Biblioteca Panizzi Laura Gasparini e la storica della fotografia Maria Antonella Pelizzari coordinate dalla giornalista e photo editor Renata Ferri (in collaborazione con Premio Tempo Ritrovato. Fotografie da non perdere che propone a Reggio Emilia la mostra Archivio Federico Garolla vincitore della prima edizione del premio). Il libro Annarella Benemerita Soubrette CCCP Fedeli alla Linea (Quodlibet, 2014) sarà al centro dell'incontro con gli autori Annarella Giudici, Giovanni Lindo Ferretti e Rossana Tagliati, lo scrittore e critico letterario Marco Belpoliti e lo psichiatra e scrittore Benedetto Valdesalici e gli ospiti d'eccezione Danilo Fatur e Massimo Zamboni (ore 18, Spazio Gerra). Alle ore 20 ai Musei Civici è in programma la presentazione del libro Cose ritrovate (Marsilio, 2014) con il fotografo Paolo Simonazzi, lo scrittore Ermanno Cavazzoni, lo storico e critico della fotografia Denis Curti e l'attore Ivano Marescotti, coordinati dal direttore dell'Agenzia informazione e comunicazione della Regione Emilia Romagna Roberto Franchini.

La scelta della location per molte conferenze ha un significato particolare. Uno dei momenti speciali di Fotografia Europea 2014 sarà infatti l'inaugurazione del  Palazzo dei Musei,  oggetto di un intervento di ristrutturazione firmato dall'architetto Italo Rota, che mette in dialogo le collezioni storiche con i nuovi linguaggi e temi della contemporaneità. In occasione dell'inaugurazione dei nuovi allestimenti della sede museale verrà esposta l'opera "Alfabeto" di Claudio Parmiggiani, creata dall'artista nel 1973 con la collaborazione di Luigi Ghirri che scattò le 21 diapositive che ne costituiscono il corpus fotografico. L'opera trae spunto proprio dalle collezioni dei Musei Civici di Reggio Emilia per creare un cosmo-museo, un alfabeto visivo per gli occhi. Nei suoi lavori sono presenti immagini della storia dell'arte ben lontane dal concetto di citazione; perché a Parmiggiani interessa "il frammento inteso come reliquia, come emblema, come lettera di alfabeti perduti e parola sottratte alla distruzione." Il weekend delle giornate inaugurali coinvolgerà comunque l'intero territorio di Reggio Emilia e della provincia, anche attraverso gli appuntamenti del circuito Off, il programma alternativo di mostre, progetti e installazioni. Tra le tante iniziative ormai consolidate del festival, si rinnovano nel 2014 il progetto Giovane Fotografia Italiana#03 (curato da Daniele De Luigi in collaborazione con GAI – Associazione Circuito Giovani Artisti Italiani e Circulation(s) Festival de la Jeune Photographie Européenne al Teatro Valli), le letture internazionali di Portfolio Europa (curate da Gigliola Foschi alla Biblioteca Panizzi). 

Sono confermate anche tutte le storiche location cittadine del Festival: Chiostri di San Pietro, Chiostri di San Domenico, Palazzo Casotti, Galleria Parmeggiani, Spazio Gerra, Sinagoga, Musei Civici, Biblioteca Panizzi.

Fotografia Europea è organizzata dal Comune di Reggio Emilia con l'apporto di numerosi curatori. Oltre alle partecipazioni di Elio Grazioli, Walter Guadagnini, Marinella Paderni, Laura Serani, quest'anno si aggiungono Denis Curti, Peer-Olaf Richter, Harri Kalha, Laura Gasparini, Francesca Fabiani, Giuliano Sergio, Daniele De Luigi, Urs Stahel, 3/3 (Chiara Capodici e Fiorenza Pinna) Francesco Zanot.







sabato 19 aprile 2014

Museo MAXXI di roma, 22 aprile ore 11 - Earth day Italia inaugura la mostra fotografica "Cambiamo Clima!"






Earth Day Italia 2014: mostra fotografica "Cambiamo clima!"

Roma, MAXXI - Museo per le arti contemporanee del XXI secolo - 22 aprile 2014
Nella ricorrenza della 44ma Giornata della Terra, si inaugura la mostra fotografica che racconta gli "Eroi della Terra" 


L'arte come strumento di riflessione sulla rivoluzione sociale necessaria per tornare a vivere in armonia con l'Ambiente e riportare l'Economia al servizio del bene comune. Quest'anno Earth Day Italia - partner italiano dell'Earth Day Network - sceglie la fotografia come veicolo privilegiato per stimolare il cambiamento.


La ricorrenza della 44ma Giornata della Terra – il prossimo 22 aprile alle ore 11- sarà occasione per presentare a Roma, presso il MAXXI - Museo per le arti contemporanee del XXI secolo e assieme a testimonial per la Terra del mondo dello spettacolo, della cultura e dello sport –, la mostra fotografica "Cambiamo Clima", organizzata da Earth Day Italia e Shoot4Change, in  partnership con Banca Mondiale.


Un gruppo di imprenditori agricoli romani che scommette sul rispetto del territorio e delle stagioni. Una squadra di giovani designer milanesi che fa del riuso la sua leva creativa. Un comune friulano che sceglie di rifornire i suoi cittadini con energia ricavata dai "rifiuti" naturali delle foreste. Un centro cittadino siciliano che recupera le asine dalla propria tradizione per avviare una vincente raccolta dei rifiuti porta a porta. I custodi della discarica di Giugliano in Campania – epicentro della Terra dei Fuochi - che, nonostante le difficoltà e i veleni, non abbandonano il loro impegno di angeli custodi dell'ambiente. Questi sono soltanto alcuni dei protagonisti dei venti reportage fotografici nei cui scatti grandi fotografi italiani di fama internazionale e fotografi della rete di Shoot4Change raccontano gli "Eroi della Terra".


Earth Day Italia sceglie i ritratti di cittadini che si incontrano per mobilitarsi, persone semplici, imprenditori, pionieri del cambiamento in armonia con l'ambiente, modelli di ispirazione creativa e poeti dell'innovazione sociale e ambientale. Parte da loro per lanciare nel Giorno della Terra una chiamata alla partecipazione collettiva al grido di "Cambiamo Clima!".


La mostra fotografica sarà poi donata dia Earth Day Italia alla città di Roma e in modo particolare alle sue periferie. Dopo l'esposizione al MAXXI (dal 22 al 29 aprile), le fotografie verranno spostate sul Gianicolo, in Piazza Garibaldi, dall'1 all'11 maggio, per poi essere trasferita in mostra permanente presso il Centro Elsa Morante, centro culturale di eccellenza della Periferia Romana.


Tra le foto esposte, scatti di: Massimo Vitali, Toni Thorimbert, Gianni Berengo Gardin, Francesco Zizola, Riccardo Venturi, Giovanni Gastel, Settimio Benedusi, Pippo Onorati.

Con il patrocinio di: CNI UNESCO, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero dell'Ambiente, Regione Lazio, Consiglio Regionale del Lazio, Provincia di Roma, Assessorato alla Cultura Creatività e Promozione Artistica- Roma Capitale, EXPO 2015


Il progetto è stato realizzato in collaborazione con Engineering

Si ringraziano Kyoto Club e Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile
Twitter: @EarthDayItalia  Facebook: www.facebook.com/EarthDayIta



Earth Day Italia ® ONLUS

Sede Operativa: 00182 Roma, 1 Via San Remo – Sede Legale: 00143 Roma, 20 Via dei Guastatori – C.F. 97743290583

telefono 06.70307240 – fax 06.70397598 – mobile 320.3023979 – info@earthdayitalia.org


mercoledì 16 aprile 2014

Nikon School: Trekking fotografici all'Isola d'Elba dal 21 al 28 aprile


Nikon School sostiene la cultura fotografica promuovendo alcuni trekking fotografici che si terranno all'Isola d'Elba dal 21 al 28 aprile.
Paolo Meitre Libertini, fotografo NPS (Nikon Professional Service) dal 1992 e guida ambientale escursionistica, accompagnerà piccoli gruppi di appassionati di fotografia in trekking della durata di un giorno alla scoperta dell'Isola d'Elba.
Gli Outdoor Photographers Workshop sono esperienze fotografiche dedicate agli appassionati di fotografia di outdoor, di qualsiasi livello, che desiderano ampliare le proprie conoscenze teoriche e pratiche. 
Durante la giornata dell'escursione, si alterneranno esercitazioni pratiche sul campo e lezioni didattiche. Lo scopo è quello di aiutare i partecipanti a trovare una propria visione interpretativa nella fotografia Outdoor.

I workshop approfondiranno le diverse fasi di pianificazione delle uscite; dallo studio dei soggetti e dell'inquadratura, alla programmazione degli itinerari sul territorio. 

Non saranno trascurate le tecniche di base per poter ottenere il meglio dalla propria attrezzatura fotografica.
Di seguito, le escursioni in programma:
Lunedì 21 aprile: Le miniere dell'Innamorata (Capoliveri)
Martedì 22 aprile: Le miniere di Rio Marina
Mercoledì 23 aprile: Elba Ovest
Giovedì 24 aprile: Elba Ovest
Venerdì 25 aprile: Le miniere dell'Innamorata (Capoliveri)
Sabato 26 aprile: Le miniere di Rio Marina
Domenica 27 aprile: Elba Ovest
Lunedì 28 aprile: Elba Ovest

I trekking fotografici all'Isola d'Elba sono solo alcuni dei numerosi workshop e incontri previsti all'interno del programma Nikon School, l'innovativo progetto che Nital ha pensato per tutti gli appassionati che desiderano conoscere e apprezzare il mondo della fotografia.

lunedì 14 aprile 2014

Fotografia Europea 2014. Reggio Emilia 2 - 4 maggio




Fotografia Europea 2014
VEDERE
UNO SGUARDO INFINITO

Mostre, installazioni, conferenze, incontri, workshop, proiezioni, spettacoli.
Le giornate inaugurali (2 - 4 maggio 2014) aprono la nona edizione di Fotografia Europea, dedicata alla "visione": dalla lezione di Luigi Ghirri alla moderna società dell'immagine

Le mostre proseguono fino a domenica 15 giugno

Preview per la stampa martedì 29 aprile ore 11 da Palazzo Casotti
Inaugurazione venerdì 2 maggio ore 18 Chiostri di San Pietro

Con le giornate inaugurali, dal 2 al 4 maggio 2014, prende il via la nona edizione di Fotografia Europea. Promosso dal Comune di Reggio Emilia e ormai punto di riferimento nel panorama nazionale e internazionale delle manifestazioni dedicate alla fotografia, quest'anno il festival propone come filo conduttore la riflessione sullo sguardo, prendendo spunto dalla lezione del maestro Luigi Ghirri e sviluppandosi attraverso un articolato programma di mostre e installazioni.

Le immagini di Ghirri hanno fatto scuola: suddivise in Icone, Paesaggi e Architetture vengono ora raccolte e presentate in una eccezionale retrospettiva ai Chiostri di San Pietro a Reggio Emilia. Trecento scatti che testimoniano la forza e l'attualità del suo Pensare per immagini (titolo della mostra) e una ricca selezione di cartoline, libri, riviste e dischi che ne ricordano il ruolo di illuminato animatore culturale degli anni Settanta e Ottanta del Novecento.

L'esposizione dedicata all'artista emiliano, scomparso nel 1992, è il faro della nona edizione del festival: la luce che accende e guida un percorso di ricerca nel quale le immagini non si limitano a provocare dei pensieri, ma li evidenziano in tutta la loro autonomia. Al pubblico di Fotografia Europea viene offerta la possibilità di affrontare questo cammino seguendo un ventaglio di possibili focus tematici: dall'approfondimento sul ruolo del libro fotografico (le mostre Senza meta.

Il libro come pensiero fotografico e Divine Violence di Adam Broomberg e Oliver Chanarin) al dipanarsi dell'elemento surrealista nella fotografia (Illusionismo surreale sulle cartoline fotografiche del primo Novecento, la personale dedicata alla fotografa di moda francese Sarah Moon, gli sguardi alternativi di Silvia Camporesi, Paolo Simonazzi e Andrea Ferrari), dalle esposizioni focalizzate sulla visione del presente e nel presente (Simone Bergantini e Massimiliano Tommaso Rezza) per arrivare al tema della perdita del progetto Speciale Diciottoventicinque.

Quest'anno la manifestazione si caratterizza per la partecipazione di Magnum Photos, la famosa agenzia fotografica internazionale, protagonista di una serie di iniziative come la grande retrospettiva, presentata per la prima volta a Reggio Emilia  in occasione di Fotografia Europea, di Herbert List, comprendente un centinaio di opere provenienti da Herbert List Estate e la mostra collettiva No Place Like Home, in cui otto fotografi contemporanei della Magnum si confrontano con il tema dell'abitare. Alcuni dei fotografi presenti in mostra saranno protagonisti dei workshop che si terranno durante le giornate inaugurali.

Arricchiscono la proposta espositiva del festival l'affascinante ritratto – tra immagine e musica – del percorso artistico dei CCCP Fedeli alla linea e della loro "soubrette" Annarella, la personale dedicata a Erich Lessing su fotografia e industria (a cura del MAST di Bologna) e una selezione di opere dei fotografi che dal 2006 hanno partecipato a Fotografia Europea dando vita alla Collezione, conservata nella Fototeca della Biblioteca Panizzi.

Come sempre, le giornate inaugurali accompagnano il vernissage delle mostre con una serie di incontri, conferenze, workshop, visite guidate alle esposizioni, book signing e spettacoli, in cui gli artisti, i curatori e altri protagonisti del mondo della fotografia, della cultura e dell'arte si confrontano con il pubblico. Ad animare Piazza San Prospero venerdì 2 maggio sarà la Giovane Fotografia Italiana#03 con una proiezione di immagini dagli archivi GAI accompagnate dal dj set di Daniele Baldelli, il precursore dei dj italiani.

La mattina di sabato 3 maggio sarà invece caratterizzata dalla tavola rotonda "Come si inquadrano le immagini. Riflessioni sulla cornice", protagonisti i filosofi Armando Massarenti e Maurizio Ferraris, in dialogo con il curatore Riccardo Panattoni (ore 11, Musei Civici Palazzo San Francesco). Nel pomeriggio (ore 16, Musei Civici Palazzo San Francesco) l'incontro "Alchimie. Il mondo parallelo di Sarah Moon" con la fotografa Sarah Moon e la curatrice Laura Serani coinvolgerà la giornalista e photo editor Giovanna Calvenzi e Olga Sviblova direttrice MAMM – Multimedia Art Museum Moscow.

Alle ore 18 invece in occasione della conferenza "Una divina violenza" il curatore Walter Guadagnini e Oliver Chanarin dialogheranno della mostra di Adam Broomberg & Oliver Chanarin legata al tema del conflitto. Alle ore 22, nell'area del Parcheggio ACI di via Secchi, concerto dei Marta sui Tubi, band storica dell'underground rock italiano, applaudita nel 2013 sul palco del Festival di Sanremo.

Le conferenze proseguono domenica 4 maggio, a partire dalle ore 10 con l'appuntamento "Sfogliare. Il libro fotografico" con il curatore Elio Grazioli e i fotografi Valeria Accili, Carlos Cancela Pinto, Piergiorgio Casotti, Amaury Da Cunha, Stefano Graziani, Edward Newton e Eva Vermandel. Alle ore 12 si prosegue con "Collezionare fotografie nell'età post-fotografica": Walter Guadagnini storico della fotografia e curatore della Collezione Unicredit di arte contemporanea dialoga con Urs Stahel, direttore della Collezione MAST di Bologna e con Margit Zuckriegl direttrice della Collezione Nazionale di Fotografia Museum der Moderne Rupertinum di Salisburgo e Collezione Fotografis di Bank Austria.

Alle 16, ai Musei Civici Palazzo San Francesco, in occasione della conferenza "La fotografia per la memoria. Gli archivi fotografici patrimonio della contemporaneità" la giornalista e photo editor Giovanna Calvenzi dialogherà con la responsabile della Fototeca Biblioteca Panizzi Laura Gasparini e la storica della fotografia Maria Antonella Pelizzari coordinate dalla giornalista e photo editor Renata Ferri (in collaborazione con Premio Tempo Ritrovato. Fotografie da non perdere che propone a Reggio Emilia la mostra Archivio Federico Garolla vincitore della prima edizione del premio).

Il libro Annarella Benemerita Soubrette CCCP Fedeli alla Linea (Quodlibet, 2014) sarà al centro dell'incontro con gli autori Annarella Giudici, Giovanni Lindo Ferretti e Rossana Tagliati, lo scrittore e critico letterario Marco Belpoliti e lo psichiatra e scrittore Benedetto Valdesalici (ore 18, Spazio Gerra). Alle ore 20 ai Musei Civici è in programma la presentazione del libro Cose ritrovate (Marsilio, 2014) con il fotografo Paolo Simonazzi, lo scrittore Ermanno Cavazzoni, lo storico e critico della fotografia Denis Curti e l'attore Ivano Marescotti, coordinati dal direttore dell'Agenzia informazione e comunicazione della Regione Emilia Romagna Roberto Franchini.

La scelta della location per molte conferenze ha un significato particolare. Uno dei momenti speciali di Fotografia Europea 2014 sarà infatti l'inaugurazione del  Palazzo dei Musei,  oggetto di un intervento di ristrutturazione firmato dall'architetto Italo Rota, che mette in dialogo le collezioni storiche con i nuovi linguaggi e temi della contemporaneità. In occasione dell'inaugurazione dei nuovi allestimenti della sede museale verrà esposta l'opera "Alfabeto" di Claudio Parmigiani, creata dall'artista nel 1973 con la collaborazione di Luigi Ghirri che scattò le 21 diapositive che ne costituiscono il corpus fotografico.

L'opera trae spunto proprio dalle collezioni dei Musei Civici di Reggio Emilia per creare un cosmo-museo, un alfabeto visivo per gli occhi. Nei suoi lavori sono presenti immagini della storia dell'arte ben lontane dal concetto di citazione; perché a Parmiggiani interessa "il frammento inteso come reliquia, come emblema, come lettera di alfabeti perduti e parola sottratte alla distruzione." Il weekend delle giornate inaugurali coinvolgerà comunque l'intero territorio di Reggio Emilia e della provincia, anche attraverso gli appuntamenti del circuito Off, il programma alternativo di mostre, progetti e installazioni.

Tra le tante iniziative ormai consolidate del festival, si rinnovano nel 2014 il progetto Giovane Fotografia Italiana#03 (curato da Daniele De Luigi in collaborazione con GAI – Associazione Circuito Giovani Artisti Italiani e Circulation(s) Festival de la Jeune Photographie Européenne al Teatro Valli), le letture internazionali di Portfolio Europa (curate da Gigliola Foschi alla Biblioteca Panizzi). 

Sono confermate anche tutte le storiche location cittadine del Festival: Chiostri di San Pietro, Chiostri di San Domenico, Palazzo Casotti, Galleria Parmeggiani, Spazio Gerra, Sinagoga, Musei Civici, Biblioteca Panizzi.

Fotografia Europea è organizzata dal Comune di Reggio Emilia con l'apporto di numerosi curatori. Oltre alle partecipazioni di Elio Grazioli, Walter Guadagnini, Marinella Paderni, Laura Serani, quest'anno si aggiungono Denis Curti, Peer-Olaf Richter, Harri Kalha, Laura Gasparini, Francesca Fabiani, Giuliano Sergio, Daniele De Luigi, Urs Stahel, 3/3 (Chiara Capodici e Fiorenza Pinna) Francesco Zanot.






www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana. Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001. L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume. Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto. Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common. Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista indirizzo skype: apietrarota

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI