Cerca nel blog

lunedì 31 marzo 2014

Contest fotografico Abruzzo Terrad'oro: 12 aprile passeggiata fotografica in vigna


“Abruzzo Terrad’oro”: sessione speciale
Il contest fotografico più lungo che c’è riapre per tutti sabato 12 aprile

Lunedì 31 marzo 2014 – In occasione della presentazione della nuova etichetta del Pecorino Dorad’oro, la Cantina Dora Sarchese ha lanciato l’ultima sessione del contest “Abruzzo Terrad’oro”, l’unico a durare un anno.

I partecipanti che hanno aderito al concorso indetto nel 2013 hanno mantenuto l’impegno di immortalare il territorio e i vigneti ortonesi attraverso le quattro stagioni, in vere e proprie passeggiate fotografiche che si sono svolte ogni tre mesi.  

Sabato 12 aprile si svolgerà l’ultima, con riapertura delle iscrizioni e ultima chance di concorrere ai premi finali. 

La Cantina Dora Sarchese darà l’opportunità di una visita guidata in cantina e tre le vigne ai nuovi partecipanti che si saranno iscritti tramite la scheda pubblicata su www.abruzzoterradoro.it

Gli interessati potranno scegliere tra la visita che inizierà alle 10,30 e quella che inizierà alle 15,30 di sabato 12 aprile, in entrambi i casi ospiti al buffet del pranzo.

L’iscrizione è gratuita ma necessaria, perché i posti sono limitati.

I premi ai primi tre classificati designati dalla commissione tecnica, alle prime tre foto più votate su Facebook, e al meritevole del Premio Dorad’oro in ciascuna delle sezioni Fotografia e Video saranno consegnati in occasione di Cantine aperte 2014, tra il 24 e il 25 maggio.



 

Per i primi tre classificati ci sono pranzi e week-end sul territorio, con il coinvolgimento di ristoranti come L’angolino sul mare di Nicola Rapino (Francavilla al mare), Caldora Punta Vallevò a Rocca San Giovanni, l’agriturismo di Lentella “Il bosco degli ulivi”, “Al Metrò” di Nicola Fossaceca (San Salvo Marina), “Villa Majella di Guardiagrele”, “Il vecchio teatro” di Ortona e un pernotto presso “Casadonna” di Castel di Sangro (AQ). 


Naturalmente accompagnati da prodotti del territorio e bottiglie Dora Sarchese.


I vincitori saranno decretati nel maggio 2014, alla fine delle quattro sessioni fotografiche. Tutti i dettagli sul concorso sono qui.

venerdì 21 marzo 2014

LA DISTILLERIA CAFFO A PROWEIN E VINITALY


Doppio appuntamento: 
ProWein, dal 23 al 25 marzo, e Vinitaly, dal 6 al 9 aprile 2014

La distilleria Caffo sarà presente a due delle principali fiere internazionali del settore: ProWein e Vinitaly.
Il primo appuntamento è con ProWein a Düsseldorf, in Germania, dal 23 al 25 marzo. La posizione dell’azienda sarà Hall 7, stand C20. Il mese prossimo, dal 6 al 9 aprile, sarà la volta invece di Vinitaly, Salone Internazionale del Vino e dei Distillati, a Verona, dove Caffo si troverà al Padiglione 3 – Stand A6. 

Negli spazi fieristici della storica distilleria calabrese di Vibo Valentia, sarà possibile degustare il Vecchio Amaro del Capo, prodotto simbolo dell'azienda, e l’Elisir San Marzano Borsci, che dal 21 ottobre 2013 è in gestione al Gruppo Caffo. Accanto a questi due prodotti che sono tra i più conosciuti e amati in Italia, vi sarà la vastissima gamma di liquori ed acquaviti firmata Caffo.

Il Vecchio Amaro del Capo è un liquore ottenuto da 29 erbe officinali di Calabria, frutto di un’antica ricetta rielaborata e migliorata dalla famiglia Caffo. Si distingue per il suo gusto gentile ed aromatico, che ben si adatta anche ai palati più delicati, non abituati agli “Amarissimi”. Primo nel suo genere, fin dagli anni 70 viene bevuto ghiacciato (a –20° C.).

L’Elisir San Marzano Borsci si beve liscio come digestivo tutto l'anno; d'estate si serve con ghiaccio e soda o miscelato nei cocktails, ma è squisito anche caldo, come corroborante punch, oppure sul gelato, nel caffè e come ingrediente in pasticceria.

mercoledì 19 marzo 2014

LifeGate celebra la grande bellezza dei Parchi lombardi



LifeGate
Uno scatto per celebrare la grande bellezza dei Parchi lombardi

Concorso fotografico Obiettivo Terra: LifeGate conferisce tre menzioni speciali alle più belle foto dei Parchi della Lombardia


Milano, 19 marzo 2014 LifeGate, in collaborazione con il concorso fotografico Obiettivo Terra, organizzato da Fondazione UniVerde e Società Geografica Italiana, promuove la bellezza dei Parchi regionali e nazionali della Lombardia e invita tutti, il prossimo weekend, a fotografare le aree verdi della Regione e partecipare così al concorso.  Le tre migliori foto, oltre a concorrere al primo premio di €1.000, riceveranno una menzione speciale e saranno pubblicate su LifeGate.it.

Per partecipare al concorso è necessario scattare una foto in uno dei Parchi nazionali o regionali della Lombardia e caricarla entro il 23 marzo sul sito www.green-city.it l vincitori del primo premio e delle menzioni speciali LifeGate saranno proclamati il prossimo 16 aprile.

Con questa iniziativa LifeGate promuove le bellezze naturali dei Parchi della Lombardia e rafforza il proprio legame con il territorio. Dal 2002, infatti, attraverso il progetto Impatto Zero®,  LifeGate è impegnata in prima persona nella tutela di alcune aree verdi della Regione, tra cui il Parco lombardo della valle del Ticino (dove sono stati effettuati interventi di creazione e tutela di una superficie pari a 1.286.800 mq), il Parco del Rio Vallone (interventi di creazione e tutela di una superficie pari a 65.385 mq) e la Foresta Carpaneta (interventi di creazione e tutela di una superficie pari  a 50.000 mq).


martedì 18 marzo 2014

NIKON SCHOOL: tour fotografico al Parco La Torbiera il 23 marzo

NIKON SCHOOL:
tour fotografico al Parco La Torbiera 
il 23 marzo
Nikon School sostiene la cultura fotografica promuovendo il tour che si terrà domenica 23 marzo al Parco Faunistico La Torbiera (No).
Claudia Rocchini, fotogiornalista e docente Nikon School, illustrerà le basi della ripresa fotografica naturalistica nel corso di una giornata pensata per i principianti della fotografia della natura, ma che già conoscono il funzionamento del proprio corredo fotografico.
Programma del tour:
Ore 09.45: Ritrovo partecipanti di fronte all’ingresso del Parco. Giro di tavolo, consegna gadget e illustrazione Tour.
Ore 10.00: Ingresso e inizio Tour.
Ore 10.15/10.45: Primo pasto dei pellicani ricci. Il gruppo si dirigerà sulle rive della torbiera, posizionandosi in un punto con ampia visibilità dove verrà lasciato il pesce per i pellicani ricci che giungeranno in volo planando a pochi metri dalla riva con spettacolari evoluzioni. Condizioni di ripresa con sole alle spalle. Nella torbiera sono presenti anche cormorani, aironi cenerini, cicogne e anatidi vari.
Ore 10.45/12.30: Grandi felini. Percorrendo le rive della torbiera, trasferimento verso l’area che ospita i grandi felini, molti dei quali in via di estinzione, oggetto di programmi di allevamento e reintroduzione in natura. Sarà possibile fotografare 4 esemplari di leopardo dell’Amur, 2 di leopardi delle nevi, le tigri siberiane, i leopardi nebulosi, i ghepardi, l’ocelot, il gatto Manul.
Ore 12.30/14.00: Pausa pranzo presso il ristorante.
Ore 14.00/15.00: Riprese dei pasti degli animali. Costeggiando le rive della torbiera il gruppo si dirigerà verso le aree che ospitano il panda minore (2 esemplari adulti, un cucciolo), il binturong, le lontre nane che sarà possibile fotografare durante il pasto. Durante il percorso anche nandù, tapiro, cervo pudu, tamarini, anatidi e la voliera dei cacatua.
Ore 15.00/16.00: Riprese lupi e daini. Trasferimento presso l’area dove sarà possibile riprendere un ampio gruppo di daini in libertà, tra cui molti cuccioli. Sul percorso anche i cervi delle Filippine, capra markhor, il crisocione, il gatto selvatico e i gibboni. Proseguendo, sarà possibile fotografare un branco di lupi (8 esemplari).
Ore 16.00/17.00: Secondo pasto dei pellicani ricci. Si tornerà sulle rive della torbiera per assistere al secondo pasto della giornata dei pellicani ricci. Condizioni di ripresa in controsole.
Ore 17.00/17.30: Chiusura Tour.
Il tour fotografico a La Torbiera è solo uno dei numerosi incontri previsti all’interno del programma Nikon School, l’innovativo progetto che Nital ha pensato per tutti gli appassionati che desiderano conoscere e apprezzare il mondo della fotografia.

NIKON SCHOOL: workshop fotografico all'Oasi di Sant'Alessio il 29 marzo

NIKON SCHOOL:
workshop fotografico all’Oasi di Sant’Alessio il 29 marzo
Nikon School sostiene la cultura fotografica promuovendo il workshop che si terrà sabato 29 marzo all’Oasi di Sant’Alessio di Sant’Alessio con Vialone (Pv).
Claudia Rocchini, fotogiornalista e docente Nikon School, illustrerà le tecniche di composizione e di ripresa dell’avifauna in volo.
Durante il workshop sono garantiti avvistamenti, tutti a portata di medio tele, di esemplari selvatici durante due appuntamenti per i pasti presso il Lago dei Pellicani, in condizioni di luce a favore e in controsole.
A seguire, esercitazioni di ripresa con i rapaci della falconeria, di alto e basso volo. Sono inoltre previste due letture e analisi degli scatti tra una sessione e l’altra.
La partecipazione è aperta a tutti i fotoamatori purché già in possesso delle basi fotografiche e, soprattutto, della conoscenza della propria attrezzatura.
Programma del tour:
Ore 09.45: Ritrovo dei partecipanti nella piazzetta della chiesa davanti all’ingresso principale dell’Oasi. Giro di tavolo e illustrazione workshop.
Ore 10.00: Ingresso all'Oasi, registrazione partecipanti
Ore 10.30/10.45: Ritrovo presso il punto di ristoro
Ore 10.45/12.30: Shooting presso l’ampia voliera delle spatole con la presenza anche di mignattai, anatidi, cicogne e a seguire, alle 11,30, primo Pasto al Lago dei Pellicani: appostamento presso il punto di shooting al lago, a cielo aperto, per assistere all’involo delle specie aviarie libere, presenti dentro e fuori dall’Oasi, attirate dal pesce che verrà posizionato sulla riva. Luce a favore.
Ore 12.30/13.30: Pausa pranzo. È possibile usufruire del servizio ristoro dell’Oasi oppure pranzare al sacco portando il cibo da casa.
Ore 13.30/14.45 circa: Lettura ed analisi di alcuni degli scatti mattutini e suggerimenti di correzione per le riprese pomeridiane.
Ore 14.45/16.00: Dimostrazione di volo dei rapaci, di alto e basso volo. Trasferimento presso l’area apposita dove, in attesa della dimostrazione, verrà illustrata la sequenza dei voli, con indicazioni di appostamento e ripresa in base agli esemplari e alle condizioni di luce.
Ore 16.00/16.30: Dimostrazione Profoto B1 presso il lago dei Pellicani.
Ore 16.30/17.00: Secondo pasto alle specie aviarie presenti. Durante questa sessione sarà possibile effettuare riprese in controluce e/o controsole. Verranno illustrate le tecniche di esposizione corrette per permettervi di ottenere fotografie con suggestivi effetti.
Ore 17.15/18.00: Seconda analisi degli scatti e chiusura workshop.
Il tour fotografico a La Torbiera è solo uno dei numerosi incontri previsti all’interno del programma Nikon School, l’innovativo progetto che Nital ha pensato per tutti gli appassionati che desiderano conoscere e apprezzare il mondo della fotografia.



giovedì 13 marzo 2014

Al via Io siamo - Noi sono. Workshop fotografico con Alessandro Cirillo alle Manifatture Knos di Lecce

I nuovi territori fotografici#2

Io siamo | Noi sono
workshop di ritratto sociale con 
Alessandro Cirillo
c/o Manifatture Knos
(Lecce)



Al via Io siamo | noi sono, workshop tenuto da Alessandro Cirillo e Alessia Rollo per I nuovi territori fotografici. Da venerdì 14 marzo, presso le Manifatture Knos di Lecce, quattro appuntamenti sul ritratto sociale per la realizzazione di un self-publish book.

 
Da venerdì 14 marzo, alle Manifatture Knos di Lecce, si apre un nuovo capitolo all'interno de I nuovi territori fotografici, percorso di formazione sulla fotografia e le tendenze del contemporaneo, che alterna lezioni di approfondimento a esercitazioni pratiche sotto la guida di qualificati docenti. 

Si discute di ritratto fotografico e della sua funzione sociale nel workshop "Io siamo | Noi sono" tenuto da Alessandro Cirillo, visiting professor che in quattro appuntamenti introdurrà i partecipanti alla visione e alla discussione di lavori imprescindibili, come i ritratti realizzati da Nadar o Sander, prima di cedere il passo a visioni più contemporanee, come le opere di Diane Arbus, a voler citare la fotografa che con il suo stile "she come to them" ha rivoluzionato il genere tra gli anni Sessanta e Settanta del secolo scorso.

La premessa è d'obbligo e sarà utile ai partecipanti per approdare alle lezioni pratiche con maggiore consapevolezza rispetto al tema, in vista della realizzazione di un progetto finale. 

Non a caso uno degli obiettivi de I nuovi territori fotografici è fornire uno sguardo eterogeneo sul mondo della fotografia indirizzare gli iscritti allo sviluppo delle proprie capacità progettuali e di analisi attraverso il confronto diretto con esperti del settore. 

In linea con questa filosofia e l'approccio interdisciplinare incoraggiato dall'associazione DamageGood, che sostiene l'iniziativa, la fase laboratoriale di "Io siamo | Noi sono" coinvolgerà i partecipanti alla realizzazione di un lavoro finalizzato alla produzione di un self-publising book.

Al coordinamento generale Alessia Rollo, fotografa concettuale formatasi presso l'Efti di Madrid, che alternerà il suo intervento alle lezioni e a un approfondimento sul lavoro del fotografo e docente, Alessandro Cirillo.

Il workshop prevede quattro appuntamenti: da venerdì 14 a domenica 16 marzo, a cui si aggiunge un ritorno in aula venerdì 21
Gli incontri hanno una durata variabile dalle 2 alle 3 ore. 

Info e contatti:
tel: 393.2785565

mercoledì 12 marzo 2014

A musa serata sulla fotografia mobile


Scatta….. al Museo !

Gli incontri sulla fotografia  al museo del sale di Cervia, continuano con la fotografia mobile

 

 

 

Continuano giovedì 13 marzo  a MUSA, museo del sale di Cervia   gli incontri con l’iniziativa “ Scatta … al museo!”: serate dedicate alla fotografia. Si tratta di un ciclo di  incontri   offerto a tutti gli appassionati di fotografia e a chi vi si avvicina per la prima volta, organizzato da MUSA,   museo del sale di Cervia  con la collaborazione di Manuela Guarnieri.

 

Titolo dell’incontro di giovedì : “Il Fenomeno della fotografia mobile. Iphone,  ipad e smartphone: uso e abuso”.

Dalle 21.00 alle 23.00 Roberta Romagnoli, esperta di web, parlerà del fenomeno della fotografia realizzata con i cellulari ed ipad.   Verranno esaminati gli aspetti tecnologici  peculiari della fotografia mobile analizzando differenze,  limiti e vantaggi, rispetto alla fotografia tradizionale. Sarà inoltre toccato l’aspetto particolare della socialità della fotografia  mobile determinato dalla velocità e facilità di condivisione delle immagini, ma anche il fenomeno delle community di rete e di  territorio.  Ambito  di grande attualità  andrà ad approfondire anche aspetti legati alla condivisione in rete, diritti d’autore, privacy e tutela.  

 

L’incontro è aperto al pubblico, ad ingresso libero.




--
Redazione del CorrieredelWeb.it


lunedì 10 marzo 2014

UNO SCATTO UN DIRITTO IIa Edizione - 10 marzo-30 settembre 2014

Concorso fotografico

Uno scatto un diritto - IIª Edizione

“Il diritto di essere cittadini europei in Italia”

 

Al via la seconda edizione del concorso fotografico “Uno scatto un diritto” promosso dall’Associazione TIA Formazione Internazionale in collaborazione con il Dipartimento per le Politiche Europee

 

Roma, 10 Marzo 2014 – Dopo il successo della prima edizione dell’iniziativa che si è conclusa venerdì 7 marzo con la premiazione dei vincitori nella sala consiliare del Municipio I a Roma, l’Associazione TIA Formazione Internazionale (www.tiaformazione.org) promuove, in collaborazione con il Dipartimento per le Politiche Europee della Presidenza del Consiglio e con i patrocini della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea e del Municipio I di Roma, la seconda edizione del concorso fotografico “Uno scatto un diritto”.

 

Il tema della nuova edizione del contest fotografico, annunciato dalla Presidente dell’Associazione TIA Ines Caloisi durante la cerimonia di premiazione è “Il diritto di essere cittadini europei in Italia”. L’Associazione TIA intende, con questa iniziativa, stimolare una riflessione sul tema della cittadinanza europea, in vista delle importanti scadenze europee del 2014. Il concorso “Uno scatto un diritto 2014” è infatti parte integrante del progetto “EU Elections e semestre europeo 2014” (TIAELES2014), un ciclo di iniziative dedicate alle elezioni europee e al semestre di presidenza italiano del Consiglio dell’Ue.

 

Il concorso ha inizio oggi 10 marzo e terminerà il 30 settembre 2014. La partecipazione è aperta a tutti, senza limiti di età. Ogni autore può partecipare con un massimo di tre opere in formato digitale. Le fotografie dovranno essere inviate entro il 30 settembre 2014 all’indirizzo mail: unoscattoundiritto@tiaformazione.org e formazione@tiaformazione.org.

Quota di partecipazione: 40 euro

L’iscrizione al concorso comprende l’iscrizione all’Associazione TIA per l’anno 2014.

 

Per regolamento e iscrizioni: www.tiaformazione.org

e-mail: unoscattoundiritto@tiaformazione.org; formazione@tiaformazione.org

Responsabile TIA: Dott.ssa Ines Caloisi

Referente progetto: Dott.ssa Consuelo Quattrocchi

 

L’iniziativa ha ricevuto il patrocinio della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea e del Municipio I di Roma.

Media partner del progetto: Euractiv.it e Radio Città Futura

 

 

TIA FORMAZIONE INTERNAZIONALE L’Associazione TIA Formazione Internazionale, costituita nel febbraio 2011, nasce dall’esigenza di mettere in contatto diverse realtà di tipo associativo, istituzionale, politico, universitario. L’Associazione, in armonia con il suo statuto, promuove iniziative e progetti fortemente innovativi che abbiano l’obiettivo di stimolare una nuova fase di confronto culturale nel nostro Paese, vedendo nell’Europa e nel contesto internazionale il suo faro di ispirazione e motivazione. È Associazione di Promozione sociale dal febbraio 2013. www.tiaformazione.org Ufficio Stampa Dott.ssa Francesca Garreffa ufficiostampa@tiaformazione.org   Tel: +39 3662799351


venerdì 7 marzo 2014

E.ON: 97 scatti per il concorso fotografico di E.ON in collaborazione con Il Messaggero 07.03.2014

·            97 scatti per il concorso fotografico di E.ON in collaborazione con Il Messaggero.

·         Si è concluso il concorso fotografico online promosso da E.ON: 2 i migliori scatti scelti da una giuria esterna che si sono aggiudicati premi ecosostenibili.


E.ON, una delle più grandi aziende a capitale interamente privato al mondo nel settore dell’energia elettrica e del gas, in collaborazione con Il Messaggero Umbria e l’agenzia creativa Mai Tai, ha promosso un'iniziativa volta a focalizzare l'attenzione sulla produzione di energia pulita in un territorio, quello umbro dove la società è presente con il proprio impianto idroelettrico da 531 MW a Terni, fior all’occhiello della produzione di energia rinnovabile del centro Italia.

Il contest ha raccolto dal 25 novembre al 25 gennaio 2014 circa 100 rappresentazioni fotografiche delle molteplici rappresentazioni dell’acqua, come fonte di vita, potenza e bellezza, per originalità e creatività.

Una giuria di esperti ha valutato tutte le foto pubblicate e selezionato i 2 scatti che meglio hanno interpretato l’acqua, mentre un terzo premio è andato alla foto più votata online.

Il Messaggero, ed. nazionale e ed. Umbria, è stato scelto dall’azienda come quotidiano partner nella realizzazione del concorso e nella strategia di comunicazione, grazie al suo radicato legame con il territorio umbro e alla sua leadership nell’area geografica interessata. Forte è stata infatti la partecipazione e coinvolgimento dei lettori umbri: circa il 20% ha partecipato al concorso fotografico online.

Per partecipare, e vincere i premi messi in palio, gli utenti registrati potevano inviare fino ad un massimo di 3 scatti fotografici in grado di rappresentare i percorsi che l’acqua compie quotidianamente: a casa, per le vie della città, in grandi e affascinanti scenari, nella memoria. Il voto del pubblico e una giuria di esperti hanno decretato i vincitori di una bicicletta elettrica a pedalata assistita e una bici da città, entrambe con marchio Atala. Tra i premi anche abbonamenti trimestrali e annuali al quotidiano Il Messaggero – Digital Edition.

Il podio del concorso ha visto vincitore la teramana Miranda de Sanctis con la foto “Attraverso gocce sospese” mentre Ilaria Lupi, di Terni, si è classificata seconda con la foto “Walk” vincendo una bicicletta da città. La foto di Maria Teresa de Rosa, di Perugia, dal titolo “Volo d’acqua” è invece risultata la più votato dagli utenti online.
I tre “fotografi” sono stati scelti perché hanno saputo cogliere più di tutti gli altri gli affascinanti percorsi dell’acqua ritraendo rispettivamente delle rifrazioni solari su sospensioni di gocce d’acqua, una passeggiata in Normandia e l’istantanea di un volo d’acqua.

Gli scatti premiati, insieme a tutte le foto inviate dai partecipanti, sono visibili sulla pagina Facebook di E.ON

Il concorso ha visto la registrazione di 139 partecipanti, per la maggior parte residenti nel Lazio e in Umbria, mentre i votanti sono stati complessivamente oltre 3.600 utenti.

Il contest “Percorsi d’acqua” è una delle iniziative in cui si concretizza l’impegno di E.ON a favore della diffusione della sensibilità verso la sostenibilità e un utilizzo consapevole delle risorse energetiche. E.ON ha adottato diverse misure per ridurre l’impatto sull’ambiente e l’efficienza dei propri impianti produttivi, ed è costantemente al lavoro nella messa punto di soluzioni innovative in grado di consentire agli utenti di consumare in modo efficiente e senza sprechi, con vantaggi sui costi e sull’ambiente.



Dida foto: la foto vincitrice “Attraverso Gocce sospese”, di Miranda De Sanctis.

Uno scatto un diritto 1^ Edizione - oggi la premiazione del concorso fotografico e inaugurazione mostra collettiva


Uno scatto un diritto - I^ Edizione
Premiazione del concorso fotografico
e Tavola rotonda “La protezione dei diritti umani in Europa: politiche, strategie e prospettive.
Una riflessione per le giovani generazioni”

Roma, 7 Marzo 2014 – E’ arrivato il momento di scoprire il vincitore della prima edizione del concorso fotografico “Uno scatto un diritto” indetto dall’Associazione TIA Formazione Internazionale nel 2013. La cerimonia di premiazione si tiene oggi alle ore 11.00 presso la Sala Consiliare “Peppino Impastato” del Municipio I, in Via della Greca 5 a Roma.

L’iniziativa, organizzata nel quadro delle attività dell’Area “Tutela internazionale ed europea dei diritti umani” ha visto la partecipazione di diversi autori che, utilizzando la potenza comunicativa dell’immagine, hanno cercato di racchiudere in ogni scatto l’essenza di un diritto. Dignità, libertà, uguaglianza, solidarietà, cittadinanza e giustizia: queste le categorie di diritti previste dalla Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea alle quali l’iniziativa ha voluto dare risalto, realizzando un percorso fotografico dedicato al tema dei diritti fondamentali e all’importanza della loro realizzazione nella società attuale. Tutte le opere che hanno preso parte al concorso sono state allestite in una mostra collettiva che viene inaugurata oggi, in occasione della cerimonia di premiazione, e rimarrà aperta al pubblico fino al 4 aprile 2014.

Proprio dalla consapevolezza che alcuni diritti stentano ancora oggi ad essere riconosciuti e a trovare realizzazione nella nostra società, emerge la necessità di creare momenti e spazi di dialogo e riflessione sul tema dei diritti umani, che coinvolgano soprattutto le giovani generazioni. Il concorso fotografico promosso dall’Associazione TIA intende perciò rappresentare un primo passo in questa direzione.
«Ringraziamo il Municipio I per aver accolto l’iniziativa a cui hanno partecipato tanti giovani e professionisti della fotografia. - afferma Ines Caloisi, Presidente dell’Associazione TIA Formazione Internazionale - Riteniamo che sia necessario affrontare il tema dei diritti fondamentali partendo dalle giovani generazioni, e il ruolo degli enti di prossimità è centrale in tal senso».

Un ruolo fondamentale nella difesa dei diritti umani non può non giocarlo l’Unione europea, che da sempre pone al centro della sua azione la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali. Con l’entrata in vigore del Trattato di Lisbona, la Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea ha acquisito a tutti gli effetti un valore giuridico vincolante.
«L’Europa si trova nel mezzo di processi globali e di cambiamenti. La nostra è una società scossa, che si interroga, e che alimenta le sue inquietudini. - spiega Niccolò Rinaldi, Parlamentare Europeo - L’Europa ha allora bisogno di un’ancora, e questa altro non può essere che i suoi valori e non solo la salvaguardia ma anche l'espansione dei diritti fondamentali. La Carta è la nostra prima Costituzione, perché in questi valori ritroviamo la nostra identità più vera. Ma la Carta non è solo uno strumento giuridico serio, deve essere soprattutto una ragione di orgoglio - una di quelle conquiste da difendere e per cui si è pronti "combattere"».
«Riflettere sui diritti umani oggi credo ci obblighi a confrontarci con un paradosso - dichiara Silvia Costa, Parlamentare Europea - Da un lato crescono la consapevolezza e la estensione della affermazione dei diritti della persona, con importanti loro riconoscimento formale e costitutivo dei processi democratici. Così il Trattato di Lisbona, la nuova Costituzione europea in vigore dal 2010, costituzionalizza i diritti fondamentali (umani, sociali, economici, culturali) e prevede cogenti principi antidiscriminatori per sesso, età, religione, etc. nonché le quattro libertà fondamentali che sono alla base della Unione (circolazione di persone, merci, professioni, capitali) e configura una cittadinanza europea che integra quelle nazionali. Dall'altro vediamo diritti non riconosciuti, ma soprattutto nuove forme di sfruttamento, discriminazione e violazione. Basti pensare all’arretramento di diritti altrettanto fondamentali (quelli cosiddetti di seconda generazione o sociali) per effetto della crisi, del pensiero unico economicistico, della  disuguaglianza. Ma c'è anche un altro aspetto che indebolisce una vera cultura dei diritti: è quello  dell’individualismo, del consumismo e del narcisismo che non rintraccia più il fondamento umano e solidarista  del diritto, la sua reciprocità con doveri più alti, l’orizzonte di un nuovo umanesimo e coesione sociale da costruire, senza i quali il significato umano del diritto di perde, si afferma l'egoismo sociale e si creano le basi per una minore tutela e promozione della dignità della persona, si indeboliscono  i legami sociali e si dà vita all’autoritarismo e alla perdita del valore di una comunità solidale

Le fotografie che hanno partecipato al concorso sono state valutate da una commissione esaminatrice composta, tra gli altri, da esperti nel settore dei diritti umani, rappresentanti dell’Associazione TIA e giornalisti professionisti.
La premiazione del concorso fotografico sarà preceduta dalla Tavola rotonda “La protezione dei diritti umani in Europa: politiche, strategie, prospettive. Una riflessione per le giovani generazioni”.
Dopo i saluti istituzionali di Sabrina Alfonsi (Presidente Municipio I), Andrea Valeri (Assessore alle Politiche Culturali Municipio I) e Alessandra Ferretti (Assessore Scuola e Pari opportunità Municipio I), interverranno Antonio Bultrini (Docente di Diritto Internazionale, Università di Firenze), Roberto Di Giovan Paolo (Presidenza del Consiglio dei Ministri, già membro della Commissione Diritti Umani del Senato), Fabio Masini (Docente di Teoria e storia delle relazioni economiche internazionali, Università Roma Tre), Raffaele Torino (Docente di Diritto Europeo, Università Roma Tre), Silvia Costa (Parlamentare Europea).

Modera l’incontro: Consuelo Quattrocchi (Dottoranda, Tutela Europea ed internazionale dei diritti umani, La Sapienza)

Premiano: Ines Caloisi (Presidente Associazione TIA) e Giampiero Gramaglia (Direttore EurActiv.it).


Il concorso “Uno scatto un diritto” è parte integrante del progetto “EU Elections e semestre europeo 2014” (TIAELES2014), un ciclo di iniziative dedicate ai due principali appuntamenti europei del 2014: le elezioni europee e il semestre di presidenza italiano del Consiglio dell’Ue.

L’iniziativa ha ricevuto i patrocini istituzionali della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, della Provincia di Roma, del Comune di Velletri, dei Municipi I, XI e XII di Roma, della Regione Lazio e di Roma Capitale. L’iniziativa, parte del progetto TIAELES2014, è in collaborazione con FASI.biz, Tecla, CESUE, Semestre Europeo ed Associazione Stampa Romana. Ha ricevuto anche il patrocinio del CIME.

Media partner: Euractiv.it


Per ulteriori informazioni sul concorso fotografico “Uno scatto un diritto”: http://tiaformazione.org/2014/02/concorso-fotografico-uno-scatto-un-diritto-1-edizione/

Pagina facebook: https://www.facebook.com/tiaunoscattoundiritto?fref=ts


giovedì 6 marzo 2014

Straordinario successo per il fotografo Sergio Grispello a Barcellona con Rostros!


Chiude la mostra dell'artista partenopeo che dal 16 gennaio al 28 febbraio ha mostrato per la prima volta al pubblico un'esposizione fotografica interattiva a Barcellona. Complimenti, emozioni e soddisfazione al WTArt Space di Gracia.

Rostros: lo straordinario successo di Sergio Grispello

“Un gran successo! Un'esperienza straordinaria - commenta il gallerista Werner Thöni - tanto per me che per il WTArt Space”. 176 ritratti, 23 nazionalità diverse, persone di età compresa dai 7 mesi agli 89 anni44 giorni di esposizione, più di 400 visite in galleria e 352 occhi. Questi i primi numeri di Rostros, la mostra fotografica interattiva del fotografo napoletano Sergio Grispello, che si è appena conclusa al WTArt Space di Barcellona e che ha visto come protagonista il quartiere di Gracia 

Rostros, ahora y aquì è il progetto al quale l'artista lavora dal 2012 tra Barcellona Napoli e attraverso quest'esperimento vuole documentare le città e gli spazi vissuti dalla gente, dall'interno degli stessi, raccontando le differenti storie attraverso i volti sui quali sono inscritti.

L'azione fotografica è iniziata il 16 gennaio 2014 con una parete biancal'incontro con le persone e il ritratto fatto al momento hanno formato una mappa di volti che hanno raccontato lo spazio. Come una tela bianca che con il tempo inizia a definire forma e contenuto 

Tanta emozione, buona affluenza e interesse per un progetto inedito, iniziato con un muro bianco e conclusosi con 176 ritratti. “Le persone che ho fotografato sono state invitate personalmente ad entrare in galleria – afferma Grispello - dagli abitanti del quartiere fino ai passanti e i curiosi”. Passanti, abitanti del luogo, amici, tutti hanno interagito con Sergio: “Sono stupito! - continua - dal meccanico del "Bario" alla signora Helga, dall'appassionato di fotografia al venditore di polizze assicurative, dalla ballerina della scuola di danza all'angolo, fino ad arrivare al muratore che per quasi un mese mi ha accompagnato con il suo lavoro nel negozio accanto alla galleria (non proprio silenzioso...)”.

Gli incontri e le storie provenienti da ogni luogo del mondo sono state numerose e profondeCoinvolgere attivamente l'arte e società che la ospita e la fruisce ha suscitato reazioni forti e autentiche: “Incredibile sei riuscito a ritrarre la mia anima più assassina, mi riconosco e mi piaccio. Grazie”. Oppure “E' stupefacente che tu sia riuscito in così poco tempo a raccontare così tanto di me”. 

L'artista vuole ripetere e proporre questa sua ricerca artistica in nuovi luoghi, in nuovi quartieri di Barcelona e in altre città del Mediterraneo. Soprattutto il suo sogno è di poter realizzare questo progetto a Napoli, “la mia cara e amata città”.

Sergio Grispello, nato a Napoli nel 1975, é un artista visivo che lavora con la fotografia dal 1997: ha prodotto progetti personali, lavori professionali e si è dedicato all'insegnamento della fotografia. La sua formazione e produzione si sono realizzate tra Napoli, Berlino e Barcellona, città nella quale risiede dal 2007. Il filo conduttore della sua ricerca artistica è l'incontro con l'essere umano nelle sue molteplici attitudini, gli effetti della sua interazione con gli altri, così come il vincolo che crea con il suo ambiente.

Per informazioni:
Sergio Grispello:

Blog dell'esposizione
Rostros, ahora y aquí:

martedì 4 marzo 2014

Scatta al museo serata dedicata alla fotografia di reportage


Scatta…….. al museo!!
Continuano gli incontri sulla fotografia al museo del sale di Cervia con una serata dedicata al reportage di guerra e pace


Continua  giovedì 6 marzo dalle  ore 21.00 alle ore 23.00  l’iniziativa “ Scatta … al museo!”  serate dedicate alla fotografia al museo del sale di Cervia, un ciclo di  incontri   dedicato a tutti gli appassionati di fotografia e a chi vi si avvicina per la prima volta, organizzato da MUSA   con la collaborazione di Manuela Guarnieri.
La serata, aperta al pubblico  propone  proiezione e commento di immagini di reportage  (1855- 2014) a cura di Andrea Angelini e Cristina Paglionico dell'Associazione Tank Sviluppo Immagine di Forlì.
Titolo della serata :  Il linguaggio fotografico di reportage. La fotografia di guerra e pace: immagini che appartengono alla storia dei conflitti fra i popoli.

I protagonisti dell’incontro ci raccontano:

La serata si propone di realizzare un viaggio nella storia dell'uomo e della fotografia a partire dalla prima foto di reportage del 1885 (Guerra di Crimea) fino ai giorni nostri. La scelta delle immagini fotografiche è stata fatta con attenzione agli eventi storici rappresentati, ma anche cercando quelle immagini che godono di notorietà internazionale e sono diventate simbolo di un modo di vedere e di far conoscere la realtà. A volte le foto sono state realizzate da autori rimasti anonimi. A volte, invece, sono state realizzate da uomini e donne che hanno messo a repentaglio la loro vita per riportare la testimonianza di eventi drammatici e cruenti, nella speranza che una maggiore conoscenza delle ingiustizie potesse essere una spinta per cambiare il mondo. Così non è stato, purtroppo, per la stragrande maggioranza dei casi. Non vogliamo commuoverci o inorridire sterilmente davanti alla brutalità. Per contro non vogliamo nemmeno che solo si celebrino le gesta di coloro che tanto hanno dato per pacificare il mondo. Vogliamo accendere una scintilla, squilibrare, porre interrogativi. Perché, come dice Susan Sontag in "Davanti al dolore degli altri" (2003): " Nessuno può pensare e allo stesso tempo colpire un altro".

 Appuntamento successivo  il 13 marzo con Roberta Romagnoli nella serata dal titolo  Il fenomeno della fotografia mobile:   Iphone, Ipad  e smartphone: uso e abuso.


Cervia, 4 marzo 2014

lunedì 3 marzo 2014

Lecce. Corso di Fotografia al Museo della Stampa Martano.


Lecce. Corso di Fotografia al Museo della Stampa Martano.
"Gli occhi del Fotografo"

Il Museo della Stampa di Lecce riapre le iscrizioni al nuovo corso di FOTOGRAFIA  diretto dal fotografo e regista salentino Dario Melissano.
Il corso si compone di dieci lezioni ed è rivolto a tutti gli appassionati di fotografia che vogliono imparare le tecniche ed i principi che gli permetteranno poi di produrre immagini migliori con la propria fotocamera, sfruttandone appieno le funzioni e selezionando le corrette impostazioni per ciascuna situazione. Un percorso didattico che, attraverso lezioni pratiche e teoriche, porterà l'appassionato ad una piena consapevolezza ed utilizzo del mezzo fotografico.

Il fotografo, nella prima lezione intende dare uno sguardo alla storia della fotografia, attraverso le immagini dei grandi maestri che ne hanno scritto la storia, con primi accenni all'uso di una macchina fotografica e un confronto fra il sistema analogico (la pellicola) e quello digitale. 

La seconda e terza lezione, ci spiega il docente, saranno dedicate alla tecnica fotografica, imparando il funzionamento dei tempi dell'otturatore, del diaframma, la profondità di campo, la sensibilità Iso e la temperatura colore. A queste prime lezioni seguirà un'uscita diurna, per immortalare alcuni scorci di Lecce, le sue viuzze, i monumenti, la gente che la attraversa e quindi mettere in pratica ciò che si è appreso in classe. Si continuerà con delle lezioni di inquadratura e composizione dell'immagine, in modo da capire come rendere uno scatto più artistico, anche attraverso il confronto con i grandi fotografi del passato, e inoltre le differenze fra i diversi stili quali il Reportage, la Street Photography, il Ritratto, lo Still Life. Infine, Infine due leziondi di post-produzione con programmi quali camera raw e lightroom ed una mostra il cui tema sarà scelto dagli studenti durante il corso e le due uscite fotografiche.

Il corso parte a marzo con lezioni il martedì e il giovedì dalle 18:30 alle 20:00.

Per informazioni contattare il 320 9654542 | 328 0576284 | o rivolgersi direttamente al Museo della Stampa – p.tta Duca d’Atene 5 – Lecce | museodellastampa@gmail.com

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana. Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001. L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume. Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto. Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common. Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista indirizzo skype: apietrarota

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI